Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Robur, prove di fuga in notturna

Morgia chiama a raccolta i tifosi: "Venite a sostenerci. Vietato dare per scontata la vittoria con Trestina, i traguardi si conquistano tutti insieme sul campo"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Vincere, senza se e senza ma. E senza stare a pensare ai risultati del pomeriggio. La Robur Siena, nel suo impegno notturno, non ha altre vie con il Trestina per proseguire sulla strada tracciata nelle ultime due giornate di campionato. Servono tre punti per provare ad andare in fuga una volta per tutte. Il Trestina - spiega mister Massimo Morgia (che non potrà andare in panchina perché squalificato) - lotterà alla morte per cercare di arrivare almeno ai play out. Gli mancano due uomini, ma giocherà allo spasimo, quindi niente confidenze. Per questo allo stadio si deve sentire l'euforia positiva, l'atteggiamento di partecipare con entusiasmo agli sforzi della squadra, quindi l'esatto contrario di dare per scontata la vittoria. Allora tutti accanto alla Robur per spingerla alla vittoria. L'iniziativa del presidente del biglietto unico a 5 euro mi è sembrato un bel gesto di amicizia verso tutti i senesi che amano questi colori". Scendere nella mischia dopo tutti gli altri, quindi conoscendo già i risultati, può essere un vantaggio? "Avrei preferito che giocassimo tutti alla stessa ora, ma non dobbiamo far caso agli altri. Noi dobbiamo fare il meglio per noi stessi, se poi da altri campi, non volendo, ci dovessero arrivare degli aiuti, va bene lo stesso".