Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carobbi: "Con la Robur saremo spregiudicati"

Il mister della Colligiana: "Ci stiamo preparando per il derby anche se potrebbe non essere il prossimo impegno. Importante smaltire le scorie di Bastia"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

La sosta per la Colligiana non è ancora finita. Con la certezza del rinvio della partita con la Robur Siena, mister Stefano Carobbi non ha modificato il programma di allenamento dei suoi ragazzi, anche se questo è reso più complicato dal fatto di non sapere quando si giocherà la prossima partita ufficiale: mercoledì 11 febbraio o mercoledì 18 (vedere qui); non è perciò sicuro che il prossimo avversario dei biancorossi sia la Robur, perché la partita potrebbe slittare dopo quella contro il San Donato, prevista per domenica 15 febbraio. L'allenatore della colligiana ha però cercato di mettere da parte questi problemi, concentrandosi nel lavoro per far dimenticare ai suoi ragazzi il mezzo passo falso di Bastia e farli arrivare pronti alla prossima sfida, qualunque sia. "Abbiamo tolto un po' delle tossine dell'ultimo turno - spiega Carobbi. - C'era tanta amarezza e la consapevolezza di aver fatto una gara sotto tono, abbiamo sprecato troppo. Il dopo partita è stato brutto sia negli spogliatoi che fuori, perché giustamente i tifosi non erano contenti, sapendo che con una vittoria la strada sarebbe stata molto più in discesa. Non è che si sentiamo abbandonati, perché la tifoseria della Colligiana è sempre esistita ed esisterà sempre, ma vogliamo riportarla a noi tramite l'impegno, che c'è stato anche in Umbria, ma è stato impiegato un po' a caso. Ho detto ai ragazzi di andare avanti, perché se pensiamo a Bastia per tutto il resto della stagione non andiamo da nessuna parte. Dobbiamo pensare alle prossime partite, guardando al prosieguo del campionato, poi succederà quello che deve succedere. Che la prossima partita sia contro il Siena o contro il San Donato, cercheremo di prepararci al meglio per affrontare una qualsiasi delle due”. Sul fatto che il derby, in qualunque giorno sia, verrà disputato alle 20.30 c'è assoluta approvazione: "Questo permetterà alla gente di venire a vedere la sfida: una società come il Siena, ovunque vada, porta tifosi e introiti. Certo, sarebbe stato meglio farla di domenica, ma visto che non si può, ci prenderemo il mercoledì. Per il resto, che si giochi alle due o alle otto, rimane comunque la stessa partita. Affronteremo l'impegno in maniera abbastanza spregiudicata, come abbiamo fatto all'andata: cercheremo di fare il nostro, senza alzare barricate e cercando di sbagliare il meno possibile, perché contro di loro la prima sbavatura può costarti carissima. Li attenderemo per approfittare delle ripartenze, per il resto speriamo in un po' di fortuna, perché contro la Robur ci vuole anche quella”.