Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mens Sana, lo sfogo del patron Macchi

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Una lunghissima intervista, uno sfogo più che altro che il patron della Mens Sana ha rilasciato al sito della società biancoverde. Ma anche al Corriere di Siena che pubblicherà nell'edizione cartacea dell'11 luglio 2018 alcune domande e risposte che non si trovano nelle dichiarazioni-fiume inserite nel sito. Tra le altre cose, Macchi ha sottolineato di essere rimasto deluso da alcune persone, ma che adesso la società è sua e punterà al futuro. Inoltre ha voluto precisare che “a volte mi capita di trovarmi chiamato in causa come massimo esponente di Mens Sana ed esser costretto ad allungare il brodo. La realtà è che la Società oggi è in mano soprattutto a mio figlio Filippo che è mia prima scelta e gode della mia fiducia assoluta e dal quale mi attendo più attenzione alla programmazione e meno all'estemporaneità. Ancora oggi i reciproci impegni a volte impediscono che sia messo al corrente subito di come si sviluppano i progetti. Quello a cui comunque mai rinuncio è la conoscenza prima di tutti delle figure che eserciteranno funzioni cardine. Penso a tutti i nostri collaboratori, a Paolo Moretti che mi ha suscitato emozioni uniche, a Lorenzo Marruganti che ha saputo recuperare la mia fiducia, a Riccardo Caliani che ha saputo spingermi a ciò che non pensavo di fare. Un team che ha delle caratteristiche coerenti, un dna in sintonia con il mio imprinting. Ritornando a una sua precedente domanda sono proprio loro, i nostri collaboratori le persone che mi ha fatto più piacere conoscere a Siena. Infine, una piccola osservazione anche su di lei. Le sue domande vagamente insolenti stanno provocando una mia reazione che forse porterà a degli sviluppi positivi”. Iscritta la squadra e prossima al termine la costruzione del roster, gli impegni della quotidianità di Mens Sana sono tutti in funzione della logistica, del lancio della campagna abbonamenti, della programmazione per la prossima stagione e naturalmente di completamento della ristrutturazione del debito.