Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ranuzzi: "Torno in una città che sento mia"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Alex Ranuzzi è tornato. Con un'emozione che quasi gli spezza la voce in gola (e per uno che in campo è un guerriero che non guarda in faccia nessuno, questo è un segnale che racconta tante cose), l'ala spiega: "Appena si è saputo che avrei di nuovo indossato la maglia della Mens Sana, ho ricevuto talmente tante dimostrazioni di affetto che mi sono commosso. Significa che nei due anni trascorsi qui sono arrivato a una tifoseria e a una città come Siena, della quale ho sposato la mentalità e in cui mi sono amalgamato al punto da sentirla mia. I riscontri che ho ottenuto mi fanno capire che ho lavorato bene e che mi sono fatto capire. Voglio meritarmi sul campo l'onore di indossare ancora una volta questa maglia: pochi discorsi e tanti fatti".