Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ramagli: "Con Tortona sconfitta dannosa"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Il coach della Mens Sana, Alessandro Ramagli, dopo la pesante sconfitta sul campo di Tortona (85-65), fa un'analisi molto precisa. "Sapevamo - spiega - che sarebbe stata una sfida complessa anche se l'avessimo affrontata in una condizione di forma fisica e mentale ottimale. Lo è diventata ancora di più perché in questa fase non abbiamo un equilibrio fisico e psicologico che ci permette di dare il meglio. Da due gare e mezzo non possiamo contare su Roberts e Borsato, i quali hanno giocato in uno stato ancora precario. In più non siamo tranquilli. Ho visto un squadra poco connessa, ma siamo pagati per giocare e non possiamo avere alcun tipo di incidenza rispetto a situazioni che vanno oltre il campo. Ne restiamo coinvolti, certo, ma il modo migliore per dare un contributo in questa situazione è lavorare bene e fare il nostro lavoro, senza assumerci responsabilità che non ci competono. Non possiamo risolvere vicende extra sportive, dobbiamo solo prepararci e giocare bene a pallacanestro, anche per aiutare chi ci deve aiutare. Partite così brutte non vanno ripetute perché non sono una buona pubblicità per la Mens Sana”.