Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ramagli: "Con Varese e Torino due atteggiamenti diversi"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Al termine del trofeo "Lovari" di Lucca, che ha visto la Mens Sana perdere due volte con altrettante formazioni di A, il coach Alessandro Ramagli tira le somme: "La mia sensazione è che non siamo stati molto distanti dall'essere competitivi. Con Varese abbiamo usato gli strumenti che ci contraddistinguono dal primo giorno, ovvero grinta, entusiasmo, desiderio di confrontarci, mentre con Torino, per la prima volta, siamo apparsi svuotati. L'atteggiamento, l'approccio, ma anche il livello di energia sono scesi in maniera decisa. Con i lombardi eravamo ben presenti sotto tutti i punti di vista, con i piemontesi quasi mai, se non sporadicamente con qualche elemento come Udom, Bucarelli e Cacace, anche se nella ripresa neanche da loro è arrivata una scossa. Ora ci attende una settimana in cui potremo fare solo 3 allenamenti perché avremo 2 amichevoli (vedere qui il programma), quindi il lavoro dovrà essere concentrato su giochi specifici che riguardano alcuni giocatori, e parlo soprattutto di Roberts, che in questo torneo non aveva chiamate per sé. Non avremo tanto tempo, quindi servirà la massima concentrazione”.