Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marruganti: "La Mens Sana ha bisogno di un palazzo pieno"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

La Mens Sana è con le spalle al muro: o vince gara3 dei quarti di finale play off con Piombino o chiude la stagione in netto anticipo. La vigilia è dunque carica di attesa e tensione. Per scomodare un appello lanciato da Ergin Ataman e diventato ormai un classico, il palasport dovrà essere una bolgia infernale, affollato e rumoroso. "Abbiamo bisogno che il nostro impianto sia pieno - sottolinea il ds Lorenzo Marruganti. - Servirà per dare una bella spinta ai ragazzi, ma anche per far vedere agli avversari che la nostra casa non è un salotto, ma un luogo pieno di passione. Siamo più forti dei nostri avversari e spero che la squadra lo tenga presente in questa fondamentale occasione". Su cosa ha causato il ko in gara 2 (vedere qui), è presto detto: "Abbiamo offerto una brutta prova. Però devo anche dire che sono successe cose che vanno oltre la mia comprensione. Sulle tribune al pubblico, che ha avuto il supporto di non so quale gruppo che in stagione regolare non c'era, è stato concesso tutto, anche di sporgersi dalla balaustra verso il campo, mentre intorno ai nostri tifosi c'è stato un dispiegamento di forze esagerato malgrado accanto a loro il settore locale avesse quantomeno lo stesso atteggiamento. Ma la cosa peggiore è avvenuta sul parquet, dove le provocazioni da parte dei giocatori locali si sono sprecate. Per questo spero che i senesi siano al nostro fianco in gran numero, per aiutarci a far vedere ai piombinesi cosa vuol dire cultura del basket". L'articolo completo è sul Corriere di Siena del 3 magio 2015