Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rissa al Costone, scattano le indagini

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Non accenna a placarsi il clamore per quanto avvenuto al Palaorlandi di Montarioso in occasione del match tra Costone e Montevarchi valido per il campionato di serie C regionale. A 35 secondi dalla fine di quella che era davvero una bella partita, lo sport e il basket sono usciti dal parquet, spinti via in maniera violenta da una rissa generale scoppiata prima tra i giocatori e allargatasi poi sugli spalti, tanto da richiedere l'intervento delle Forze dell'ordine per gettare acqua sul fuoco di tanta violenza. Sedie che volavano, volti tumefatti, ferite e maglie stracciate hanno dominato dove in genere si vedono palloni che rimbalzano e retine che si gonfiano. Il Costone, in quel momento, stava conducendo per 57-50 e gli arbitri, prima di chiudere le ostilità, hanno tentato di riprendere il match dopo aver calmato i giocatori sul parquet, ma proprio quando la cosa sembrava possibile, sono stati i tifosi in gradinata a fronteggiarsi senza troppi complimenti, coinvolgendo nuovamente anche gli atleti. Non essendoci altro da fare, i direttori di gara si sono arresi e si sono barricati nel proprio spogliatoio, insieme agli ufficiali di campo, per stilare un referto certo non tenero. Ora la parola passa al giudice sportivo, chiamato a decidere su multe, squalifiche e sull'eventuale ripetizione dell'incontro. Ma non saranno solo di tipo sportivo le conseguenze di una domenica di follia: tante persone si sono fatte medicare al pronto soccorso e adesso brandiranno i propri referti mentre carabinieri e poliziotti, che hanno raccolto testimonianze sul posto per rendere più precisa la ricostruzione dei fatti ai quali loro stessi hanno assistito, hanno già fatto partire le indagini alla luce delle denunce arrivate e che arriveranno.