Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sesso dopo la colazione: affari d'oro per la barista

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Incrementava il giro di clienti e il volume di affari del bar organizzando incontri a luci rosse nel suo locale di Castelnovo Monti, in provincia di Reggio Emilia, sequestrato preventivamente. A scoprirlo i carabinieri che nella mattina di venerdì 11 agosto hanno eseguito il provvedimento di divieto di dimora nel comune di Castelnovo Monti, su richiesta della Procura reggiana, a carico di una barista di 50 anni residente a Toano. La donna è indagata per favoreggiamento della prostituzione e tentata estorsione. Secondo la ricostruzione degli investigatori il locale gestito dalla 50enne era punto d'incontro tra i clienti e le amiche della barista che, anche se non partecipava direttamente ai guadagni derivanti dalle prestazioni sessuali a pagamento, aveva comunque un ritorno economico consistente nell'aumento del volume delle consumazioni. Al piano interrato c'era una "taverna" attrezzata con tre letti, dei quali uno matrimoniale, dove i carabinieri hanno trovato fogli con appuntati importi di danaro associati a nomi, tra i quali quelli di clienti del bar e di donne emerse nell'indagine.