Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Pd candida anche Piero Ricci alle elezioni regionali

default_image

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

La grande sorpresa in casa Pd relativamente alle candidature per le elezioni regionali ha un nome ed un cognome. E' Piero Ricci l'assoluta novità nella corsa verso Palazzo Panciatichi. E' tutto vero, il presidente della Polisportiva Mens Sana ha trovato le firme necessarie (ce ne volevano almeno 275 di iscritti del Partito democratico in provincia di Siena) e sarà candidato nelle file del Pd. Gli uomini in corsa sono quindi adesso quattro. Uno di troppo, perché nelle liste e nella scheda che gli elettori troveranno nell'urna ci saranno solamente tre nomi. Quattro uomini candidati I candidati sono: Stefano Scaramelli, sindaco di Chiusi; Simone Bezzini, ex presidente della Provincia; Marco Spinelli, ex sindaco di Colle val d'Elsa e consigliere regionale in carica; e, per l'appunto, Piero Ricci. Decisiva sarà a questo punto la direzione provinciale del Partito democratico che si svolgerà nella prossima settimana: sarà questo organo a decidere chi dei quattro attuali candidati “salterà”. Le donne Novità anche per le donne, dove ad Alice Raspanti, il cui nome era già noto da un paio di settimane, si sono aggiunte in extremis Angela Pagni, capogruppo del Pd a Monteroni d'Arbia (il suo nome era “uscito”, tra le voci ed i rumours, già da un paio di mesi, ma le sue quotazioni erano date ultimamente in discesa) e poi quello di Rossella Cottone, di Sinalunga, portavoce della Conferenza delle donne del Pd. La grande novità Ma torniamo alla grande novità della tarda serata di ieri. Il nome di Piero Ricci era già stato collegato alle forze di centrosinistra in una circostanza. Quando, prima delle elezioni comunali del 2013, i partiti della sinistra erano alla ricerca di un nome che potesse unire tutte le componenti, che all'epoca non stavano certamente vivendo un momento positivo e non navigavano in acque tranquille. E allora, prima delle primarie che sancirono la candidatura a sindaco di Bruno Valentini, ci fu chi propose di puntare proprio su Piero Ricci. Questa possibilità durò per un paio di giorni. Ci fu però chi si oppose, come alcuni esponenti di Sinistra, ecologia e libertà che affermarono di non gradire particolarmente questa possibilità. E l'ipotesi sfumò. “Accetto perché Siena ha bisogno di rialzarsi” Stavolta invece è tutto vero. E' ufficiale. Piero Ricci è uno dei candidati del Pd alle regionali. “Tutto è maturato molto velocemente solo negli ultimi giorni - racconta lo stesso Piero Ricci -, nell'ambito di un gruppo di persone responsabili. Abbiamo parlato e valutato la difficile situazione che sta vivendo la città e tutto il territorio senese. Un territorio che ha bisogno di rafforzarsi, avendo come suo epicentro la città di Siena, e che ha bisogno di avere una relazione più stretta e forte con la Regione Toscana. Per questo motivo ho deciso di accettare questa proposta, con la speranza di dare il mio contributo. In tanti e da più parti mi hanno chiesto di accettare. Spero di poter trovare il consenso adeguato e di poter lavorare per il bene del territorio senese. Siena ha bisogno di stimoli e di reagire dopo un periodo difficilissimo”. E la Mens Sana? “Non c'è nessun obbligo di lasciare la Polisportiva. Ne parlerò comunque con la giunta della Polisportiva e faremo un ragionamento basato su questioni di opportunità”.