Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aperto a Siena dal ministro Fioramonti il 779° Anno Accademico dell'ateneo, torna Storia all'esame di Stato

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Lorenzo Fioramonti, Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha aperto questa mattina (sabato 23 novembre 2019) il 779° anno accademico dell'Ateneo di Siena. La cerimonia si è svolta nel palazzo del rettorato ed è iniziata con il saluto dei goliardi, il Gaudeamus Igitur ed il Corteo Accademico. Lunga ed articolata la relazione del Magnifico Rettore Francesco Frati che ha sottolineato l'importante crescita dell'Università di Siena ("sempre più alto il livello di internazionalizzazione del nostro Ateneo. Siamo convinti che una Università, in ossequio al proprio nome, Universitas, debba essere una comunità inclusiva e plurale: in una parola, universale"). Sono intervenuti anche Sara Mannolini in rappresentanza degli studenti e Alessandro Giunti in rappresentanza del personale tecnico amministrativo. Poi la prolusione del Professore Ranuccio Nuti sul "futuro della Medicina: dalla narrazione alla Medicina di precisione". La conclusione con il ministro Fioramonti che ha ribadito il ritorno alle tracce di storia nell'esame di Stato ("Sono andato in contro alle istanze di chi lavora nella scuola") e che la cultura non sarà isolata, ma avrà nuovi fondi.