Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Manifestazione antirazzista, il presidente della Provincia col megafono

Osvaldo Brugi
  • a
  • a
  • a

Circa 200 persone, compresi molti sindaci, assessori e consiglieri comunali della provincia hanno partecipato nel pomeriggio del 20 novembre 2019 alla manifestazione antirazzista e democratica voluta dal presidente della Provincia di Siena, Silvio Franceschelli. L'evento si è tenuto a Siena, in piazza Duomo. Hanno aderito anche alcune associazioni come la Cgil, Libera, Anpi. Presente con le bandiere il Partito democratico guidato dal segretario provinciale Massimo Roncucci. Tra i manifestanti pure l'ex vice sindaco di Siena Fulvio Mancuso e l'ex assessore democristiano Pierpaolo Fiorenzani. L'ultrasinistra, invece, con una cinquantina di militanti e molti studenti universitari, è arrivata davanti al Palazzo della Provincia dopo un corteo che si è snodato lungo le vie del centro. La giornata era iniziata a Colle Val d'Elsa con le istituzioni del territorio ed il Prefetto Armando Gradone, che hanno accolto il vice ministro degli Interni Matteo Mauri il quale ha portato la solidarietà del Governo alla comunità musulmana e al Centro culturale islamico. Tutto questo nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Firenze che ha messo sotto inchiesta 12 presunti estremisti di Siena e provincia che durante alcune telefonate intercettate dalla polizia avrebbero progettato atti intimidatori contro la Moschea. "Siamo soddisfatti per un presidio che ha visto la presenza  di quasi tutti i sindaci e istituzioni,  a prescindere dal colore politico. E' stato un momento per riaffermare i valori democratici e di accoglienza" ha detto Franceschelli che ha parlato ai presenti con un megafono. Nel lasciare la piazza però alcuni manifestanti hanno palesato un po' di amarezza per la poca presenza: "Speravamo ci fossero più cittadini, più popolo essendo una manifestazione provinciale e su valori fondanti della nostra Costituzione. Per fortuna la presenza dei sindaci e dei consiglieri ha bilanciato le troppe assenze che anche a Siena pesano e sono preoccupanti. In questa città da molto tempo ormai respiriamo un'aria troppo a destra".