L'epidemia

Siena, il Coronavirus ha aiutato i tumori. Il lockdown ha rallentato la prevenzione ma ora la Lilt ha riaperto

24.05.2020 - 01:01

0

di Alessandro Lorenzini

Il Covid 19 ha bloccato anche la prevenzione sul fronte tumori. Per questo, nella Fase due di riapertura, la Lega italiana per la lotta contro i tumori di Siena sta per quanto possibile intensificando la propria attività e ha riaperto la sede con uno specifico protocollo, per tornare a fare prevenzione in completa sicurezza. I due mesi di lockdown hanno purtroppo impedito che la sede di Siena, in viale Europa, proseguisse nell’importante attività di screening e di cura anticancro, anche nei casi che avevano bisogno di valutazioni costanti, ma per fortuna adesso l’attività è ripresa. “La sede ha riaperto – commenta Gaia Tancredi, presidente della Lilt di Siena – i pazienti non usufruiscono delle sale d’aspetto interne per rispettare le norme sul distanziamento, quindi attendono all’aria aperta. Chi non può stare in piedi aspetta in auto e viene chiamato al telefonino al momento della visita, in caso di pioggia abbiamo uno spazio coperto. Prima di entrare è necessario detergersi le mani e firmare un’autocertificazione sulla temperatura corporea, inoltre un nostro addetto gestisce il flusso delle persone. Per quanto riguarda il personale di segretaria e amministrativo, facciamo turni che permettono la presenza di un solo addetto in ogni postazione. Le stanze e gli uffici della direzione rimangono invece separati dal resto del complesso per tutto l’orario di apertura e comunque lavoriamo con distanziamento e seguendo turni”. Grande attenzione anche negli ambulatori per le visite: “Gli strumenti vengono sanificati ad ogni visita, i nostri specialisti agiscono indossando dispositivi di protezione individuali anche innovativi. Ad esempio tute che vengono sanificate e tutta una serie di precauzioni e misure di sicurezza”. “Ci siamo attenuti in maniera molto rigida alle disposizioni, con un percorso preciso – spiega il direttore sanitario Enrico Pinto – è importante che chi viene a fare prevenzione non entri in contatto con il virus. La situazione è stata ferma troppo tempo”. “Vedere tumori in ritardo non è prevenzione - aggiunge Pinto - per questo motivo abbiamo spinto per ripartire prima possibile. Si facevano diagnosi a mille e cento persone ogni mese in Italia, questi numeri adesso purtroppo si accumulano. La prevenzione è lo strumento principale che abbiamo a disposizione”. “E’ importante prevenire – aggiunge Gaia Tancredi – come diciamo da sempre. Purtroppo il Covid ha messo in un angolo per diverse settimane questo tipo di attività e ci siamo ritrovati con diagnosticare, in questi giorni, sette nuovi tumori alla mammella, così come in altri organi. Interrompere la prevenzione, come siamo stati costretti a fare, è stato deleterio nella lotta al tumore. Dobbiamo correre subito ai ripari, per quanto abbiamo attivato un percorso diretto con l’azienda ospedaliera per una continuità assistenziale e per dare risposte importanti alle persone che hanno bisogno. Purtroppo abbiamo avuto un’incidenza importante, sono stati due mesi difficile. Capiamo tutto, ma adesso ne paghiamo le conseguenze. Dalla diagnosi si parte, adesso più che mai - conclude la presidente - Per questo invito la popolazione a tornare nella nostra sede senza alcun timore, con il nostro direttore sanitario professor Enrico Pinto abbiamo approntato tutte le misure necessarie per un’attività in completa sicurezza”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Fase 2: primo week end lungo col ponte del 2 giugno

Coronavirus, Fase 2: primo week end lungo col ponte del 2 giugno

Como, 1 giu. (askanews) - L'ultimo weekend del mese di maggio 2020 ha coinciso anche con il primo ponte italiano post lockdown per la pandemia di Covid-19, quello del 2 giugno. Celebrazioni ridotte per la Festa della Repubblica e tanta amarezza per le vittime causate dal coronvirus eppure - anche in Lombardia, la regione più colpita dall'epidemia che resta osservata speciale anche nella Fase 2 ...

 
Gisella Cozzo canta "Grazie a Milano" e segna fine del lockdown

Gisella Cozzo canta "Grazie a Milano" e segna fine del lockdown

Milano, 1 giu. (askanews) - Un abbraccio in musica alla sua città d'elezione. La cantautrice italo-australiana Gisella Cozzo ha composto, interpretato e diretto "Grazie a Milano" che vuole essere un ringraziamento alla città cosmopolita che l'ha accolta regalandole nuove opportunità di vita, personali e artistiche. "Grazie Milano è un progetto che è nato durante il lockdown, perchè ho sentito ...

 
Chiude "Chiamatemi Anna", i fan disperati si appellano a Netflix

Chiude "Chiamatemi Anna", i fan disperati si appellano a Netflix

Roma, 1 giu. (askanews) - Ce la faranno i fan a convincere il gigante Netflix? Sarà dura anche se il pubblico di affezionati in questione è composto da teenager disperati per la fine della loro serie tanta amata, "Chiamatemi Anna", adattamento del romanzo "Anna dai capelli rossi" con protagonista la giovane attrice Amybeth McNulty. Il suo destino era noto da tempo: lo stop dopo la terza stagione, ...

 
Spazio, Crew Dragon: il commento dell'astronuata Maurizio Cheli

Spazio, Crew Dragon: il commento dell'astronuata Maurizio Cheli

Houston, 1 giu. (askanews) - L'accesso alla Stazione spaziale internazionale di Bob Behnken e Doug Hurley, i primi astronauti americani a essere partiti il 30 maggio 2020 dal territorio degli Stati Uniti, su un'astronave Made in Usa, la Crew Dragon ribattezzata "Endeavour" da 9 anni a questa parte, non rappresenta solo il ritorno degli Stati Uniti d'America all'accesso diretto allo Spazio dal ...

 
Gaia Gozzi fidanzata, chi è il suo amore: impazza il gossip sulla cantante vincitrice di Amici 2020

Televisione

Gaia Gozzi fidanzata, chi è il suo amore: impazza il gossip sulla cantante vincitrice di Amici 2020

Il gossip, per così dire, lo ha avviato proprio Maria De Filippi nel corso dell'ultima puntata di Amici Speciali. Ha lasciato intendere che Gaia Gozzi sarebbe impegnata e non ...

01.06.2020

Al Bano: "Ho una pensione di 1.470 euro, senza concerti posso vivere solo un anno"

IL PERSONAGGIO

Al Bano: "Ho una pensione di 1.470 euro, senza concerti posso vivere solo un anno"

Al Bano è preoccupato: l'annullamento di tutti i suoi concerti e il turismo bloccato, ha un ristorante e un hotel nella sua tenuta di Cellino San Marco, mettono in difficoltà ...

01.06.2020

Uomini e Donne non va in onda, cosa viene trasmesso su canale 5 al suo posto oggi e domani 2 giugno

Televisione

Uomini e Donne non va in onda, cosa viene trasmesso su canale 5 al suo posto oggi e domani 2 giugno

Non va in onda, oggi lunedì 1 giugno e domani, la trasmissione di Canale 5 Uomini e Donne. Il programma di Maria De Filippi torna da mercoledì 3 giugno, in onda come sempre ...

01.06.2020