Fase 2

Siena, l'emozione di tornare nei negozi dopo 70 giorni. Previsioni e attese dei commercianti Guarda le foto

21.05.2020 - 00:40

0

Emergenza Coronavirus, Fase 2 a Siena. Quando hanno finalmente ritirato su la saracinesca della loro attività, i commercianti senesi hanno provato un’emozione profonda. “Le risposte sono state subito positive – commenta Ivana Kotsyba di Scout – Nella prima ora di lavoro abbiamo venduto cinque capi di abbigliamento. C’è voglia di acquistare dopo due mesi per tutti molto pesanti”. “Affronteremo uno scenario nuovo – afferma Andrea Leonardi di Zeta shoes – Nei prossimi mesi vedremo pochi turisti che in primavera e in estate sono il 50% della mia clientela. Spero che il turismo di prossimità dia risposte e che potremo tenere aperti i negozi fino a tarda sera in estate”. Nei bar si torna a socializzare davanti ad un caffè. “Avvertiamo voglia di ricominciare – dichiara Gianluca De Colli del Caffè la piazzetta – Abbiamo tutti avuto pesanti danni economici, ora ripartiamo con le precauzioni necessarie e devono sparire le paure. Ho provato la stessa emozione dell’inaugurazione, diciotto anni fa”. Per Lacri Piotrovschi di Mywalit Trame “l’emozione si accompagna alla preoccupazione per ciò che potrà succedere nelle prossime settimane”. “Due mesi di chiusura mi sono costati 20mila euro di mancati introiti – afferma Giulio Venturini di Xo – ma rivedere i clienti mi riempie il cuore di gioia”.

“Ripartiamo fiduciosi e pronti”, dice Mattia Bracci di Grey Contemporary. “Le clienti ricominciano ad entrare, sono fiducioso”, commenta Massimiliano Virto di Primadonna Collection. “Riaprire è bellissimo, via Montanini si sta pian piano ripopolando”, afferma Roberto Cigna della Gioielleria Cigna. “Sembra come il primo giorno di scuola”, sono le parole di Cristina Altieri di Tally Weijl. “Ci siamo adoperate per organizzare il negozio: misuriamo la febbre a ogni cliente che entra, utilizziamo i dispositivi e seguiamo tutte le norme – spiega Carlotta Spadoni del negozio di abbigliamento Dixie – La paura che le vendite non ripartano c’è, ma credo che le persone siano invogliate ad uscire e fare acquisti, dopo un lungo periodo in casa. Ovviamente, il flusso non è lo stesso di prima”. Ha tenuto il conto dei giorni Consuelo Landi di Kiko: “Siamo state chiuse per due mesi e 8 giorni. C’è soddisfazione: sono già stati fatti diversi scontrini. Le persone attendevano con ansia questo momento”. Il futuro preoccupa: “Enormi dubbi – dichiara Elena Nardi di Swarovski – Lavoriamo soprattutto con i turisti e quest’anno sarà veramente difficile. Inoltre, niente matrimoni, comunioni o cresime, tutti eventi per i quali lavoriamo molto. Stamani non si è affacciato nessuno e non credo vada a migliorare”. “Abbiamo i nostri clienti senesi, ma il turismo è una grossa fetta – racconta Ilaria Settanni di Accessorize – Per ora sta andando abbastanza bene: lavorare così è un po’ macchinoso, ma siamo felici di aver riaperto”. Nel negozio di abbigliamento Corsini si respira ottimismo: “Ci siamo preparati benissimo, seguendo tutte le indicazioni. Il turismo è importante, sarà una mancanza che sentiremo tutti”. Il periodo è stato difficile anche per chi è rimasto aperto: “E’ stata comunque dura – racconta Cristiana Mazzeschi della Polleria Fusi – In queste settimane tanta gente non è più andata al supermercato e ha preferito il piccolo negozio. Oggi c’è bisogno di valorizzare la bottega di città”. Situazione drammatica per i fotografi: “Va male. 

Arianna Falchi e Gennaro Groppa

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano Digital Week, la vera rivoluzione digitale? Collaborare

Milano Digital Week, la vera rivoluzione digitale? Collaborare

Milano, 28 mag. (askanews) - Le piattaforme tecnologiche cuore di una rivoluzione digitale nel nome della collaborazione. Soprattutto in quest'epoca di trasformazione post Covid-19, in cui superare le barriere fisiche e geografiche è fondamentale perché non ci sia un lockdown anche delle idee e dell'innovazione. Un tema affrontato durante la Milano Digital Week, quest'anno con eventi solo ...

 
COVIDesignJam, una jam session per ridisegnare il futuro

COVIDesignJam, una jam session per ridisegnare il futuro

Roma, 28 mag. (askanews) - Una non-stop di 36 ore, spontanea come una jam session musicale, ma in cui si sono confrontati alcuni dei maggiori progettisti e designer italiani, per riprogettare la nostra quotidianità trasformando in positivo il "distanziamento sociale", cercando di ricreare connessioni ed empatia tra le persone. È la COVIDesignJam, che si è svolta dal 22 al 24 maggio 2020 e ha ...

 
Stasera in tv 28 maggio 2020, Femmine contro maschi su Canale 5 con Claudio Bisio: anticipazioni

Televisione

Stasera in tv 28 maggio 2020, Femmine contro maschi su Canale 5 con Claudio Bisio: anticipazioni

Il film Femmine contro maschi va in onda stasera, giovedì 28 maggio 2020, su Canale 5. Una pellicola di Fausto Brizzi del 2011, con Claudio Bisio, Nancy Brilli, Salvo Ficarra,...

28.05.2020

Uomini e Donne di oggi giovedì 28 maggio: le anticipazioni. Discussione con l'Alchimista

Televisione

Uomini e Donne di oggi giovedì 28 maggio: le anticipazioni. Discussione con l'Alchimista

Va in onda una nuova puntata di Uomini e Donne condotto da Maria De Filippi, oggi giovedì 28 maggio 2020, alle 14,45, su Canale 5. Al centro della puntata - secondo le ...

28.05.2020

Stasera in tv 28 maggio, su Rai Premium (canale 25) "The Resident": appassionante serie televisiva

Televisione

Stasera in tv 28 maggio, su Rai Premium (canale 25) "The Resident": appassionante serie televisiva

Va in onda stasera “The Resident”, medical drama su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre) in prima serata alle 21.20 ogni giovedì da oggi 28 maggio. Per approfondire ...

28.05.2020