Turismo in Italia, valore aggiunto 103,6 miliardi e +4,6% arrivi

XXI rapporto dell'Iriss-Cnr presentato per la Bit

14.02.2018 - 18:00

0

Milano (askanews) - L'Italia con 53 siti Unesco è il primo Paese al mondo per disponibilità di patrimonio artistico-culturale e tra i primi 3 dove si consiglia viaggiare nel 2018. Il valore aggiunto attivato dal turismo è di 103,6 miliardi di euro, pari al 6,9% del totale, il numero degli occupati ha superato i 3,2 milioni, circa il 13,2% dell'occupazione nazionale. Sono i dati del XXI Rapporto sul turismo italiano, curato dall istituto di ricerca su innovazioni e servizi per lo sviluppo del Consiglio nazionale delle ricerche del Turismo di Milano. Il direttore Alfonso Morvillo, che ha curato il rapporto: "Adottando un'accezione allargata di turismo vediamo che pesa oltre il 12% del Pil, aumentato rispetto all'anno scorso, vale tre volte l'agroalimentare e 4 il tessile abbigliamento in termini di valore aggiunto, è un settore strategico su cui assolutamente puntare".

Francesco Palumbo della Direzione generale turismo del ministero per i beni e le attività culturali. "I numeri 2017 e le proiezioni 2018 ci dicono che il turismo italiano è in un momento di grandissimo boom e rilevanza con +4,6% di arrivi e 6,7% di presenze, del 23,7% di spesa in più al Sud Italia e bilancia dei pagamenti in attivo. Il rapporto è importante perchè proprio in questi momenti storici bisogna avere il coraggio di cambiare e portare innovazione".

Il dato negativo è che l'Italia cresce comunque meno dell'Europa e non in modo uniforme da regione a regione. "Le più significative sono Puglia, Sardegna e Lombardia, in alcune regioni del Sud c'è invece un calo".

Nel 2016 i consumi turistici in Italia sono stati pari a 93,9 miliardi di euro, di cui 36,4 riconducibili alla domanda straniera (38,7% del totale) e 57,6 miliardi a quella interna (61,3% del totale). Il turismo domestico tra 2015 e 2016 è cresciuto dell'1,6%, quello straniero in media del 2,5% in 5 anni con in testa i tedeschi e poi francesi e britannici. È il risultato anche di fattori esogeni legati a crisi economiche, catastrofi naturali, attentati terroristici e cambiamenti strutturali del settore come la diffusione della sharing economy e la reintermediazione con gli agenti di viaggio online oltre a nuovi fenomeni come il turismo per lo shopping, di lusso o Lgbt.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bindi: preoccupante l'uso della violenza in campagna elettorale

Bindi: preoccupante l'uso della violenza in campagna elettorale

Roma, (askanews) - "E' preoccupante lo sdoganamento dell'uso della violenza che sta avvenendo in campagna elettorale, che fa tornare i mostri del passato sulla scena odierna: la mafia può permettersi di non sparare perchè anche la società parla un linguaggio violento". Lo ha detto la presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, durante la presentazione della Relazione finale ...

 
Lombardi: il 2 marzo in piazza con Di Maio e mi auguro Grillo

Lombardi: il 2 marzo in piazza con Di Maio e mi auguro Grillo

Roma, (askanews) - Roberta Lombardi sarà sul palco di piazza del Popolo il prossimo 2 marzo per la chiusura della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle insieme a Luigi Di Maio e Beppe Grillo. Lo dice intervistata da Askanews. "Certo, sarò in piazza del Popolo", spiega. Alla domanda sulla presenza di Grillo la candidata M5s alla presidenza della Regione Lazio risponde: "Mi auguro proprio di ...

 
Il veliero Hermione salpa dalla Francia, fa rotta verso l'Africa

Il veliero Hermione salpa dalla Francia, fa rotta verso l'Africa

La Rochèlle (askanews) - Il veliero Hermione ha ripreso il largo. La replica dello storico tre alberi, che nel 1780 partì dalla Francia con a bordo il generale Lafayette per sostenere la causa degli indipendentisti dei futuri Stati Uniti d'America, ha lasciato il porto di la Rochelle, in Francia. Il veliero è diretto a Tangeri, in Marocco, prima tappa di un viaggio di quattro mesi e mezzo ...

 
Cisgiordania, Israele installa le case nelle nuove colonie

Cisgiordania, Israele installa le case nelle nuove colonie

Gerusalemme (askanews) - Israele ha iniziato a installare le prime abitazioni in un nuovo insediamento in Cisgiordania, il primo dopo 25 anni. I camion sono arrivati nel sito che si chiamerà Amichai, dove sono state posate le prime case prefabbricate, una decina. Nel giro di un mese, qui, dovrebbero installarsi una quarantina di famiglie israeliane evacuate dal sito illegale di Amona.

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018