Milano, scienza e tecnologia sulla scena del crimine

Siglato accordo tra il Museo della Scienza e i Carabinieri

14.12.2017 - 20:30

0

Milano (askanews) - E' grazie a scienza, tecnologia e alle sempre più evolute procedure di indagine che per i responsabili dei delitti è sempre più difficile rimanere impuniti. Oggi l'indagine scientifica ha assunto un ruolo fondamentale. Basti pensare che in uno degli ultimi casi di cronaca è bastato un singolo capello ritrovato sul luogo di un grave delitto di sangue per trovare e catturare gli autori.

Ecco perché il Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano e l'Arma dei carabinieri, che ha tra i fiori all'occhiello un settore specializzato in investigazioni scientifiche, da cui dipendono i famosi "Ris di Parma", hanno deciso di avviare un progetto di collaborazione. Obiettivo: organizzare eventi, convegni ed attività espositive su come la scienza e le tecnologia vengono utilizzati e si evolvono sulla scena del crimine.

Durante le cerimonia per la firma del protocollo d'intesa, i carabinieri hanno donato al Museo una valigetta criminalistica completa di kit per rilievi scientifici, come simbolo di cooperazione tra le istituzioni.

Al suo interno è possibile trovare le polveri e i pennelli utilizzati per esaltare le impronte digitali, i sistemi per l'evidenziazione e il prelevamento di tracce biologiche sulla scena del crimine oppure l'occorrente per i rilievi metrico fotografici.

Dell'importanza della scienza e della tecnologia sulla scena del crimine ne parla il Comandante generale dei Carabinieri, tullio Del Sette:

"Oggi i responsabili della quasi totalità dei reati più gravi, non solo gli omicidi, vengono individuati attraverso l'indagine scientifica. E' un dato di fatto. E sono prove inconfutabili quando acquisite quando il metodo scientifico"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Morti in mare, Papa Francesco: ''Simili tragedie non devono più ripetersi, si agisca con decisione''

Morti in mare, Papa Francesco: ''Simili tragedie non devono più ripetersi, si agisca con decisione''

(Agenzia Vista) Roma, 22 luglio 2018 Morti in mare, Papa Francesco: "Simili tragedie non devono piu' ripetersi, si agisca con decisione" Papa Francesco durante l'Angelus domenicale ha rivolto un appello alla comunità internazionale affiche' non si ripetano le morti in mare, come avvenuto nelle ultime settimane: "Sono giunte in queste ultime settimane drammatiche notizie dell'affondamento di ...

 
Muccino lancia la sfida all'anoressia

Il fatto

Muccino lancia la sfida all'anoressia

 “Sono passati quindici anni dall’apertura di Palazzo Francisci. E sono passate da qui, per un periodo della loro vita, tante giovani vite a cui la malattia aveva tolto la ...

16.07.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018