Iraq, esercito governativo raggiunge tutti gli obiettivi a Kirkuk

Presidente iracheno: blitz provocato da referendum sul Kurdistan

18.10.2017 - 11:00

0

Bagdad (askanews) - In Iraq i curdi, schiacciati da formidabili interessi geopolitici multinazionali, ripiegano di fronte alla riconquista di Kirkuk da parte delle unità governative. Le forze militari di Bagdad hanno infatti raggiunto tutti i loro obiettivi nell'operazione di 48 ore che ha permesso loro di schierarsi senza colpo ferire, di fronte alla ritirata degli avversari, nelle zone ricche di petrolio dell'Iraq settentrionale e di cui avevano perso il controllo da tre anni, di fronte all'avanzata dell'Isis prima e delle rivendicazioni curde poi.

Il ripristino della sicurezza nei settori di Kirkuk è stato completato, ha reso noto in un comunicato il Comando congiunto della Difesa irachena. Dal canto suo, il presidente iracheno Fuad Masum, di etnia curda, ha attribuito al referendum di indipendenza del Kurdistan da Baghdad, tenuto a fine settembre, le cause che hanno provocato un intervento militare delle truppe irachene per riprendere il controllo della ricca provincia petrolifera di Kirkuk, contesa tra arabi e curdi.

"Il referendum sull'indipendenza della regione del Kurdistan dall'Iraq ha causato un grave disaccordo tra il governo centrale e il governo del Kurdistan", ha dichiarato Masum in un discorso trasmesso dalla tv di Stato.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

Borse positive, corre Bper ma frena Fca

Le Borse europee chiudono in rialzo. Riflettori puntati sulla riunione dei Paesi Opec: è stato deciso all'unanimità un aumento della produzione fino a un milione di barili al giorno. A fine seduta a Milano guadagna lo 0,99%, spread in calo. Maglia rosa per Londra +1,67%, positive le piazze di Parigi +1,34% e Francoforte +0,54%. A Piazza Affari corre Bper +7,36% dopo che il gruppo Unipol ha ...

 
Lincei: giovani e relazioni internazionali tra priorità Accademia

Lincei: giovani e relazioni internazionali tra priorità Accademia

Roma, (askanews) - Si è chiuso oggi a Palazzo Corsini, alla presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella, il 415esimo Anno Accademico dei Lincei, la più antica Accademia del mondo. L'Adunanza solenne si è aperta con la relazione del presidente Alberto Quadrio Curzio sull'attività svolta nell'Anno Accademico 2017-2018 e nel triennio 2015-2018 che lo ha visto alla guida della prestigiosa ...

 
L' omaggio di Perugia alla musica

La festa

L' omaggio di Perugia alla musica

Festa della musica giovedì 21 giugno nel centro storico di Perugia. Cinque postazioni in altrettante aree dell'acropoli hanno suonato e fatto ballare persone di ogni età ...

22.06.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018