Lo splendore dell'India: a Venezia i tesori dei Moghul

A Palazzo Ducale mostra sui gioielli della Collezione Al Thani

15.09.2017 - 13:30

0

Venezia (askanews) - Venezia, da sempre, è stato il luogo dove l'Occidente e l'Oriente si sono incontrati, spesso nel segno di una magnificenza che ancora oggi è parte del fascino di questa città inimitabile. Per questo appare naturale che, accanto alle grandi sale decorate da Tintoretto o Veronese a Palazzo Ducale, sia allestita la mostra sui gioielli provenienti dall'India della Collezione Al Thani, "Tesori dei Moghul e dei maharaja", curata dal conservatore Amin Jaffer.

"La mostra è una treasure house - ci ha detto il rappresentante della Collezione Al Thani - che presenta gemme e gioielli dal XVI secolo fino a oggi. L'atmosfera e il design vorrebbero essere eterei, magici, molto speciali, come se venissero da un altro mondo. E qui abbiamo creato proprio una piattaforma per questi oggetti che sono magici e straordinari. Gemme incastonate e ricoperte di gioielli che rappresentano la cultura regale dello splendore in India nel corso dei secoli".

L'allestimento è di immediato impatto, anche se il potere ipnotico delle gemme poi prende magneticamente il sopravvento, anche quando ciò che osserviamo sono pugnali o spade. E uno degli ulteriori elementi di fascino - come ci ha spiegato il co-curatore, Gian Carlo Calza, importante studioso dell'Oriente - è la compresenza di diverse culture.

"I Moghul - ci ha spiegato il professore - sono stati un fattore estremamente importante, non solo dal punto di vista politico e non solo, come si può vedere in queste bacheche, per lo splendore e per la ricchezza, ma per la fusione che hanno determinato di stili diversi".

"Gli imperatori Moghul, che hanno governato l'India dal XVI secolo all'inizio del XVIII, e i loro successori, i maharajah - ha aggiunto Jaffer - erano conosciuti proprio per la magnificenza. Quando gli ambasciatori europei andavano alla corte dei Moghul riferivano che in Occidente non c'era nulla che potesse competere con tale splendore".

Ricchezza e bellezza estreme, insomma. Ma nella mostra veneziana, realizzata sotto la direzione scientifica di Gabriella Belli, si trovano anche importanti riferimenti spirituali. "I santi del buddismo, i bodhisattva - ha concluso il professor Calza - sono vestiti come dei principi, con gioielli e vesti sontuose".

Splendore in ogni senso, dunque. Che nelle sale di Palazzo Ducale si potrà ammirare fino al 3 gennaio 2018.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Nigeria, attacco di Boko Haram in un villaggio: almeno 5 morti

Nigeria, attacco di Boko Haram in un villaggio: almeno 5 morti

Tunhushe (askanews) - Almeno cinque persone sono state uccise e sei ferite in un attacco lanciato da militanti del gruppo jihadista Boko Haram contro Tunhushe, un villaggio del nordest della Nigeria, solo 6 km a nord di Maiduguri, capitale dello stato di Borno, roccaforte storica di Boko Haram. Un kamikaze si è fatto esplodere vicino a un gruppo di residenti che domiva all'aria aperta. Poi i ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018