Lo splendore dell'India: a Venezia i tesori dei Moghul

A Palazzo Ducale mostra sui gioielli della Collezione Al Thani

15.09.2017 - 13:30

0

Venezia (askanews) - Venezia, da sempre, è stato il luogo dove l'Occidente e l'Oriente si sono incontrati, spesso nel segno di una magnificenza che ancora oggi è parte del fascino di questa città inimitabile. Per questo appare naturale che, accanto alle grandi sale decorate da Tintoretto o Veronese a Palazzo Ducale, sia allestita la mostra sui gioielli provenienti dall'India della Collezione Al Thani, "Tesori dei Moghul e dei maharaja", curata dal conservatore Amin Jaffer.

"La mostra è una treasure house - ci ha detto il rappresentante della Collezione Al Thani - che presenta gemme e gioielli dal XVI secolo fino a oggi. L'atmosfera e il design vorrebbero essere eterei, magici, molto speciali, come se venissero da un altro mondo. E qui abbiamo creato proprio una piattaforma per questi oggetti che sono magici e straordinari. Gemme incastonate e ricoperte di gioielli che rappresentano la cultura regale dello splendore in India nel corso dei secoli".

L'allestimento è di immediato impatto, anche se il potere ipnotico delle gemme poi prende magneticamente il sopravvento, anche quando ciò che osserviamo sono pugnali o spade. E uno degli ulteriori elementi di fascino - come ci ha spiegato il co-curatore, Gian Carlo Calza, importante studioso dell'Oriente - è la compresenza di diverse culture.

"I Moghul - ci ha spiegato il professore - sono stati un fattore estremamente importante, non solo dal punto di vista politico e non solo, come si può vedere in queste bacheche, per lo splendore e per la ricchezza, ma per la fusione che hanno determinato di stili diversi".

"Gli imperatori Moghul, che hanno governato l'India dal XVI secolo all'inizio del XVIII, e i loro successori, i maharajah - ha aggiunto Jaffer - erano conosciuti proprio per la magnificenza. Quando gli ambasciatori europei andavano alla corte dei Moghul riferivano che in Occidente non c'era nulla che potesse competere con tale splendore".

Ricchezza e bellezza estreme, insomma. Ma nella mostra veneziana, realizzata sotto la direzione scientifica di Gabriella Belli, si trovano anche importanti riferimenti spirituali. "I santi del buddismo, i bodhisattva - ha concluso il professor Calza - sono vestiti come dei principi, con gioielli e vesti sontuose".

Splendore in ogni senso, dunque. Che nelle sale di Palazzo Ducale si potrà ammirare fino al 3 gennaio 2018.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Esponente FN aggredito a Palermo: fermate due persone

Esponente FN aggredito a Palermo: fermate due persone

Palermo (askanews) - Due persone di 26 e 28 anni sono state fermate dalla Digos di Palermo nell'ambito delle indagini sulla aggressione del segretario provinciale di Forza Nuova, Massimiliano Ursino. Determinanti si sono rivelate le testimonianze acquisite sul luogo dell'aggressione e la visione delle immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza della zona, nonché la profonda conoscenza ...

 
Champions, Roma ribaltata in Ucraina,  2-1 per lo Shakhtar

Champions, Roma ribaltata in Ucraina, 2-1 per lo Shakhtar

Karkiv (askanews) - Roma sconfitta 2-1 in Ucraina dallo Shakhtar Donetsk nel match di andata degli ottavi di finale di Champions League. Match dai due volti con i giallorossi autori di un'ottima prestazione nel primo tempo e di una bruttissima prova nel secondo. Il gol di Under al 41' del primo tempo è ribaltato da Facundo Ferreyra e Fred nella ripresa al 7' e 26'. Grande rammarico per il tecnico ...

 
Bindi: preoccupante l'uso della violenza in campagna elettorale

Bindi: preoccupante l'uso della violenza in campagna elettorale

Roma, (askanews) - "E' preoccupante lo sdoganamento dell'uso della violenza che sta avvenendo in campagna elettorale, che fa tornare i mostri del passato sulla scena odierna: la mafia può permettersi di non sparare perchè anche la società parla un linguaggio violento". Lo ha detto la presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, durante la presentazione della Relazione finale ...

 
Lombardi: il 2 marzo in piazza con Di Maio e mi auguro Grillo

Lombardi: il 2 marzo in piazza con Di Maio e mi auguro Grillo

Roma, (askanews) - Roberta Lombardi sarà sul palco di piazza del Popolo il prossimo 2 marzo per la chiusura della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle insieme a Luigi Di Maio e Beppe Grillo. Lo dice intervistata da Askanews. "Certo, sarò in piazza del Popolo", spiega. Alla domanda sulla presenza di Grillo la candidata M5s alla presidenza della Regione Lazio risponde: "Mi auguro proprio di ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018