A Barcellona le Festes de Gràcia continuano: "Vincere la paura"

Spettacolari decorazioni, ma stop a concerti e balli notturni

19.08.2017 - 19:00

0

Barcellona (askanews) - Quella delle feste rionali estive è una delle tradizioni più sentite di Barcellona, ed è stata travolta dall'attentato della Rambla, come tutta la vita della metropoli catalana. Nel quartiere di Gràcia quest'anno si celebra il 200mo anniversario delle "Festes" più antiche e scenografiche della città, che durano un'intera settimana e cominciano a Ferragosto. Dopo l'attacco del 17 agosto, l'associazione del quartiere ha deciso di cancellare gli eventi notturni, come concerti e balli, e mantenere solo quelli diurni. La festa prevede una competizione fra le strade (i "carrers") del quartiere per la decorazione più bella e originale, ed è un'occasione di collaborazione fra le generazioni a cui partecipano giovani e anziani, vecchi e nuovi abitanti del rione, lavorando per settimane.

Manolita Dominguez, presidente del Carrer de la Providència, che per caso quest'anno aveva scelto la pace come tema delle decorazioni della strada: "Chiaro, abbiamo mantenuto le merende, le attività per bambini, i pranzi sociali, ma chiaramente i concerti notturni, che è quando viene più gente, questi non li facciamo. Certo, abbiamo notato che c'è molta meno gente, c'è un calo notevole. Però le circostanze sono queste, ci tocca vivere così, disgraziatamente".

Laura e Sonia sono italiane, ma vivono da tempo in Catalogna: "Per me assolutamente hanno fatto benissimo, come si fa a continuare la festa dopo quel che è successo? Hanno fatto bene a ridurle, eliminarle del tutto, forse anche per motivi logistici, era difficile, hanno fatto bene a ridurle. "Tutti si va avanti, le tragedie succedono, anche questi atti terroristici, però anche noi, si sta facendo un giro, ma non è che c'è questa voglia di fare chissacché. Però è normale anche non fermarsi , andare avanti, in modo più pacato per rispetto verso quello che è successo però comunque si va avanti sempre, per non darla vinta a loro."

E alla fine tutti, ciascuno a modo suo, partecipano al nuovo spirito: così, anche il gruppo antifascista Antifa El Polvorì ha deciso di spostare al pomeriggio il suo concerto e dj set: "Sì, abbiamo deciso di ridurre un po', insomma, non è che dobbiamo silenziare tutto, però bisogna vincere la paura: allora abbiamo deciso di continuare la festa, però senza fare tardi".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il dramma del San Juan valutato da un comandante brasiliano

Il dramma del San Juan valutato da un comandante brasiliano

Niteroi, Brasile (askanews) - Il dramma del San Juan, il sommergibile argentino con 44 uomini di equipaggio di cui si sono persi i contatti da una settimana, ha mobilitato ricerche a tappeto da parte delle marine militari di molti paesi, compresa quella del Brasile. Il comandante di un sottomarino brasiliano illustra la partecipazione del suo paese nelle operazioni internazionali di ricerca e i ...

 
A Catania le opere di Echaurren, street artist ante litteram

A Catania le opere di Echaurren, street artist ante litteram

Catania (askanews) - 'La beauté est dans la rue', slogan del maggio francese, può essere considerato il concept della mostra 'Pablo Echaurren - Soft wall' ospitata al Palazzo della Cultura di Catania dal 24 novembre al 14 gennaio 2018: pur attraversando un percorso cronologico di tre decenni, non è una antologica bensì una rassegna a tema, incentrata sul costante dialogo che Echaurren, pittore, ...

 
Francesca Comencini:un film sulla mia storia e la fine d'un amore

Francesca Comencini:un film sulla mia storia e la fine d'un amore

Roma (askanews) - Nel suo nuovo film, "Amori che non sanno stare al mondo", nei cinema dal 29 novembre, Francesca Comencini racconta con ironia e lucidità la fine di un amore e il differente cammino che intraprendono un uomo e una donna per superare quel lutto e iniziare una nuova vita: "Il desiderio di fare il film, la spinta a fare il film, è partito dall'attraversare io stessa un momento che ...

 
Myanmar e Bangladesh: accordo su rimpatrio Rohingya entro 2 mesi

Myanmar e Bangladesh: accordo su rimpatrio Rohingya entro 2 mesi

Dacca (askanews) - Il Bangladesh e il Myanmar hanno raggiunto un accordo per avviare il rimpatrio, entro due mesi, dei rifugiati Rohingya, L'intesa arriva alla fine dell'incontro tra il ministro degli Esteri del Bangladesh, Mahmood Ali e la leader birmana, il premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, avvenuto a Naypyidaw, la capitale politica birmana. Oltre 620mila Rohingya si sono rifugiati in ...

 
Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

Gossip

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

La foto pubblicata dal periodico "Chi" è la prova provata che il rapporto fra Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sta sempre più saldando. Dopo che lei è andata a ...

14.11.2017

Frizzi è tornato a casa

Il fatto

Frizzi è tornato a casa

Fabrizio Frizzi ha lasciato l'ospedale. Lo stretto riserbo sulle condizioni di salute del conduttore colpito da malore il 24 ottobre continua, ma Carlo Conti, durante un ...

06.11.2017