A Barcellona le Festes de Gràcia continuano: "Vincere la paura"

Spettacolari decorazioni, ma stop a concerti e balli notturni

19.08.2017 - 19:00

0

Barcellona (askanews) - Quella delle feste rionali estive è una delle tradizioni più sentite di Barcellona, ed è stata travolta dall'attentato della Rambla, come tutta la vita della metropoli catalana. Nel quartiere di Gràcia quest'anno si celebra il 200mo anniversario delle "Festes" più antiche e scenografiche della città, che durano un'intera settimana e cominciano a Ferragosto. Dopo l'attacco del 17 agosto, l'associazione del quartiere ha deciso di cancellare gli eventi notturni, come concerti e balli, e mantenere solo quelli diurni. La festa prevede una competizione fra le strade (i "carrers") del quartiere per la decorazione più bella e originale, ed è un'occasione di collaborazione fra le generazioni a cui partecipano giovani e anziani, vecchi e nuovi abitanti del rione, lavorando per settimane.

Manolita Dominguez, presidente del Carrer de la Providència, che per caso quest'anno aveva scelto la pace come tema delle decorazioni della strada: "Chiaro, abbiamo mantenuto le merende, le attività per bambini, i pranzi sociali, ma chiaramente i concerti notturni, che è quando viene più gente, questi non li facciamo. Certo, abbiamo notato che c'è molta meno gente, c'è un calo notevole. Però le circostanze sono queste, ci tocca vivere così, disgraziatamente".

Laura e Sonia sono italiane, ma vivono da tempo in Catalogna: "Per me assolutamente hanno fatto benissimo, come si fa a continuare la festa dopo quel che è successo? Hanno fatto bene a ridurle, eliminarle del tutto, forse anche per motivi logistici, era difficile, hanno fatto bene a ridurle. "Tutti si va avanti, le tragedie succedono, anche questi atti terroristici, però anche noi, si sta facendo un giro, ma non è che c'è questa voglia di fare chissacché. Però è normale anche non fermarsi , andare avanti, in modo più pacato per rispetto verso quello che è successo però comunque si va avanti sempre, per non darla vinta a loro."

E alla fine tutti, ciascuno a modo suo, partecipano al nuovo spirito: così, anche il gruppo antifascista Antifa El Polvorì ha deciso di spostare al pomeriggio il suo concerto e dj set: "Sì, abbiamo deciso di ridurre un po', insomma, non è che dobbiamo silenziare tutto, però bisogna vincere la paura: allora abbiamo deciso di continuare la festa, però senza fare tardi".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

Roma, (askanews) - Dal libro bestseller di Elmore Leonard, "Get shorty", nel 1995 era stato tratto il celebre film con John Travolta, ma oggi un enorme successo ha riscosso negli Stati Uniti l'omonima serie, che arriva in prima visione assoluta per l'Italia dal 22 febbraio su Timvision. La dark comedy per la tv "Get shorty", di cui vediamo una clip in esclusiva, è diretta da Davey Holmes, già ...

 
Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Damasco, (askanews) - Un massacro con quasi 200 morti fra i civili, di cui 60 bambini. È il bilancio di tre giorni di bombardamenti incessanti sulla roccaforte ribelle della Ghouta, a Est di Damasco, da parte del regime siriano di Bashar al-Assad. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, l'attacco ha provocato 17 morti domenica 18, 127 morti lunedì 19 e 50 ...

 
Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Copenaghen, (askanews) - Circa 60 ospiti si sono stretti attorno alla famiglia reale danese per salutare il principe consorte Henrik, marito della regina Margherita II di Danimarca. Nelle immagini si vede la regina, 77 anni, che scende dall'auto vestita a lutto ma in più di un'occasione la si vede sorridente e quasi allegra. Presenti al funerale i figli della coppia, il principe ereditario ...

 
La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

Milano (askanews) - Il grande balletto torna al Teatro Manzioni di Milano che ospita un grande classico Sagra della Primavera di Igor Stravinski il 27 febbraio. Andato in scena per la prima volta a Parigi nel 1913 con la coreografia di Nijinski, "Sagra della primavera" è stato ripreso poi da Massine nel 1920 e quindi da Marta Graham, Bejart, e molti altri. La forte timbrica innovativa dell'opera ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018