Marine Le Pen: il Front national chiederà il proporzionale

L'incognita dell'astensione e dell'opposizione extraparlamentare

19.06.2017 - 19:30

0

Milano, 19 giu. (askanews) - Con la speranza tutt'altro che peregrina di diventare il primo partito d'opposizione, in forza anche del 33,9% ottenuto grazie ai 10,6 milioni di voti raccolti al secondo turno delle presidenziali, Marine Le Pen è una delle grandi sconfitte delle elezioni politiche francesi. Anche se il Front national conquista otto seggi, al posto dei due del 2012.

Il sistema elettorale francese ha giocato la sua parte, dato che sembra fatto apposta per remare contro il suo partito che, non a caso, chiederà - con il già prevedibile successo - di passare dal maggioritario al proporzionale.

"Una delle prime cose che faremo" ha detto la leader del Front national, "sarà chiedere il sistema proporzionale perché non si può moralizzare la vita pubblica, come ho sentito dire dal governo, o ridare fiducia senza rivedere questa modalità di scrutinio che è una delle cause principali dell'astensione".

Quella dell'astensione è infatti una spada di Damocle che pesa non poco sul futuro della presidenza di Emmanuel Macron, nonostante la maggioranza bulgara e blindata alla Camera. Al primo turno, le stime davano al partito del presidente una maggioranza di 400-450 seggi sui 577 dell'Assemblea. Questo nonostante il voto a favore della République en Marche risultasse pari al 15% circa degli iscritti al voto. E al secondo turno l'astensione è ulteriormente peggiorata passando dal 51,29 % al 57,4%. È stato calcolato che, in media, i deputati sono stati eletti dal 22,4% degli aventi diritto.

E se il 57% dei francesi, per un motivo o per l'altro non ritiene utile partecipare alle elezioni, ciò rischia di spostare, pericolosamente, il confronto politico dalle aule parlamentari alle piazze. Anche per mancanza di rappresentanza.

Soprattutto quando si dovranno impostare le grandi politiche nazionali. Le forti turbolenze già causate al tempo della Loi Macron, varata dall'ex ministro dell'Economia di François Hollande, potrebbero riprendere nuovo vigore. Anche e soprattutto alla luce delle tensioni nazionali con l'Europa, della crisi economica globale, dei conflitti di politica estera e del terrorismo internazionale.

E allora tutte le opposizioni lontane dal centro potrebbero ritrovare nuova linfa. Anche quella del Front national.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Luca Barbarossa: "Roma è de tutti, porto la romanità in tour"

Luca Barbarossa: "Roma è de tutti, porto la romanità in tour"

Roma, (askanews) - Una grande festa, con tanti ospiti, e la romanità al centro della scena. Luca Barbarossa festeggia il 29 giugno alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica il suo progetto "Roma è de tutti". Che l'artista racconta così: "Il progetto Roma è de tutti è una sorta di concept album, anche il concerto rispetta in scaletta dalla prima all'ultima canzone dell'album. Sono capitoli di ...

 
Su due ruote dal Sudafrica all'Angola: la missione dello Ied

Su due ruote dal Sudafrica all'Angola: la missione dello Ied

Roma, (askanews) - L'Istituto Europeo di Design insieme a Humacoo Foundation e MotoForPeace Onlus ha lanciato il progetto Missions_in missione per le missioni. Lo scorso aprile è partita la spedizione in Africa dei giovani creativi IED per dare un volto agli operatori delle missioni umanitarie in Sud Africa, Namibia e Angola e documentare il lavoro degli "anonimi" che si impegnano quotidianamente ...

 
Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Trento (askanews) - A cento anni di distanza, la Grande Guerra è per molti giovani solo un capitolo da leggere, magari da studiare, nei manuali di Storia. Nel piccolissimo borgo di Ossana nella val di Sole, invece, il sacrificio dei soldati sui due fronti di quella guerra devastante è ancora oggi ricordato e vissuto come un patrimonio della comunità. E qui è stato quindi deciso, con una insolita ...

 
Cultura

l mondo di Don Camillo e Peppone in una mostra che celebra Guareschi

Fino al 15 luglio a Villa Bertelli, Forte dei Marmi, la mostra ‘Don Camillo, Peppone e il crocifisso che parla’ è dedicata all’opera di Giovannino Guareschi. In concomitanza con le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa dello scrittore, 70 scatti di Osvaldo Civirani raccontano la preparazione delle scene, i momenti di riposo e di lavoro prima del ciak. Un racconto nel racconto, che ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018