N26: la prima banca in uno smartphone sbarca nel Belpaese

Intervista a Matteo Concas, responsabile per l'Italia

18.05.2017 - 16:30

0

Roma, (askanews) - Negli studi di Askanews con Matteo Concas, responsabile di N26, che è la prima banca tutta in una smartphone. Allora Matteo come prima cosa, siccome tu sei responsabile per l'Italia, quanti sono i clienti che già avete in Italia?

"Dall'inizio di gennaio,da quando abbiamo fatto il lancio in Italia, abbiamo ricevuto 10mila clienti e abbiamo intenzione di continuare la nostra crescita molto velocemente in Italia fino alla fine dell'anno con l'obiettivo di raggiungere 50mila", spiega il manager.

Che tipo di clienti sono i clienti italiani?

"I clienti inizialmente, come abbiamo visto anche in Germania, sono persone classici digital native, i millennium, tra i 18 e i 35 anni, spesso sono persone che amano viaggiare, per questo utilizzano anche la nostra App e la nostra banca. E sono un po più uomini adesso e attira tantissimo i tanti startuppers in Italia".

La grande resistenza a muoversi nel digitale, chiaramente sono le preoccupazioni sulla sicurezza...

"Cominciamo dalla sicurezza che per noi è la priorità numero uno. Noi come piattaforma bancaria l'abbiamo costruita un anno e mezzo, quindi ha a disposizione le tecnologie più di avanguardia anche per attacchi come hacker. Dall'altro punto di vista l'utente è anche più sicuro perché con la nostra carta di debito che è il classico Bancomat, come si dice in Italia, lo si può attivare e disattivare per gli acquisti online quando si vuole. Lo si può attivare per due minuti, compri il tuo volo per Londra e lo richiudi. Il lato costi uguale, ovviamente il costo è gratuito e offriamo prodotti che hanno un costo minore rispetto a quelli che vengono offerti dalle altre banche, questo perché la nostra piattaforma costa di meno, è più sicura e più moderna".

Chiuso il lato costi, chiuso il lato sicurezza, la terza domanda che ti farebbe un italiano: va bene, porto i soldi in N26, ma voi ce le avete le sofferenze?

"No, noi non abbiamo nessun tipo di debito deteriorato che è un pò il problema, come ben sappiamo, della banche in Italia in questo momento, quindi non abbiamo neanche bisogno di chiedere soldi ai contribuenti italiani".

Quindi insomma alla fine dovete solo cercare i clienti?

"Cercare i clienti il nostro business model è un pò diverso, facciamo soldi, offrendo ai nostri clienti servizi di cui davvero hanno bisogno. E siamo tecnologicamente avanzati".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Roma, arrestati 3 funzionari corrotti uffici Dogana a Fiumicino

Roma, arrestati 3 funzionari corrotti uffici Dogana a Fiumicino

Fiumicino (askanews) - Apponevano in modo illegale il timbro doganale, autorizzando alcuni cittadini cinesi al rimborso Iva su fatture relative a merce, per lo più capi di abbigliamento, scarpe e borse griffati, acquistata in Italia e fittiziamente destinata all'esportazione in Cina. Con le accuse, a vario titolo, di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, tentata ...

 
Pensioni, Gentiloni ai sindacati: sostenete le misure del governo

Pensioni, Gentiloni ai sindacati: sostenete le misure del governo

Roma (askanews) - Uno sforzo significativo di condivisione sulle pensioni; è quello che ha chiesto il premier Paolo Gentiloni aprendo il tavolo con i leader di Cgil, Cisl e Uil a Palazzo Chigi. Gentiloni ha messo sul tavolo anche altre due proposte "di un certo peso": l'estensione delle esenzioni delle categorie definite gravose anche alle pensioni di anzianità (e non solo alle pensioni di ...

 
Cristina D'Avena n. 1 in classifica: "Le mie sigle sono magiche"

Cristina D'Avena n. 1 in classifica: "Le mie sigle sono magiche"

Milano (askanews) - Cristina D'Avena canta gli storici brani dei cartoni animati più famosi con 16 big della musica italiana in "Duets - tutti cantano Cristina". La cantante duetta sulle canzoni conosciute e amate da tante generazioni, dai bambini agli adulti: tra gli altri J-Ax ha reinterpretato "Pollon", Alessio Bernabei canta "All'arrembaggio!", Michele Bravi "I Puffi sanno", Chiara "Sailor ...

 
Motori, i carabinieri si addestrano sul circuito del Mugello

Motori, i carabinieri si addestrano sul circuito del Mugello

Firenze (askanews) - L'Autodromo del Mugello, alle porte di Firenze, in Toscana, è stato teatro di un corso di guida sicura organizzato dall'Arma dei Carabinieri. Non si è trattatto di una lezione di guida sportiva in pista, quanto piuttosto di una serie di prove per rendere gli autisti consapevoli dei limiti delle vetture nonché dei limiti psicofisici individuali e di quelli che si creano in ...

 
Ambra e Max, luna di miele a Venezia

Gossip

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

La foto pubblicata dal periodico "Chi" è la prova provata che il rapporto fra Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sta sempre più saldando. Dopo che lei è andata a ...

14.11.2017

Frizzi è tornato a casa

Il fatto

Frizzi è tornato a casa

Fabrizio Frizzi ha lasciato l'ospedale. Lo stretto riserbo sulle condizioni di salute del conduttore colpito da malore il 24 ottobre continua, ma Carlo Conti, durante un ...

06.11.2017

L'Umbria a "Mezzogiorno in famiglia"

Il particolare

L'Umbria a "Mezzogiorno in famiglia"

L'Umbria, in modo particolare il Trasimeno e i suoi borghi, ancora protagonista in televisione. Dopo il servizio dedicato a Passignano e Castiglione del Lago, andato in onda ...

05.11.2017