Russia-Usa, leader Crimea: Sanzioni? Da Trump non m'aspetto nulla

Parla Sergej Aksenov, dal III Forum Internazionale di Yalta

20.04.2017 - 19:30

0

Yalta (askanews) - Parla Sergej Aksenov, a capo della Repubblica di Crimea da quando la penisola è stata annessa alla Russia, intervistato al III Forum Internazionale di Yalta.

"La situazione per la Crimea nell'arena internazionale sta cambiando in meglio. Come si dice, "Gutta cavat lapidem", ossia la goccia scava la pietra - ha spiegato ad Askanews - i politici, i businessman e i giornalisti italiani vengono al Forum economico internazionale di Yalta già da tre anni e questo è già un risultato. Con molti abbiamo stretto amicizie personali. Lo scorso anno dopo il forum, alcuni di loro sono intervenuti nei vostri consigli regionali, con parole accorate, chiedendo di togliere le sanzioni. Questi viaggi dimostrano che il processo di business avanza e si muove. Inoltre, l'Italia è un Paese amico per la Russia. Questo è fuori di dubbio. E anche a sentire gli interventi di oggi degli italiani, si capisce che la situazione sta cambiando in meglio. Le opinioni si stanno formando, anche grazie ai giornalisti. La Crimea è stata restituita alla sua patria, senza violenze. E ora con Donald Trump? Per ora, non mi aspetto niente. Lo sapete come fanno i politici, no? Prima delle elezioni dicono una cosa, dopo le elezioni ne fanno un'altra. Ma comunque la politica estera è una prerogativa non mia, ma del ministero degli Esteri della Federazione russa, e del nostro presidente, Vladimir Putin".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

I 100 giorni di Trump, in Kentucky piena fiducia nel tycoon

I 100 giorni di Trump, in Kentucky piena fiducia nel tycoon

Georgetown (askanews) - Il Kentucky da 60 anni vota quasi sempre conservatore. E all'ultima corsa si è schierato in massa per Donald Trump. Hanno votato per lui l'81 per cento degli elettori, nella speranza che la grinta di Trump possa far rifiorire città come Beattyville dove da 30 anni sono sparite le industrie del petrolio, del tabacco e del carbone. Dopo i primi 100 giorni di governo la gente ...

 
La visita di Papa Francesco in Egitto: "Papa della pace"

La visita di Papa Francesco in Egitto: "Papa della pace"

Roma, (askanews) - Mega cartelloni annunciano in arabo e in inglese la visita di due giorni di Papa Francesco in Egitto: "Il Papa della pace nell'Egitto della Pace". Bergoglio parte il 28 aprile per il Cairo, dove ha in programma un incontro con il presidente Al-Sisi e, a seguire, con il grande imam Ahmad al-Tayyi alla moschea Al-Azhar, assieme al quale terrà una conferenza di pace internazionale....

 
Storie Di Vino: Boscaini festeggia i 50 anni del Campofiorin

Storie Di Vino: Boscaini festeggia i 50 anni del Campofiorin

Roma, (askanews) - Sandro Boscaini festeggia con orgoglio i 50 anni del rosso Campofiorin, e racconta ad Askanews la storia dell'azienda Masi Agricola, che nel 1772 diventa di proprietà della famiglia Boscaini. Poi si sofferma sui problemi della Brexit e degli Usa con le minacce di dazi doganali e dice di augurarsi di non avere grandi ripercussioni per un azienda presente in più di 100 paesi, e ...

 
Londra, il volto dell'uomo sospettato di attacco terroristico

Londra, il volto dell'uomo sospettato di attacco terroristico

Roma, (askanews) - Nelle immagini il volto dell'uomo arrestato nei pressi del Parlamento a Londra e sospettato di voler commettere "un atto di terrorismo". Il 27enne, trovato in possesso di diversi coltelli e accusato di detenzione d'armi, è stato arrestato sulla base del Terrorism Act ed è attualmente in custodia presso un commissariato del sud di Londra. Una vasta area della zona di Westminster ...

 
Elton John ha rischiato di morire

Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la ...

Il "figlio" di Benigni (La Vita è Bella) è tornato

AREZZO

Il "figlio" di Benigni torna in Toscana

Il "figlio" di Roberto Benigni nel film degli oscar La Vita è Bella (1997) è tornato ad Arezzo. Una visita di piacere per l'attore Giorgio Cantarini (Orvieto, 1992) che è stato ...