Lo swing retrò delle Sorelle Marinetti in un disco

"La famiglia canterina" fa scoprire melodie dimenticate

20.04.2017 - 08:30

0

Milano (askanews) - Simpatici motivetti, musica allegra e orecchiabile, melodie che hanno fatto ballare i nostri nonni. Per far riscoprire il mondo dello swing italiano, con un divertente gioco en travesti "Le Sorelle Marinetti" presentano al pubblico il nuovo disco "La famiglia canterina".

La musica è un bellissimo gioco e noi ci stiamo divertendo da parecchio tempo a riproporre questo tipo di canzoni che non si ascoltavano più molto e quindi abbiamo pensato che fare riscoprire questo tipo di musica e modo di cantare ovvero il canto armonizzato fosse un bel regalo da fare ai nostri amici e amiche".

Le sorelle Turbina, Elica e Scintilla Marinetti accompagnano gli ascoltatori lungo un percorso fatto di 18 brani composti tra il 1935 e il 1943 da alcuni dei migliori compositori e autori del periodo della canzonetta sincopata italiana a cominciare dall'indimenticato trio Lescano.

"Negli anni trenta e quaranta questa musica che usciva da quell'apparecchio tutto valvole che era la radio aveva la possibilità di allietare con canzoni meravigliose il pubblico che lo ascoltava in un momento molto difficile".

Lo swing è considerato una musica scaccia pensieri e dopo la fine della guerra venne messo nel dimenticatoio. Ora sta tornando alla ribalta, come dimostra il successo degli spettacoli del trio vocale.

"Le persone cantano, si divertono e giocano con noi durante gli spettacoli, non solo tengono il tempo ma appunto cantano"

Le sorelle incarnano un tipo di donna lontano, ma non troppo.

"Noi rappresentiamo quelle donne meravigliose degli anni trenta e quaranta che vestivano alla moda ed erano anche timidamente sensuali, quindi il giusto equilibrio tra femminilità e modernità e modestia, visto che siamo meravigliose".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

A Tokyo Maria Grazia Chiuri presenta la collezione Dior

A Tokyo Maria Grazia Chiuri presenta la collezione Dior

Roma, (askanews) - A Tokyo la collezione Dior è sul tetto di un grande magazzino a Ginza. La stilista Maria Grazia Chiuri: "Sono stata diverse volte in Giappone in passato, è un paese bellissimo. Adoro le sue creazioni artigianali. Sono piene di umanità e in questo sono vicine alla cultura francese e alla mia cultura italiana. Lavoro in questa compagnia con lo stesso atteggiamento. Rispetto il ...

 
Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Roma, (askanews) - Lamberto Frescobaldi, è vice presidente vicario dell' Unione Italiana Vini, e rappresenta anche l' azienda, che porta il suo nome, e che si trova in Toscana. Askanews lo ha incontrato, nelle giornate in cui si è svolto il Vinitaly a Verona. Frescobaldi ha spiegato che gli stanno a cuore tutte le cose che sono del mondo del vino. Quello del 2017 per Frescobaldi è stato un bel ...

 
La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

Roma, (askanews) - Il centrista Emmanuel Macron, che ha superato il primo turno delle elezioni francesi e si confronterà con Marine Le Pen al ballottaggio il 7 maggio, ha reso omaggio alle vittime del genocidio armeno, a Parigi. Prima uscita pubblica del candidato vittorioso alle elezioni di domenica 23 aprile. Macron - che ha insistito per avere una cerimonia separata da quella del presidente ...

 
Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Roma (askanews) - Un viaggio nei colori, nelle atmosfere, nei profumi e nelle sonorità mediterranee. Tutto questo in Kapi, il nuovo progetto discografico che nasce dall'amicizia e dalle affinità tra i due musicisti romani, Marcello Allulli, al sassofono, ed Emanuele de Raymondi alla chitarra elettrica, e Selen Gulun, artista di Istanbul, al piano e alla voce. Un incontro, il loro, che risale a ...

 
Il "figlio" di Benigni (La Vita è Bella) è tornato

AREZZO

Il "figlio" di Benigni torna in Toscana

Il "figlio" di Roberto Benigni nel film degli oscar La Vita è Bella (1997) è tornato ad Arezzo. Una visita di piacere per l'attore Giorgio Cantarini (Orvieto, 1992) che è stato ...