Internet arriva nelle case dei cubani, ma è solo per pochi

Progetto Nauta Hogar per incrementare le connessioni nell'isola

19.04.2017 - 17:30

0

Roma, 19 apr. (askanews) - Internet sta lentamente entrando nelle case dei cubani grazie al progetto "Nauta Hogar", promosso dall'unica società di Telecomunicazioni statale, Etecsa, che punta a incrementare il numero di connessioni nell'isola, arrivando a coinvolgere entro il 2017 circa 38mila utenti.

Peccato, però, che siano in pochi ancora a potersi concedere questo privilegio: i costi del servizio sono davvero elevati per i cubani. Vengono offerti pacchetti da 30 ore al mese, con un range di prezzi che variano a seconda della velocità. Per 15 dollari una famiglia può acquistare 128 kilobytes; per ottenere 2 megabytes, però, ne servono 105. E a Cuba uno stipendio medio è di 25 dollari al mese. In più, se si superano le 30 ore di navigazione, ogni ora extra costa 1 dollaro e mezzo.

Il progetto è comunque un passo avanti verso una tecnologia più accessibile, e un altro segnale d'apertura dell'isola, se si pensa che fino a qualche tempo fa avere Internet a casa era concesso solo a diplomatici e a giornalisti stranieri, previa autorizzazione governativa.

Ma per una svolta ci vorrà tempo. Cuba ha cominciato la sua mini-rivoluzione digitale nell'estate del 2015, con l'installazione di 240 Wi-Fi pubblici in parchi e angoli delle strade. Prima, l'unico modo di navigare erano gli Internet club e gli hotel, con tariffe inaccessibili ai più: dai 6 agli 8 dollari per un'ora di lentissima connessione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

A Tokyo Maria Grazia Chiuri presenta la collezione Dior

A Tokyo Maria Grazia Chiuri presenta la collezione Dior

Roma, (askanews) - A Tokyo la collezione Dior è sul tetto di un grande magazzino a Ginza. La stilista Maria Grazia Chiuri: "Sono stata diverse volte in Giappone in passato, è un paese bellissimo. Adoro le sue creazioni artigianali. Sono piene di umanità e in questo sono vicine alla cultura francese e alla mia cultura italiana. Lavoro in questa compagnia con lo stesso atteggiamento. Rispetto il ...

 
Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Roma, (askanews) - Lamberto Frescobaldi, è vice presidente vicario dell' Unione Italiana Vini, e rappresenta anche l' azienda, che porta il suo nome, e che si trova in Toscana. Askanews lo ha incontrato, nelle giornate in cui si è svolto il Vinitaly a Verona. Frescobaldi ha spiegato che gli stanno a cuore tutte le cose che sono del mondo del vino. Quello del 2017 per Frescobaldi è stato un bel ...

 
La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

Roma, (askanews) - Il centrista Emmanuel Macron, che ha superato il primo turno delle elezioni francesi e si confronterà con Marine Le Pen al ballottaggio il 7 maggio, ha reso omaggio alle vittime del genocidio armeno, a Parigi. Prima uscita pubblica del candidato vittorioso alle elezioni di domenica 23 aprile. Macron - che ha insistito per avere una cerimonia separata da quella del presidente ...

 
Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Roma (askanews) - Un viaggio nei colori, nelle atmosfere, nei profumi e nelle sonorità mediterranee. Tutto questo in Kapi, il nuovo progetto discografico che nasce dall'amicizia e dalle affinità tra i due musicisti romani, Marcello Allulli, al sassofono, ed Emanuele de Raymondi alla chitarra elettrica, e Selen Gulun, artista di Istanbul, al piano e alla voce. Un incontro, il loro, che risale a ...

 
Il "figlio" di Benigni (La Vita è Bella) è tornato

AREZZO

Il "figlio" di Benigni torna in Toscana

Il "figlio" di Roberto Benigni nel film degli oscar La Vita è Bella (1997) è tornato ad Arezzo. Una visita di piacere per l'attore Giorgio Cantarini (Orvieto, 1992) che è stato ...