Viaggiano nell'auto senza assicurazione con un cacciavite di grosse dimensioni

CHIUSI

Viaggiano nell'auto senza assicurazione con un cacciavite di grosse dimensioni

20.08.2014 - 19:36

0

Due persone sono stati denunciate dalla polizia per reati di falso e per possesso di grimaldelli e chiavi alterati, oltre che per aver fornito false generalità, con il conseguente sequestro di un'autovettura priva di assicurazione. L’operazione è stata condotta e chiusa dalla polizia della Valdichiana senese. Infatti, nell'ambito dei servizi di controllo del territorio, intensificati per prevenire e contrastare i reati di furto e rapina, gli agenti della squadra volante del commissariato di pubblica sicurezza di Chiusi- Chianciano Terme hanno fermato una Renault Clio con quattro persone a bordo, di cui tre donne, che avevano attirato la loro attenzione. Durante i controlli di routine i poliziotti hanno notato come il certificato di assicurazione esposto non fosse pienamente conforme a quelli rilasciati legalmente. A seguito di ulteriori e specifici accertamenti, i poliziotti ne hanno infatti accertato la falsità.
Il conducente, un cittadino romeno di 28 anni, è stato pertanto denunciato per il reato di falso, mentre l'autovettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo. Gli ulteriori riscontri, relativi alle tre donne, hanno invece consentito di verificare che una di loro, una cittadina rom di 32 anni, era sottoposta alla misura cautelare dell'obbligo di dimora al campo nomadi di Roma. A quel punto gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo. A seguito di una perquisizione hanno infatti trovato un cacciavite di grosse dimensioni, nascosto sotto il tappetino dell'autovettura, che è stato sequestrato. Il conducente è stato quindi denunciato anche per il possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, mentre la donna è stata segnalata al Giudice che aveva emesso la misura cautelare nei suoi confronti.
Successivamente è stato verificato che un'altra delle tre, una cittadina rom di 20 anni, sprovvista di documenti, aveva fornito false generalità alla polizia. La cittadina straniera infatti, aveva cercato di eludere i controlli dichiarando un nome diverso, dato che quello reale, individuato però dagli agenti, era legato ai numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e per furti in abitazione commessi dalla donna, che è stata quindi denunciata. A conclusione dell'attività investigativa e degli accertamenti svolti, tutti e quattro gli occupanti dell'autovettura, compresa una donna di origini rom di 32 anni con precedenti di polizia per furto, sono stati segnalati alla Divisione anticrimine della Questura per le valutazioni di competenza ai fini dell'eventuale applicazione della misura del divieto di ritorno nei Comuni di Chiusi e Chianciano per tre anni.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Anna Frank con la maglia della Roma, tifosi laziali accusati di antisemitismo
Il caso

Anna Frank con la maglia della Roma, tifosi laziali accusati di antisemitismo

Adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma e scritte contro gli ebrei in curva sud all'Olimpico. La procura della Federcalcio ha aperto un'inchiesta sul comportamento antisemita di alcuni tifosi della Lazio che durante la sfida contro il Cagliari avevano riempito il settore dello stadio normalmente occupato dagli ultrà romanisti dopo la squalifica della Nord. Gli adesivi sono stati rimossi in ...

 
Pd, Orlando: con Mdp partiamo dal bicchiere mezzo pieno

Pd, Orlando: con Mdp partiamo dal bicchiere mezzo pieno

Genova, (askanews) - "So che non si cancellano facilmente mesi di polemiche e vedo anche elementi di strumentalità e contraddittorietà nella posizione di Mdp, però se si vogliono fare dei passi avanti bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno. Il bicchiere mezzo pieno ieri è stata l'apertura di Speranza e il fatto che Renzi ha detto 'discutiamo'. Partiamo da questo bicchiere mezzo pieno". Lo ha ...

 
Sex scandal e Hollywood nella bufera: ora tocca a James Toback

Sex scandal e Hollywood nella bufera: ora tocca a James Toback

Los Angeles (askanews) - Hollywood sempre più nella bufera. Dopo lo scandalo che ha coinvolto l'ormai ex produttore Harvey Weinstein a seguito dei racconti di molte attrici sulle molestie sessuali e i presunti stupri compiuti dal mogul cinematografico, ora tocca al 72enne sceneggiatore e regista statunitense James Toback. Trentotto donne lo hanno accusato, secondo quanto riferisce il "Los Angeles ...

 
Le immagini inedite del Wwf: a rischio il leopardo delle nevi

Le immagini inedite del Wwf: a rischio il leopardo delle nevi

Roma, (askanews) - Il cambiamento climatico rappresenta un grave rischio per il leopardo delle nevi, ma altre minacce arrivano dal degrado dell'habitat, dai conflitti con le popolazioni locali e dal bracconaggio che alimenta il traffico illegale. Ricerche recenti indicano che circa un quarto dell'habitat di questi animali potrebbe scomparire entro il 2070 se non verrà posto un freno al ...

 
"Anche io ho subito delle avances"

La rivelazione dell'attrice Isabelle Adriani

"Anche io ho subito delle avances"

Nel Corriere dell'Umbria di oggi, 19 ottobre, riportiamo le rivelazioni  di Isabelle Adriani, nome d’arte di Federica Federici, attrice, scrittrice, giornalista perugina di ...

19.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017