Padoan (Pd): "Mi farò carico dei problemi di Siena"

Pier Carlo Padoan

Candidato alla Camera

Padoan (Pd): "Mi farò carico dei problemi di Siena"

01.03.2018 - 09:57

0

Sonia Maggi

SIENA - “Sarò veramente il candidato di questa meravigliosa provincia e mi farò portatore delle istanze e dei problemi di questa comunità”. Pier Carlo Padoan, il candidato “straniero” del centrosinistra imposto da Matteo Renzi per la Camera in un collegio, quello di Siena, che ha visto un congresso del Pd particolarmente lacerato dalle divisioni interne, si cala nei panni dei militanti locali pronto a raccogliere le istanze del territorio che i dirigenti del partito gli hanno impacchettato in un dossier ben articolato e che, non solo servirà come promessa di impegno, ma anche “come verifica strada facendo”, a detta del segretario provinciale Andrea Valenti.

“Il sistema bancario italiano è solido e adesso lo sostengono anche i giornali stranieri come il Financial Time e il World Street Journal, ma chiaramente all'interno di un sistema solido che ha subito una recessione pesante nel primo decennio del secolo, ci sono stati casi particolari. Uno di questi è Monte dei Paschi che ha richiesto interventi importanti e la necessità di una forte re-iniezione temporanea di capitale con risorse pubbliche, nella prospettiva di ricostruire una banca solida e dinamica al servizio del territorio e dell'intera nazione, perchè non dimentichiamoci che Mps è fra le prime quattro banche italiane”.

Non per insistere ma gli scettici e i critici sostengono che non solo il salvataggio avrebbe sprecato tempo prezioso ma che, anche alla luce degli ultimi dati di bilancio, non sia facile raggiungere gli standard richiesti dalle autorità monetarie europee con il rischio "spezzatino".

“A me non risulta una prospettiva così nefasta e in ogni caso l'intenzione del governo, che attualmente è il maggiore azionista di Banca Mps, è quello di non spezzettare ma di rinforzare la banca, mettendola in condizioni di produrre ricchezza e credito all'economia. Il settore pubblico uscirà da Mps in futuro, gradualmente, e dopo aver raggiunto certi obiettivi. Dobbiamo aver fiducia nel management attuale”.

Sulla scelta della sua candidatura a Siena insiste anche il ruolo avuto per Mps…

“Il Pd nazionale e i senesi mi hanno chiesto di candidarmi in questa terra. Del resto io conosco Siena perché questa è stata la mia prima sede universitaria, quindi ho vissuto qui in un lontano passato. E ci sono tornato molte volte con mia moglie per visitare i luoghi bellissimi di questa provincia”.

Cosa promette a questo territorio?

“Il mio impegno politico prima di tutto è quello di portare avanti il programma del precedente governo che a mio avviso è stato un programma di successo e quindi mi sembra opportuno procedere nella continuità. Mi riferisco quindi alle linee principali del sostegno alle imprese, al sistema bancario di cui voi siete bene a conoscenza ma anche alle famiglie: per incentivare l'occupazione dei giovani è necessario offrire sostegno ai nuclei familiari con servizi adeguati per la famiglia e l'infanzia".

Si dice che scienze della vita, turismo e agroalimentare, siano le linee di sviluppo di questo territorio su cui puntare, ma tutto questo non ha senso a fronte dell'isolamento della nostra provincia. Lei sa quanto ci vuole ad arrivare a Siena?

"In effetti Siena è una terra ricchissima di opportunità e di possibile sviluppo anche grazie alla cultura, al sapere e all'Università, ma certamente esiste un problema di trasporti e di comunicazione, su più fronti. Serve un collegamento più stretto con la ferrovia e con l'alta velocità e accanto a questo esiste il problema delle numerose criticità delle strade statali e provinciali dove frane e crolli non sono stati ripristinati. Insomma, criticità e danni che non sono stati ancora aggrediti nonostante sia trascorso tanto tempo. Sono fiducioso che si possano trovare le risorse e le potenzialità amministrative e che attraverso l'opera dei Comuni si possano affrontare questi problemi infrastrutturali, esiste la possibilità di rivedere il ruolo dell'Anas per un suo coinvolgimento in questo senso".

Il Pd senese esce da un congresso complicato caratterizzato da contrasti interni, lei pensa di incarnare tutte queste diverse anime?

“Io non penso di incarnare le varie anime del Pd, penso che questo è un partito vivace, con al suo interno diversità di opinione e un dibattito molto ricco e questo per me è un fatto positivo. Esistono istanze diverse che possono essere riconciliate nella strategia del Pd a livello nazionale”.

C'è chi ha sostenuto che con la sua candidatura Siena ha perso l'opportunità di esprimere nomi propri in Parlamento come invece è successo in passato.

“Io non sono d'accordo, se sarò eletto sarò il candidato della provincia di Siena e d'altra parte lo sto già facendo, e mi farò carico dei problemi sociali di questo territorio”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Boeri: "Di Maio perde contatto con la crosta terrestre"

Boeri: "Di Maio perde contatto con la crosta terrestre"

(Agenzia Vista) Roma, 19 luglio 2018 Boeri Di Maio ha perso contatto con la crosta terrestre L'audizione alla Camera dei Deputati del presidente dell'Inps Tito Boeri. / fonte webtv Camera Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Palermo, minuto di silenzio in memoria di Borsellino e la scorta

Palermo, minuto di silenzio in memoria di Borsellino e la scorta

Palermo (askanews) - Alle 16.58 del 19 luglio 2018, orario della strage di Via D'Amelio a Palermo, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e i 5 agenti della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, è stato celebrato un minuto di silenzio, interrotto soltanto dalle note di un giovane trombettiere e lo scandire dei nomi delle ...

 
Tabacco, Philip Morris e Coldiretti: riduzione danno e tecnologia

Tabacco, Philip Morris e Coldiretti: riduzione danno e tecnologia

Perugia, (askanews) - Il fumo causa ogni anno nel mondo oltre 7 mln di vittime, tra le 70 e le 83mila in Italia, ma il numero totale di fumatori resta stabile. In Italia sono 12,2 milioni (il 23,3 % della popolazione) e l'Umbria risulta la regione con la percentuale più alta di fumatori adulti (31%). Alla luce di questo l'industria ha deciso di puntare con decisione alla riduzione del danno ...

 
Muccino lancia la sfida all'anoressia

Il fatto

Muccino lancia la sfida all'anoressia

 “Sono passati quindici anni dall’apertura di Palazzo Francisci. E sono passate da qui, per un periodo della loro vita, tante giovani vite a cui la malattia aveva tolto la ...

16.07.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018