Sequestrati 165mila litri di falso Brunello di Montalcino

SIENA

Sequestrati 165mila litri di falso Brunello di Montalcino

09.09.2014 - 15:17

0

Grazie ad una segnalazione del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, la Procura e la Guardia di Finanza senesi scoprono una clamorosa frode a danno dell’immagine di una delle Docg nazionali più famose nel mondo. Un consulente tecnico di svariate aziende agricole produttrici di vino della zona di Montalcino, rimaste vittime della frode - coadiuvato da collaboratori a vario titolo e con diverse funzioni nell’ambito dell’intera filiera della produzione e messa in vendita di uve e vino, in corso di identificazione - dal 2011 al 2013 è riuscito a commercializzare, spacciandolo come vino Brunello e Rosso di Montalcino, un enorme quantitativo di vino di modesta qualità. Il professionista avrebbe riprodotto in maniera artefatta documenti attestante la Docg (contrassegni di Stato, documenti di trasporto, fatture etc.) consentendo di accompagnare partite di uva e di vino comune - acquistate, presumibilmente in nero - e di "vestire" da Brunello - in modo perfetto e impossibile da scoprire - bottiglie di qualunque vino rosso. Una parte del vino sequestrato era ancora nella fase dell’invecchiamento in botte e venduto ad ignare cantine. L’uomo sarebbe riuscito perfino a inserire dati falsati nella banca dati Artea della Regione Toscana (Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura), creando perfetta corrispondenza tra la documentazione. Sequestari 165.467 litri di vino - pari a circa 220.600 bottiglie del formato da 0,75 cl. - di cui litri 75.620 di Brunello di Montalcino e litri 89.847 di Rosso di Montalcino, per un valore di almeno un milione di euro, ed inoltre di numero 2.350 contrassegni di Stato e copiosa documentazione e materiale contraffatto. Il consulente è stato denunciato per frode in commercio, accesso abusivo ad un sistema informatico, appropriazione indebita aggravata e continuata e reati di falso. Lo stesso è sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora a Montalcino. Inoltre è stato disposto nei suoi confronti un sequestro preventivo di beni per 350mila euro.

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina. "Abbiamo i mezzi giusti per difendere i nostri prodotti d’eccellenza e l’operazione della Guardia di Finanza in collaborazione con il nostro Ispettorato repressione frodi ne è la conferma. L’azione di contrasto messa in campo testimonia che i livelli di presidio della qualità ci sono e funzionano. Chi vuole operare fuori dalle regole - conclude - va messo fuori gioco e per questo ritengo importante l’esempio dato dal Consorzio del Brunello nel denunciare movimenti sospetti".

"La Regione si costituirà parte civile, a difesa dei produttori di Brunello e per il danno subito con la violazione della banca dati dell’agenzia regionale Artea". Lo si legge in una nota del presidente della Toscana, Enrico Rossi. "Voglio ringraziare - ha continuato - la guardia di finanza e le forze dell’ordine per aver scovato questa gravissima truffa ai danni di uno dei brand che più caratterizza la Toscana e l’Italia nel mondo".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La cometa 67P vista da vicino: le immagini della sonda Rosetta

La cometa 67P vista da vicino: le immagini della sonda Rosetta

Milano (askanews) - L'Agenzia spaziale italiana (Esa) ha rilasciato le immagini in alta risoluzione girate dagli strumenti della sonda Rosetta nel corso della sua missione sulla cometa 67P Churyumov-Gerasimenko dell'agosto 2014. Immagini mozzafiato, con un'accuratezza dei dettagli mai vista prima, che mostrano una cometa, distante dal Sole circa 640 milioni di chilometri, come prima non si era ...

 
L' omaggio di Perugia alla musica

La festa

L' omaggio di Perugia alla musica

Festa della musica giovedì 21 giugno nel centro storico di Perugia. Cinque postazioni in altrettante aree dell'acropoli hanno suonato e fatto ballare persone di ogni età ...

22.06.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018