Commerciante contro le tariffe comunali: "Mi sento vessata"

SIENA

Commerciante contro le tariffe comunali: "Mi sento vessata"

09.08.2014 - 13:41

1

Chissà se venerdì mattina l’Osservatorio sulla sperimentazione dei nuovi criteri di accesso al centro storico era operativo. Ci auguriamo di sì. Non può essere sfuggito il caos che si è creato fra piazza Indipendenza e via dei Termini, per effetto della sovrapposizione dei flussi dei veicoli merci, destinati all’approvvigionamento dei negozi del centro che non possono più accedere a Banchi di Sopra e che devono obbligatoriamente appoggiarsi nelle strade secondarie. Ma non è la prima volta che accade, è ormai consuetudine dal giorno in cui sono entrati in vigore i nuovi limiti di accesso che il sistema si paralizzi e il traffico si blocchi. C’è insoddisfazione fra i commercianti che si sentono penalizzati dai divieti e che, a fronte di tanti disagi, si ribellano all’imposizione di dover pagare fino a 250 euro per svolgere il proprio lavoro. Fra i tanti commercianti che brontolano per le vie del centro, si è fatta avanti Mara Boscarini, titolare del negozio Beaux Art di via Montanini, che ha manifestato apertamente tutta la sua contrarietà nei confronti delle nuove norme e le nuove tariffe applicate dal Comune di Siena: “Venerdì mattina dopo aver fatto il viottolo all’ufficio comunale - ha affermato Mara Boscarini - ho sborsato 250 euro per poter lavorare. Sono un’artigiana che deve accedere alla sua attività durante tutta la giornata, non posso permettermi di sottostare alla regola, stabilita da Comune in accordo con la associazioni di categoria, che chi si accontenta di entrare nella ztl solo in alcune fasce orarie e per pochi giorni a settimana paga meno. Io per poter lavorare devo pagare la tariffa intera, e come me tanti altri colleghi, a conferma che “gli sconti”, come li avete chiamati anche voi sulla stampa, sono solo fumo negli occhi, non sono funzionali ai nostri bisogni. Le regole sono state stabilite senza tener conto di chi lavora fra la mura, segno che sono state assunte solo per fare cassa e io, sinceramente, sono stufa di essere continuamente vessata con queste gabelle che rispondono solo al tornaconto comunale. Non si fa niente per agevolare l’economia della città, si cerca solo di far tornare i conti a scapito del prossimo. Se c’era un buco da sanare bastava chiedere alla gente un euro a testa, senza inventarsi questo sistema cervellotico di accesso al centro storico che come dimostrano i fatti fa acqua da tutte le parti”. Gli sconti per i commercianti che si accontentano di accedere solo per poche ore e solo per alcuni giorni a settimana è molto limitante e crea diversi malumori che Mara Boscarini ha espresso senza mezzi termini: “Non sono le 250 euro a farmi arrabbiare, non si va falliti, ma il metodo e il sistema, con cui si arriva a imporre un’altra tassa, fra le tante che siamo costretti a pagare, sono una violenza - ha concluso Mara Boscarini - Mi auguro che sia davvero una sperimentazione e che duri poco, e che il Comune di Siena alla fine si accorga degli errori e delle assurdità del progetto e corregga il tiro, anche sul fronte delle tariffe”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ipernone

    09 Agosto 2014 - 19:07

    " Vessata " !!!!!!! E allora i poveri residenti che ne pagano 320 € per la sola speranza di trovare un posto vicino casa cosa devono dire !!!!! I poveri commercianti categoria povera e tartassata invece hanno l'esclusivo diritto di fare quello che gli pare magari gratis. La cifra chiesa dal comune non è una tassa, ma è il naturale e giusto onere che chi ha un accesso alla ZTL deve pagare ( o pagano tutti o non deve pagare nessuno ! ). Mi dispiace solo che anche questa volta il comune non ha voluto, forse perchè pressato dalle contrade, mettere mano all'uso selvaggio dei permessi contrada ( che vengono usati sempre durante l'anno e da chiunque), e di tanti altri permessi che troppo facilmente vengono rilasciati ( solo per fare un esempio i noleggi con conducente). Quindi per me un voto positivo all'azione di questa amministrazione, e l'ennesimo voto negativo ai commercianti che come al solito distruggono invece di costruire !

    Report

    Rispondi

Più letti oggi

Mediagallery

Di Maio a "Italia 18": Ora per fare notizia sbaglio i gerundi

Di Maio a "Italia 18": Ora per fare notizia sbaglio i gerundi

Milano, (askanews) - "Guardi non fanno più notizia, sto iniziando a sbagliare i gerundi magari riesco a fare più notizia, visto che non parla mai del merito ma di queste cose. Tra l'altro a quei signori che hanno fatto i maestrini ho risposto che quella forma è corretta e lo dicono anche fior fiore di persone che si occupano di grammatica. Vedo sempre questi maestrini che ci correggono ...

 
Malagò: Carolina Kostner portabandiera alla cerimonia di chiusura

Malagò: Carolina Kostner portabandiera alla cerimonia di chiusura

PyeongChang (askanews) - "Abbiamo voluto pensare a Carolina per riconoscenza, per gratitudine per questa meravigliosa carriera che ha fatto": così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha annunciato e motivato la scelta di Carolina Kostner come portabandiera azzurra alla cerimonia di chiusura dei Giochi olimpici invernali di PyeongChang. Un omaggio a tutta la sua carriera e un auspicio perché ...

 
Malagò: Olimpiadi al femminile, per le donne ancora più difficile

Malagò: Olimpiadi al femminile, per le donne ancora più difficile

PyeongChang (askanews) - "Medaglie che hanno ancora più valore a fronte delle maggiori difficoltà che nel nostro Paese le donne continuano ad avere per poter fare sport a livelli importanti". In questo modo il presidente del Coni Giovanni Malagò ha voluto rendere omaggio alle molte medaglie conquistate da atlete nei Giochi invernali di PyeongChang.

 
Olimpiadi, Malago: dieci medaglie, prossima volta ancora meglio

Olimpiadi, Malago: dieci medaglie, prossima volta ancora meglio

PyeongChang (askanews) - Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, da PyeongChang ha tracciato un bilancio della spedizione italiana alle Olimpiadi invernali sudcoreane. Dieci medaglie, di cui tre d'oro, "un risultato per il quale tutti avremmo firmato prima di partire". Un risultato che migliora quelli degli ultimi Giochi invernali e che ora, per le prossime edizioni, ci impone di fare ancora ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018