Casa esplosa a causa del gas, assolti tutti gli imputati

SIENA

Casa esplosa a causa del gas, assolti tutti gli imputati

17.06.2014 - 11:40

0

Sette assoluzioni dall'accusa di disastro colposo, ma un procedimento ancora da terminare e che non chiarisce fino in fondo le responsabilità della tragedia che si verificò per una esplosione. Dal processo infatti è emerso che le cause dell’incidente non sono affatto certe, non è ancora chiaro quale sia stato effettivamente il guasto visto che non esistono responsabilità.  E' arrivata comunque alla svolta la lunga vicenda giudiziaria successiva all'esplosione della casa a Batignano avvenuta nella notte tra il 26 e il 27 settembre 2007. Allora il 51enne Dante Cecchini, originario di Siena e all'epoca dirigente dell'azienda di Villa Banfi, tornando a casa da un viaggio di lavoro aprì la porta e si vide esplodere in faccia l'abitazione. Questo perché il locale cucina era saturo di gas. Decisivo fu il soccorso di un vicino che gettò acqua sul manager, che comunque riportò gravi ustioni.
Da vittima a imputato, Cecchini ha vissuto su due fronti l'inchiesta e a fine 2011 era stato assolto da due delle tre accuse mosse nei suoi confronti: secondo la tesi degli inquirenti infatti Cecchini aveva avuto parziali responsabilità nell'esplosione per non aver chiuso il rubinetto generale del gas prima di lasciare casa, per aver posizionato uno straccio nel foro di aerazione in cucina impedendo il passaggio d'aria e per non aver fatto attenzione al rientro alla fuoriuscita di gas. Cecchini fu assolto da due imputazioni perché secondo il gup Mezzaluna l'assenza di occlusioni non avrebbe comunque evitato lo scoppio e perché non è provato che al rientro il manager abbia acceso la luce o provocato scintille. Sempre a dicembre 2011 fu assolto anche il 59enne francese Sylvain Roger Denis Arnaud, amministratore delegato della società bresciana che aveva prodotto e commercializzato l'impianto di Gpl. E ieri il processo di primo grado si è concluso come detto con l'assoluzione, con varie formule, per sette imputati. Cecchini è stato dichiarato incolpevole anche per la terza accusa, quella di non aver chiuso la valvola dell'impianto di gas. Assolti pure Giancarlo e Alberto Gotti, rispettivamente di 48 e 80 anni, legali rappresentanti e responsabili tecnici della Gotti Alberto snc di Castiglione della Pescaia; il 39enne Claudio Romualdi e il 58enne Sergio Caldesi, entrambi castiglionesi e dipendenti della ditta Gotti co-esecutori dei lavori; Giancarlo Curielli, 65enne titolare della Termoidraulica di Grosseto (difesa Roberto Santi Laurini); il 49enne Alberto Antoni di Alberese (difesa Cecilia Dragotta), che per conto di Curielli aveva installato alcuni flessibili di collegamento tra il piano cucina e l'impianto fisso.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Musica e balli alla veglia per Johnny Hallyday alle Antille

Musica e balli alla veglia per Johnny Hallyday alle Antille

Saint-Barthélemy (askanews) - Ultimo viaggio per Johnny Hallyday: il cantante-icona francese è stato sepolto a Saint-Barthélemy, isola delle Antille dove possedeva una villa. E' stato l'ultimo atto di quasi una settimana di omaggi, culminati sabato sugli Champs-Elysées. La salma di Halliday, morto nella notte tra martedì e mercoledì della settimana scorsa all'età di 74 anni, è arrivata sull'isola ...

 
Il Bitcoin vola al debutto in borsa, oltre 18.000 dollari

Il Bitcoin vola al debutto in borsa, oltre 18.000 dollari

Chicago (askanews) - Un esordio entusiasmente. Il Bitcoin è balzato oltre i 18.000 dollari al debutto sulla prima piazza finanziaria globale. Gli scambi della controversa criptomoneta sono iniziati alla mezzanotte (ora italiana) tra domenica 10 e lunedì 11 dicembre sulla Chicago board options exchange, uno dei principali mercati delle opzioni, al prezzo di 15.000 dollari. Il traffico è stato così ...

 
Netanyahu: Gerusalemme capitale d'Israele, così la pace possibile

Netanyahu: Gerusalemme capitale d'Israele, così la pace possibile

Bruxelles, (askanews) - Il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele "rende la pace possibile". Così il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu da Bruxelles sulla decisione del presidente degli Stati Uniti di riconoscere la città santa capitale dello Stato ebraico. "Gerusalemme è la capitale d'Israele, nessuno lo può negare. Ciò non esclude la pace, ciò rende la pace possibile ...

 
Giuseppe Mancino: da pizzaiolo mancato a chef due stelle Michelin

Giuseppe Mancino: da pizzaiolo mancato a chef due stelle Michelin

Viareggio (askanews) - Un errore da pizzaiolo, e via dal forno: spostato in cucina. Nasce così il percorso stellato di Giuseppe Mancino, chef al Piccolo Principe, il ristorante gourmet dello storico Grand Hotel Principe di Piemonte, in Versilia. "Non ho mai pensato di fare lo chef - dice Mancino - è stato un errore, uno sbaglio. Il mio primo lavoro era fare il pizzaiolo, forse nella pizzeria ...

 
Fabrizio Frizzi torna in tv

Il fatto

Fabrizio Frizzi torna in tv

"Tornerò a condurre L'Eredità il 15 dicembre, prima insieme a Carlo Conti, poi continuerò da solo". E' stato lo stesso Fabrizio Frizzi a confermarlo, durante la puntata di ...

06.12.2017

Gisele Bündchen da capogiro a New York

Gossip

Gisele Bündchen da capogiro a New York

Impossibile non notarla durante questo photoshoot a Brooklyn. Scollo esagerato, mini-abito e stivali altissimi, Gisele Bundchen è mozzafiato con questo look newyorkese. ...

05.12.2017

Daniele Bossari vince il Grande Fratello Vip. Ecco chi è

Televisione

Daniele Bossari vince il Grande Fratello Vip. Ecco chi è

Daniele Bossari ha vinto la seconda edizione del Grande Fratello Vip, condotto Ilary Blasi e Alfonso Signorini. In finale ha battuto Luca Onestini ottenendo il 52% delle ...

05.12.2017