Casa esplosa a causa del gas, assolti tutti gli imputati

SIENA

Casa esplosa a causa del gas, assolti tutti gli imputati

17.06.2014 - 11:40

0

Sette assoluzioni dall'accusa di disastro colposo, ma un procedimento ancora da terminare e che non chiarisce fino in fondo le responsabilità della tragedia che si verificò per una esplosione. Dal processo infatti è emerso che le cause dell’incidente non sono affatto certe, non è ancora chiaro quale sia stato effettivamente il guasto visto che non esistono responsabilità.  E' arrivata comunque alla svolta la lunga vicenda giudiziaria successiva all'esplosione della casa a Batignano avvenuta nella notte tra il 26 e il 27 settembre 2007. Allora il 51enne Dante Cecchini, originario di Siena e all'epoca dirigente dell'azienda di Villa Banfi, tornando a casa da un viaggio di lavoro aprì la porta e si vide esplodere in faccia l'abitazione. Questo perché il locale cucina era saturo di gas. Decisivo fu il soccorso di un vicino che gettò acqua sul manager, che comunque riportò gravi ustioni.
Da vittima a imputato, Cecchini ha vissuto su due fronti l'inchiesta e a fine 2011 era stato assolto da due delle tre accuse mosse nei suoi confronti: secondo la tesi degli inquirenti infatti Cecchini aveva avuto parziali responsabilità nell'esplosione per non aver chiuso il rubinetto generale del gas prima di lasciare casa, per aver posizionato uno straccio nel foro di aerazione in cucina impedendo il passaggio d'aria e per non aver fatto attenzione al rientro alla fuoriuscita di gas. Cecchini fu assolto da due imputazioni perché secondo il gup Mezzaluna l'assenza di occlusioni non avrebbe comunque evitato lo scoppio e perché non è provato che al rientro il manager abbia acceso la luce o provocato scintille. Sempre a dicembre 2011 fu assolto anche il 59enne francese Sylvain Roger Denis Arnaud, amministratore delegato della società bresciana che aveva prodotto e commercializzato l'impianto di Gpl. E ieri il processo di primo grado si è concluso come detto con l'assoluzione, con varie formule, per sette imputati. Cecchini è stato dichiarato incolpevole anche per la terza accusa, quella di non aver chiuso la valvola dell'impianto di gas. Assolti pure Giancarlo e Alberto Gotti, rispettivamente di 48 e 80 anni, legali rappresentanti e responsabili tecnici della Gotti Alberto snc di Castiglione della Pescaia; il 39enne Claudio Romualdi e il 58enne Sergio Caldesi, entrambi castiglionesi e dipendenti della ditta Gotti co-esecutori dei lavori; Giancarlo Curielli, 65enne titolare della Termoidraulica di Grosseto (difesa Roberto Santi Laurini); il 49enne Alberto Antoni di Alberese (difesa Cecilia Dragotta), che per conto di Curielli aveva installato alcuni flessibili di collegamento tra il piano cucina e l'impianto fisso.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018