Casa esplosa a causa del gas, assolti tutti gli imputati

SIENA

Casa esplosa a causa del gas, assolti tutti gli imputati

17.06.2014 - 11:40

0

Sette assoluzioni dall'accusa di disastro colposo, ma un procedimento ancora da terminare e che non chiarisce fino in fondo le responsabilità della tragedia che si verificò per una esplosione. Dal processo infatti è emerso che le cause dell’incidente non sono affatto certe, non è ancora chiaro quale sia stato effettivamente il guasto visto che non esistono responsabilità.  E' arrivata comunque alla svolta la lunga vicenda giudiziaria successiva all'esplosione della casa a Batignano avvenuta nella notte tra il 26 e il 27 settembre 2007. Allora il 51enne Dante Cecchini, originario di Siena e all'epoca dirigente dell'azienda di Villa Banfi, tornando a casa da un viaggio di lavoro aprì la porta e si vide esplodere in faccia l'abitazione. Questo perché il locale cucina era saturo di gas. Decisivo fu il soccorso di un vicino che gettò acqua sul manager, che comunque riportò gravi ustioni.
Da vittima a imputato, Cecchini ha vissuto su due fronti l'inchiesta e a fine 2011 era stato assolto da due delle tre accuse mosse nei suoi confronti: secondo la tesi degli inquirenti infatti Cecchini aveva avuto parziali responsabilità nell'esplosione per non aver chiuso il rubinetto generale del gas prima di lasciare casa, per aver posizionato uno straccio nel foro di aerazione in cucina impedendo il passaggio d'aria e per non aver fatto attenzione al rientro alla fuoriuscita di gas. Cecchini fu assolto da due imputazioni perché secondo il gup Mezzaluna l'assenza di occlusioni non avrebbe comunque evitato lo scoppio e perché non è provato che al rientro il manager abbia acceso la luce o provocato scintille. Sempre a dicembre 2011 fu assolto anche il 59enne francese Sylvain Roger Denis Arnaud, amministratore delegato della società bresciana che aveva prodotto e commercializzato l'impianto di Gpl. E ieri il processo di primo grado si è concluso come detto con l'assoluzione, con varie formule, per sette imputati. Cecchini è stato dichiarato incolpevole anche per la terza accusa, quella di non aver chiuso la valvola dell'impianto di gas. Assolti pure Giancarlo e Alberto Gotti, rispettivamente di 48 e 80 anni, legali rappresentanti e responsabili tecnici della Gotti Alberto snc di Castiglione della Pescaia; il 39enne Claudio Romualdi e il 58enne Sergio Caldesi, entrambi castiglionesi e dipendenti della ditta Gotti co-esecutori dei lavori; Giancarlo Curielli, 65enne titolare della Termoidraulica di Grosseto (difesa Roberto Santi Laurini); il 49enne Alberto Antoni di Alberese (difesa Cecilia Dragotta), che per conto di Curielli aveva installato alcuni flessibili di collegamento tra il piano cucina e l'impianto fisso.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)
A poche ore dal ballottaggio per la poltrona di sindaco

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra) VIDEO

Iniziamo dalla mobilità. I taxi hanno difficoltà persino a raggiungere la redazione del Corriere. Devono inviare una mail per transitare lungo la Y storica. Cambieranno le regole? Valentini: “Abbiamo potenziato la pedonalizzazione delle strade più centrali, che chiamiamo Y storica per convenzione. In quella zona circolavano settecento veicoli al giorno, abbiamo reso più vivibile questa parte di ...

 
Saviano risponde a Salvini sulla possibile revoca della scorta

Saviano risponde a Salvini sulla possibile revoca della scorta

Milano (askanews) - Lo scrittore Roberto Saviano risponde con un video su Facebook alle parole del ministro dell'interno, Matteo Salvini che, commentando un altro video in cui l'autore di Gomorra accusava il titolare del Viminale di fare propaganda, ha ventilato una possibile revoca del servizio di scorta che da anni salvaguarda la vita dell'autore napoletano, minacciato di morte dalla camorra. ...

 
Yoga day, per i cento anni di BKS Iyengar un flash mob a Roma

Yoga day, per i cento anni di BKS Iyengar un flash mob a Roma

Roma, (askanews) - C'è una fotografia storica cara a tutti i praticanti di Iyengar yoga che ritrae Guruji nella posizione sulla testa - l'asana Sirsasana - circondato dai suoi allievi nella stessa posizione. È una foto molto bella, in bianco e nero, che ben rappresenta il filo profondo che legava e lega ancora i praticanti di Iyengar yoga con il loro maestro, spentosi il 20 agosto del 2014 e del ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018