La questione della tenuta di Suvignano arriva al Viminale. "La partita rimane aperta"

La questione della tenuta di Suvignano arriva al Viminale. "La partita rimane aperta"

Il parlamentare del Pd Dallai e il sindaco di Monteroni D'Arbia Armini hanno incontrato il sottosegretario all'Interno Manzione. Intanto domenica 8 a Monteroni D'Arbia la manifestazione di protesta

07.09.2013 - 11:45

0

"La partita rimane aperta. Nell'incontro al Viminale sono state approfondite le eventuali modalità di un affidamento della tenuta di Suvignano agli enti locali che ne hanno fatto richiesta". E' questo in sintesi il risultato del faccia a faccia che si è volto mercoledì 4 settembre al ministero dell'Interno tra il sottosegretario Domenico Manzione, il parlamentare del Pd alla Camera Luigi Dallai e il sindaco di Monteroni D'Arbia Jacopo Armini.
"Per la legge – spiegano Dallai e Armini in una nota - i beni immobili sono destinati al patrimonio del comune dove l'immobile è sito, in ottemperanza al principio cardine della norma del riutilizzo pubblico e sociale del bene confiscato. Per cui la questione che ha verosimilmente causato la decisione dell'Agenzia per i beni confiscati è legata al fatto che la tenuta di Suvignano è stata confiscata come bene aziendale, caso in cui la norma prevede la possibilità di affitto a imprese pubbliche o private, l'assegnazione gratuita a cooperative di dipendenti, oppure, come in questo caso, la vendita, ma aggiunge la norma quando questo corrisponda al maggior interesse pubblico". "Non ci fermeremo – concludono Dallai e Armini – e domenica chiediamo a tutti i senesi di partecipare alla manifestazione di protesta, per  portare avanti la battaglia a favore della legalità e a difesa di un progetto di rilancio e di crescita che oltre a muoversi nel rispetto della legge che prevede il riutilizzo pubblico dei beni confiscati alla criminalità organizzata, rappresenta un'opportunità di rilancio economico per il nostro territorio".

Domenica la manifestazione L'8 settembre si terrà la manifestazione organizzata dal Comune di Monteroni d'Arbia, dalla Provincia di Siena, dalla Regione Toscana, da Libera e dall'Arci per dire no alla messa all'asta della tenuta di Suvignano. In tanti hanno già reso nota la propria adesione. Tra questi, oltre agli stessi Dallai e Armini, anche vari politici locali, il Pd di Monteroni e lo Spi Cgil Toscana.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018