Sanzioni: l'Oca replica al sindaco

Palio

Sanzioni: l'Oca replica al sindaco

10.02.2018 - 23:32

0

La Sedia Direttiva della Nobile Contrada dell'Oca, pur avendo ritenuto – con l’emissione del
comunicato stampa in data 9 Gennaio 2018 - di chiudere definitivamente la querelle mediatica con
il Comune di Siena, avente ad oggetto le sanzioni relative al Palio del 16 Agosto 2017 e soprattutto
la spiacevole vicenda relativa alla documentazione negata a questa Nobile Contrada, preso atto
delle dichiarazioni rese dal Sindaco Bruno Valentini e riportate il 7 Febbraio 2018 dalla stampa
cittadina, si vede costretta a replicare come segue:

1) La formale richiesta di accesso alla documentazione amministrativa ex L. 241/90 avanzata
da questa Nobile Contrada (finalizzata ad ottenere tutta la documentazione completa
relativa al procedimento sanzionatorio del Palio del 16 Agosto), non costituisce in alcun
modo violazione delle Regole non scritte che vincolano moralmente le contrade ad esaurire
le proprie doglianze all’interno del procedimento previsto dal Regolamento del Palio; come
il Sindaco ben sa, si tratta dell’unico passo che il cittadino, le società e gli enti possono
compiere al fine di ottenere dall’Amministrazione dei documenti di suo interesse e non
costituisce in alcun modo un procedimento giurisdizionale (solo nel caso in cui
l’Amministrazione neghi la documentazione, l’utente avrà poi facoltà di ricorrere al TAR,
ma si tratta di un procedimento che, anche nel caso in cui i documenti fossero stati negati,
questa Nobile Contrada avrebbe eventualmente intrapreso esclusivamente al fine di poterne
entrare in possesso e mai, comunque, per impugnare il provvedimento sanzionatorio);

2) Giova precisare che questa Nobile Contrada – ai fini della redazione della memoria
difensiva - aveva già provveduto a richiedere all’Amministrazione Comunale tutta la
documentazione relativa al procedimento sanzionatorio per il Palio di agosto 2017
(relazione dei Deputati della Festa, relazione degli Ispettori di pista, relazione del Mossiere)
e, all’atto della consegna di documenti per la gran parte “sbianchettati” e piena di omissis,
si era sentita rispondere che quelli erano gli unici atti cui avevamo diritto di accedere, in
quanto riguardanti esclusivamente la posizione giuridica di questa Nobile Contrada;

3) A seguito della più che legittima e rituale richiesta di visionare la intera documentazione su
cui erano stati fondati gli addebiti dell’Assessore delegato è emerso, come purtroppo
temevamo, che ci erano stati negati alcuni passi fondamentali e determinanti delle predette
relazioni, nella parte in cui veniva minimizzata e contestualizzata la posizione della Nobile
Contrada dell’Oca; tutto ciò, con gravissima violazione dei diritti di difesa di questa Nobile
Contrada che ha potuto redigere la propria memoria difensiva con una documentazione
parziale e incompleta;

4) Non corrisponde a verità l’affermazione secondo cui, nei giorni successivi alla consegna di
tale documentazione “parziale”, sarebbe stato offerto a questa Nobile Contrada di poter
“visionare” l’intero fascicolo, in primo luogo perché proprio lo stesso Responsabile
dell’Ufficio Palio ebbe a comunicarci che “per prassi consolidata” venivano consegnate
solo le parti riguardanti la posizione della Contrada interessata ed in secondo luogo perché,
se non vi fossero stati problemi a consultare e consegnare in copia l’intero fascicolo, non
v’era motivo per cui lo stesso fascicolo integrale dovesse essere negato in precedenza;

5) Non corrisponde a verità l’affermazione secondo cui il Governatore di questa Nobile
Contrada, avrebbe lasciato cadere l’invito da parte dell’Ufficio Palio a consultare l’intero
fascicolo, dal momento che proprio il responsabile dell’Ufficio aveva già fatto presente a
voce che gli stralci consegnati erano tutto ciò che questa Contrada aveva diritto di
visionare e che non sarebbe stato possibile consultare il fascicolo integrale, nemmeno per
poter appuntare a parte eventuali passaggi ritenuti di nostro interesse e non consegnatici a
seguito della prima richiesta;

6) Si evidenzia infine quanto contenuto nel comunicato del Comune di Siena in data 6
Febbraio u.s. secondo cui Lo stesso Regolamento del Palio all’art. 98 definisce con
chiarezza il diritto, da parte delle Contrade, “di consultare la Relazione dei Deputati della
Festa ed estrarre copia della medesima e di tutti gli allegati ivi compresa eventuale
documentazione filmata e/o fotografica, per tutto quanto è connesso e collegato al
provvedimento, formulato dall’Assessore Delegato”. <In ragione di ciò questa
Amministrazione, così come in passato, intende fornire alla Contrada che riceve la proposta
del provvedimento da parte dell’Assessore Delegato, l’estrazione completa di tutta la
documentazione che è stata utilizzata per definire il giudizio da parte dell’Assessore stesso,
facendo particolare attenzione affinché risulti integrale e comprensibile>.

7) Secondo l’interpretazione fornita dalla stessa Amministrazione, la Contrada ha diritto
pertanto a ricevere “l’estrazione completa di tutta la documentazione che è stata utilizzata
per definire il giudizio da parte dell’Assessore stesso, facendo particolare attenzione
affinché risulti integrale e comprensibile”;

8) Nel caso di specie, poiché la proposta di sanzione dell’assessore delegato in data 7
novembre 2017 risultava fondata (testualmente) sulla “Relazione dei Deputati della Festa,
della quale fanno parte integrante i rapporti scritti degli Ispettori della pista e del Mossiere
e tutti gli atti e/o documenti acquisiti”, questa Nobile Contrada aveva diritto di accedere, ai
fini della redazione della propria memoria difensiva, a tutti i documenti come sopra
indicati, in forma integrale e non censurata, ivi compreso il rapporto scritto del Mossiere,
inspiegabilmente negato, contenente alcuni passi fondamentali che minimizzavano la
condotta del proprio fantino;

9) Questa Nobile Contrada respinge inoltre con fermezza le accuse di strumentalizzazione ai
fini politici delle vicende di cui sopra, avendo agito sempre e comunque nell’interesse della
Contrada stessa e mai per secondi fini, nella consapevolezza di aver subìto (ora come in
passato) gravissimi torti da parte dell’Amministrazione, ma accettando comunque –
nell’ottica e nel rispetto assoluto delle Regole non scritte - gli esiti dei procedimenti
disciplinari relativi alla giustizia paliesca.
La Sedia Direttiva intende infine respingere con fermezza le accuse di ambiguità e di scarso
rispetto della tradizione e delle regole non scritte, posto che la Nobile Contrada dell'Oca è da
sempre maestra ed esempio di rigoroso rispetto delle medesime regole, di meticolosa conservazione
delle tradizioni e di incessante trasmissione ai propri giovani dei principi che regolano e
sorreggono lo spirito del Palio di Siena.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018