Il tempo dei duelli

Il tempo dei duelli

12.10.2016 - 10:42

0

Che il duello sia uno degli stratagemmi narrativi più forti è chiaro fin dai tempi di Ettore e Achille. Che continui a costituire un asso nella manica nella comunicazione di oggi è altrettanto evidente. La contrapposizione paga, lo scontro accende l’attenzione e riduce la complessità di un dibattito alla semplicità brutale di un confronto diretto fra due protagonisti.
Mi pare una sorta di costrizione, di un inevitabile imbuto in cui convergono sia l'interesse del pubblico, sia di chi gestisce le leve dei media, sia del dibattito in una società nel tempo dei mezzi di comunicazione.
D'altronde, nel luogo massimo dello spettacolo, da decenni le elezioni presidenziali sottostanno alla modalità della competizione che va a culminare nei “Debates” fra i due condidati. Come abbiamo potuto verificare ancora una volta due sere fa, quando sono scesi a singolar tenzone televisiva il Pugile Donald Trump e la Maestrina Hillary Clinton. Un ring, preparato da una spirale di annunci, da polemiche infuocate e attizzate ancora di più dalle rivelazioni sui due competitors, in particolare le dichiarazioni che avrebbero dovuto essere off-records di Donald sulla sua visione della donna e la relazione da intrattenere con essa.
E il Duello, lungi dall'essere una semplice convenzione retorica, c'è stato. I due si sono espressi con tutte le loro forze e risorse, ciascuno secondo temperamento e stile discorsivo, aggressivo, sprezzante, sbrigativo quello di Trump, freddo, tagliente e lucido quello di Hillary.
Poi, come è proprio del match, sono arrivate le giurie a stabilire chi avesse vinto e di quanto. E si è fatto anche il check-fact per controllare la rispondenza fra le affermazioni dei due e la realtà.
Nel nostro piccolo, non siamo da meno. A largo del Nazareno è andato in scena l'ennesimo duello fra Renzi e la minoranza del PD, secondo un copione che il Segretario ha cercato di aprire a qualche spiraglio di revisione della proposta referendaria, e che, invece, la minoranza ha bocciato senza mezze misure, abbandonando l'aula al momento della votazione finale. La sensazione di essere ormai fuori tempo massimo, ognuno ormai per sé e per la sua strada.
Renzi contro D'Alema, Renzi contro Bersani, l'antitesi è netta e frontale da tempo e ancora una volta mette a confronto stili diversi. Renzi strasicuro di sé, rullo compressore del nuovo, nella parte di un mediatore nemmeno troppo convinto e in una parte che non gli si adatta, da una parte, e la gelida ironia di D'Alema e la sbriciolona di Bersani, dall'altra, campioni di un partito in cui vogliono restare ma che non riconoscono nella gestione attuale, travolti ormai dal desiderio di mandare a casa l'usurpatore, il dilapidatore della tradizione di cui sono i gelosi custodi. Tanta retorica, insieme a tanta memoria corta e al rischio di cortocircuito di un leaderismo che non buca più come prima la percezione della gente.
Infine, la partita fra Malagò, Presidente del Coni, e la sindaca Raggi. Guerra aperta e anche qui stili e posizioni discorsive agli antipodi. Malagò maltrattato, inascoltato e respinto al mittente, che vede svanire il sogno di Roma olimpica, e la sindaca imperturbabile, querula difensore dell'onestà, che ha un'altra agenda sull'avvenire della capitale.
Ultima puntata, il confronto è diventato quello tra Roma e Milano (appena reduce dalla battaglia con Torino sul Salone Libri). Non volete le Olimpiadi? Bene, il Cio, se vorrà venire, lo accoglieremo a Milano. Così Malagò nel giorno in cui i dati di una ricerca dicono che i turisti a Milano, battono quelli di Roma, e che il capoluogo lombardo è al terzo posto in Europa dopo Londra e Parigi. Se guerra deve essere che guerra sia.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Thailandia, Elon Musk si scusa via Twitter con il soccorritore

Thailandia, Elon Musk si scusa via Twitter con il soccorritore

Washington, (askanews) - Elon Musk, ha postato un tweet in cui si scusa con lo speleologo britannico, Vernon Unsworth, che il patron di Tesla e Space X aveva definito "pedofilo". Il soccorritore britannico, che ha partecipato al salvataggio dei 12 ragazzi e del loro allenatore nella grotta in Thailandia, aveva bollato come una "trovata pubblicitaria" l'offerta di Musk di un mini-sottomarino per i ...

 
Usa, le fiamme minacciano il parco nazionale di Yosemite

Usa, le fiamme minacciano il parco nazionale di Yosemite

Roma, (askanews) - Un vasto incendio minaccia il Parco Nazionale di Yosemite, nel nord della California. Le fiamme hanno già distrutto oltre 50 chilometri quadrati di territorio e ucciso almeno una persona, un vigile del fuoco. In totale sono almeno 1.500 i pompieri al lavoro nella zona interessata dall'incendio, particolarmente violento perché alimentato da migliaia di piante morte per la ...

 
Altro

Ronaldo alla Juve, cambio di maglia 'al volo' per Fifa 19

Primo breve filmato su Instagram con Cristiano Ronaldo in maglia bianconera del trailer promozionale di Fifa 19, videogioco di calcio della EA Sports. L'arrivo del campione ha scombinato i piani degli sviluppatori che in corsa hanno dovuto modificare promo e locandine del videogames peraltro già in circolazione con Cr7, come sempre negli ultimi anni, con la maglia del Real Madrid. Ma il lavoro ...

 
Cronaca

Salviamo i boschi, al via campagna antincendio 2018

Con la flotta più grande del mondo, composta da canadair ed elicotteri, il corpo nazionale dei vigili del fuoco dà il via alla campagna antincendio boschiva 2018. Lo scorso anno in Italia si sono verificati 743 grandi incendi. Prevenirli piuttosto che affrontare l'emergenza è l'obiettivo di quest'anno

 
Muccino lancia la sfida all'anoressia

Il fatto

Muccino lancia la sfida all'anoressia

 “Sono passati quindici anni dall’apertura di Palazzo Francisci. E sono passate da qui, per un periodo della loro vita, tante giovani vite a cui la malattia aveva tolto la ...

16.07.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018