Automobilisti italiani ancora troppo poco connessi

FUORI GIRI

Automobilisti italiani ancora troppo poco connessi

10.01.2018 - 14:44

0

Bluetooth, navigatori superintelligenti, Comand computerizzati. E chi più ne ha, di innovazioni connesse e interconnesse con smartphone e internet, ne metta. Che le tecnologie progrediscano, e che lo facciano rapidamente, è sotto gli occhi di tutti. La strada da percorrere perché l’auto connessa trovi piena diffusione è però ancora lunga e passa prima di tutto dall’attitudine degli automobilisti.

Nel mondo, ma anche - e soprattutto - in Italia. Il 32% dei guidatori italiani, infatti, non utilizza attivamente le funzionalità della proprio auto connessa, dato che comprende un 16% che non sa nemmeno se il proprio veicolo è dotato di tecnologia. A rilevarlo è la seconda edizione di Connected Car, lo studio sulle attitudini e il comportamento di acquisto, di oltre 8.500 automobilisti in tutta Europa, Nord America e Cina, condotto da Kantar Tns. Da questo punto di vista, il Belpaese fa peggio sia dell’Europa, dove le percentuali sono rispettivamente del 29% per il mancato utilizzo e del 15% per la mancata conoscenza, che del mondo, dove gli stessi dati si attestano rispettivamente al 25% e all’11%.

D’altra parte, la stessa indagine mostra come le case automobilistiche non abbiano ancora convinto del tutto i guidatori rispetto ai vantaggi delle nuove funzioni. Il 56% dei conducenti mondiali, il 58% di quelli europei e il 68% di quelli italiani - tra chi ha provato questi servizi al momento dell’acquisto - non è sicuro che li sceglierà di nuovo e dichiara di non pensare di utilizzarli in futuro.


«Nella mente di molti proprietari di automobili la connettività è qualcosa di complesso», ragiona Andrea Galimberti, practice head automotive di Kantar Tns, segnalando che «l’opportunità per i produttori di auto è oggi quella di riuscire a rendere le funzionalità di connessione più accessibili, personalizzate e rilevanti per l’esperienza di guida. Ma per questo devono dimostrarne agli utilizzatori l’impatto e il valore, aumentarne l’uso, creare fiducia». Dal punto di vista dei consumatori - sia italiani che globali - la connettività ha valore soprattutto se applicata a sicurezza, navigazione e tutela del trattamento dati. E questo è certamente un punto di partenza. Così come è chiaro che gli automobilisti più all’avanguardia sono i proprietari di brand premium, meglio disposti a pagare per le funzionalità connesse rispetto a chi sceglie marchi generalisti. Tra i mercati maturi, poi, il più promettente da questo punto di vista è quello della Cina.

Il 75% dei conducenti cinesi è ricettivo rispetto alle innovazioni in termini di guida autonoma e il 79% dichiara che il prossimo veicolo che acquisterà sarà connesso; percentuali che scendono rispettivamente al 36% e al 53% in Europa. E in Italia? Il 45% degli automonilisti guarda con interesse alla vettura che si guida da sola e il 60% sceglierà un’auto connessa al momento del prossimo acquisto.

Marco Valsecchi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Thailandia, Elon Musk si scusa via Twitter con il soccorritore

Thailandia, Elon Musk si scusa via Twitter con il soccorritore

Washington, (askanews) - Elon Musk, ha postato un tweet in cui si scusa con lo speleologo britannico, Vernon Unsworth, che il patron di Tesla e Space X aveva definito "pedofilo". Il soccorritore britannico, che ha partecipato al salvataggio dei 12 ragazzi e del loro allenatore nella grotta in Thailandia, aveva bollato come una "trovata pubblicitaria" l'offerta di Musk di un mini-sottomarino per i ...

 
Usa, le fiamme minacciano il parco nazionale di Yosemite

Usa, le fiamme minacciano il parco nazionale di Yosemite

Roma, (askanews) - Un vasto incendio minaccia il Parco Nazionale di Yosemite, nel nord della California. Le fiamme hanno già distrutto oltre 50 chilometri quadrati di territorio e ucciso almeno una persona, un vigile del fuoco. In totale sono almeno 1.500 i pompieri al lavoro nella zona interessata dall'incendio, particolarmente violento perché alimentato da migliaia di piante morte per la ...

 
Altro

Ronaldo alla Juve, cambio di maglia 'al volo' per Fifa 19

Primo breve filmato su Instagram con Cristiano Ronaldo in maglia bianconera del trailer promozionale di Fifa 19, videogioco di calcio della EA Sports. L'arrivo del campione ha scombinato i piani degli sviluppatori che in corsa hanno dovuto modificare promo e locandine del videogames peraltro già in circolazione con Cr7, come sempre negli ultimi anni, con la maglia del Real Madrid. Ma il lavoro ...

 
Cronaca

Salviamo i boschi, al via campagna antincendio 2018

Con la flotta più grande del mondo, composta da canadair ed elicotteri, il corpo nazionale dei vigili del fuoco dà il via alla campagna antincendio boschiva 2018. Lo scorso anno in Italia si sono verificati 743 grandi incendi. Prevenirli piuttosto che affrontare l'emergenza è l'obiettivo di quest'anno

 
Muccino lancia la sfida all'anoressia

Il fatto

Muccino lancia la sfida all'anoressia

 “Sono passati quindici anni dall’apertura di Palazzo Francisci. E sono passate da qui, per un periodo della loro vita, tante giovani vite a cui la malattia aveva tolto la ...

16.07.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018