Cerca

Lunedì 20 Febbraio 2017 | 11:49

PIENZA

Rave party, invasa la Valdorcia

Rave party, invasa la Valdorcia

 Invasione in Valdorcia per un mega rave party per cui si prevede l’arrivo di circa tremila persone. Si tratta di un rave di calibro internazionale che fa seguito ad un altro che si è svolto nei giorni scorsi nei Balcani. Come location del meeting italiano è stata scelta la ex diga di San Piero in Campo, al confine fra i comuni di Pienza e Radicofani (frazione di Contignano). Una campagna bellissima invasa sin dalle prime ore del mattino di oggi, 19 settembre, da auto, camper, moto nel tentativo di raggiungere la diga. La segnalazione degli abitanti del posto ai carabinieri ha fatto scattare un piano interforze coordinato dal questore di Siena per cercare di arginare l’invasione e soprattutto la violazione degli spazi privati. Polizia di stato, carabinieri, guardie forestali, finanza e polizia provinciale hanno lavorato tutto il giorno per bloccare le strade bianche da cui i partecipanti al rave tentavano di raggiungere la diga, insinuandosi anche negli spazi di poderi e casali. Cartelli, catene, blocchi di ogni tipo, ma i partecipanti al rave hanno divelto le protezioni tanto che si è reso necessario porre ad ostruzione della strada anche alcune rotoballe di fieno. Nel pomeriggio già 800 persone avevano raggiunto la diga, molti anche a piedi lasciando la macchina in posteggi lontani dalla meta. C’è chi è arrivato in bicicletta altri addirittura in taxi da Chiusi. Il rave si concluderà lunedì mattina. Le forze dell’ordine presidieranno la zona, ma non useranno le maniere forti per cacciare i partecipanti e sgombrare la zona.

 

Più letti oggi

il punto
del direttore