Siena 2019

Il professor Sacco: "Vogliono screditare la città"

05.05.2014 - 16:32

0

“Siamo sottoposti ad attacchi, sulla stampa nazionale per noi cisono ultimamente tante parole negative. Francamente non ne capisco il motivo”. Sbotta un arrabbiato Pier Luigi Sacco, direttore della candidatura di Siena a capitale europea della cultura nel 2019. In effetti domanica mattina uno dei più prestigiosi quotidiani nazionali, Il Sole 24Ore, ha pubblicato la lettera di una studentessa 17enne della provincia di Firenze che scrive con termini non lusinghieri della città di Siena. Sacco non la cita direttamente, ma forse la sua rabbia si deve proprio a questa lettera. Così scrive infatti la giovanissima Arianna, che racconta di aver visitato nei giorni scorsi il Palazzo pubblico senese ed il museo civico: “Sono rimasta delusa dalla scarsa cura e dalla scarsa consapevolezza delle opere artistiche che sono presenti a Siena. Ho notato un’accoglienza scortese e superficiale, non mi è stata data nessuna informazione utile o stimolante ad effettuare la visita di queste opere, la sezione del museo che ospita i quadri è grossolana e scadente”. Il tutto nel contesto di un ragionamento nel quale si afferma che l’Italia potrebbe fare di più con l’enorme patrimonio artistico che possiede.

Ma Il Sole 24 Ore è lo stesso giornale che pochi mesi fa ha posizionato Siena al quinto posto generale in Italia per qualità della vita, con risultati di eccellenza nell’ambito culturale. Il professor Sacco è arrabbiato. Questo, tra l’altro, è il periodo cruciale prima della decisione, che ci sarà a metà ottobre, relativamente alla città italiana che diventerà nel 2019 capitale europea della cultura.

Professore, perché a suo avviso Siena sarebbe sotto attacco?

“Non conosco il motivo, ma noto che altre città finaliste per il riconoscimento di capitale europea della cultura non stanno ricevendo lo stesso trattamento riservato a Siena. Leggo ancora da più parti che si continua a parlare dei problemi del Monte dei Paschi e che questi a volte vengono anche usati come pretesto per parlare di presunte mancanze della città pure in altri ambiti, come quello culturale. Ma questo è falso. Si esprimono addirittura giudizi sulla candidatura senese senza che si sappia bene ciò di cui si sta parlando o scrivendo. Ricordo che nella classifica 2013 del Sole 24Ore noi siamo primi in Italia nella sezione ‘Tempo libero e cultura’. Allora di che cosa stiamo parlando? Questa città ha avuto il coraggio di fare i conti con il proprio passato, non tutte le città hanno fatto altrettanto. Qui c’è un ambizioso progetto che vuole fare della cultura il motore di una ripartenza e di un nuovo sviluppo. In Europa noto verso il nostro progetto attenzione e rispetto, mentre in Italia subiamo degli attacchi forse perché c’è timore nei confronti di quello che stiamo facendo".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Sochi, (askanews) - Stretta di man calorosa e incontro a Sochi, nella residenza estiva del presidente russo, tra il segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin e il leader del Cremlino, Vladimir Putin. "Grazie per l'invito - ha detto Parolin a Putin - che mi è stato rivolto da lei e dalle autorità di questo Paese e grazie anche per l'accoglienza e la possibilità di incontrarci in ...

 
Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Roma, (askanews) - Un mosaico bizantino del sesto secolo che porta inciso il nome dell'imperatore Giustiniano e quello di un abate: è la rara scoperta di un gruppo di archeologi israeliani nella città vecchia di Gerusalemme. Come spiega David Gellman, direttore degli scavi: "Eravamo molto vicini agli scavi quando ho notato che alcune tessere invece che bianche, erano posizionate ad angolo diverso ...

 
Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Roma, (askanews) - Il terremoto costa più della prevenzione: ecco le cifre. L'Italia è divisa in 4 zone sismiche La 1 e la 2 sono considerate ad alto rischio; in queste zone, oltre il 56% degli edifici sono pre-1970 e sono stati quindi costruiti senza alcuna tecnica antisismica. Solo il 5% degli edifici è stato costruito dopo il 2000, con tecniche moderne e norme restrittive. Nella sola zona 1 ...

 
Rooney dice addio alla nazionale inglese: "E' stato emozionante"

Rooney dice addio alla nazionale inglese: "E' stato emozionante"

Roma, (askanews) - I sogni possono diventare realtà e giocare per l'Inghilterra lo è stato. Grazie a tutti, è stato emozionante. Dopo 119 presenze e 53 gol, Wayne Rooney dice addio alla Nazionale inglese per dedicarsi solamente all'Everton, nonostante il ct della nazionale inglese Gareth Southgate avesse annunciato che avrebbe richiamato Rooney. Trentuno anni, capitano e primatista di reti con la ...

 
Eletta la più bella dell'Umbria

La reginetta

Eletta la più bella dell'Umbria

Monica Bartolucci, 24 anni, barista di Trestina, è Miss Umbria 2017. Ma cominciamo quasi dalla fine. Quando, cioè, da cinque finaliste la giuria riduce a due (Monica ...

22.08.2017

il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

E' morto Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017