Siena 2019

Il professor Sacco: "Vogliono screditare la città"

05.05.2014 - 16:32

0

“Siamo sottoposti ad attacchi, sulla stampa nazionale per noi cisono ultimamente tante parole negative. Francamente non ne capisco il motivo”. Sbotta un arrabbiato Pier Luigi Sacco, direttore della candidatura di Siena a capitale europea della cultura nel 2019. In effetti domanica mattina uno dei più prestigiosi quotidiani nazionali, Il Sole 24Ore, ha pubblicato la lettera di una studentessa 17enne della provincia di Firenze che scrive con termini non lusinghieri della città di Siena. Sacco non la cita direttamente, ma forse la sua rabbia si deve proprio a questa lettera. Così scrive infatti la giovanissima Arianna, che racconta di aver visitato nei giorni scorsi il Palazzo pubblico senese ed il museo civico: “Sono rimasta delusa dalla scarsa cura e dalla scarsa consapevolezza delle opere artistiche che sono presenti a Siena. Ho notato un’accoglienza scortese e superficiale, non mi è stata data nessuna informazione utile o stimolante ad effettuare la visita di queste opere, la sezione del museo che ospita i quadri è grossolana e scadente”. Il tutto nel contesto di un ragionamento nel quale si afferma che l’Italia potrebbe fare di più con l’enorme patrimonio artistico che possiede.

Ma Il Sole 24 Ore è lo stesso giornale che pochi mesi fa ha posizionato Siena al quinto posto generale in Italia per qualità della vita, con risultati di eccellenza nell’ambito culturale. Il professor Sacco è arrabbiato. Questo, tra l’altro, è il periodo cruciale prima della decisione, che ci sarà a metà ottobre, relativamente alla città italiana che diventerà nel 2019 capitale europea della cultura.

Professore, perché a suo avviso Siena sarebbe sotto attacco?

“Non conosco il motivo, ma noto che altre città finaliste per il riconoscimento di capitale europea della cultura non stanno ricevendo lo stesso trattamento riservato a Siena. Leggo ancora da più parti che si continua a parlare dei problemi del Monte dei Paschi e che questi a volte vengono anche usati come pretesto per parlare di presunte mancanze della città pure in altri ambiti, come quello culturale. Ma questo è falso. Si esprimono addirittura giudizi sulla candidatura senese senza che si sappia bene ciò di cui si sta parlando o scrivendo. Ricordo che nella classifica 2013 del Sole 24Ore noi siamo primi in Italia nella sezione ‘Tempo libero e cultura’. Allora di che cosa stiamo parlando? Questa città ha avuto il coraggio di fare i conti con il proprio passato, non tutte le città hanno fatto altrettanto. Qui c’è un ambizioso progetto che vuole fare della cultura il motore di una ripartenza e di un nuovo sviluppo. In Europa noto verso il nostro progetto attenzione e rispetto, mentre in Italia subiamo degli attacchi forse perché c’è timore nei confronti di quello che stiamo facendo".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il presepe lucano del maestro Franco Artese sbarca a Firenze

Il presepe lucano del maestro Franco Artese sbarca a Firenze

Roma, (askanews) - Il presepe del maestro Franco Artese intitolato "L'Infinito diventa uno di noi" e la manifestazione artistica "Maternità divine. Sculture lignee della Basilicata dal Medioevo al Settecento" portano la Basilicata a Firenze nel periodo natalizio: due importanti manifestazioni artistiche di impronta lucana, organizzate e fortemente volute dall'Azienda di Promozione Turistica della ...

 
Ultimo collegamento dall'Iss di Nespoli: "Vorrei andare su Marte"

Ultimo collegamento dall'Iss di Nespoli: "Vorrei andare su Marte"

Roma, (askanews) - Ultimo colloquio dalla Stazione spaziale internazionale (Iss) per l'astronauta Paolo Nespoli, che a breve rientrerà sulla Terra. Nel corso di una chiacchierata con la ministra dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca Valeria Fedeli all'Auditorium dell'Asi (Agenzia spaziale italiana), Astropaolo, che si trova nello spazio dal 28 luglio scorso, ha raccontato: "Aspettiamo ...

 
Don Luigi Sturzo, la politica come santità

Don Luigi Sturzo, la politica come santità

Roma, (askanews) - La politica come santità: è il senso della vita di don Luigi Sturzo, fondatore nel 1919 del Partito popolare, poi esule antifascista in America poi dal 1952 senatore a vita, di cui è in corso il processo di beatificazione: nei giorni scorsi si è conclusa l'istruttoria diocesana, durata 22 anni, e ora è in corso la fase finale in Vaticano. La vicenda di don Sturzo è riassunta ...

 
New York, il momento dell'esplosione

New York, il momento dell'esplosione

Il momento dell'esplosione di New York. Le immagini sono state registrate da una telecamera di sicurezza alla stazione degli autobus di Manhattan.

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

Fabrizio Frizzi torna in tv

Il fatto

Fabrizio Frizzi torna in tv

"Tornerò a condurre L'Eredità il 15 dicembre, prima insieme a Carlo Conti, poi continuerò da solo". E' stato lo stesso Fabrizio Frizzi a confermarlo, durante la puntata di ...

06.12.2017

Gisele Bündchen da capogiro a New York

Gossip

Gisele Bündchen da capogiro a New York

Impossibile non notarla durante questo photoshoot a Brooklyn. Scollo esagerato, mini-abito e stivali altissimi, Gisele Bundchen è mozzafiato con questo look newyorkese. ...

05.12.2017