michele cucuzza bianco e nero

Se il Sud si impegna ce la può fare

19.05.2017 - 15:56

0

“Altro che lamentele: qui al sud dobbiamo darci da fare per riparare i manti delle nostre strade piene di buche, triplicare la segnaletica carente quasi dappertutto e fare molte più piste ciclabili, quante ce ne sono all'estero. I turisti stranieri, abituati ai loro standard, non perdonano arretratezze e lacune come queste. Sembra niente e invece è così che cominceremo a cambiare le cose”. Il suggerimento, tutt'altro che formale, arriva da un giovane imprenditore agricolo della provincia di Brindisi, Alberto Argentieri, 30 anni, sposato, titolare dell'uliveto di famiglia avviato a suo tempo dal nonno nelle campagne di San Pietro Vernotico, 9 ettari di ulivi e un piccolo vigneto cui recentemente ha aggiunto un bed and breakfast con 12 posti letto, ricavato da un ex convento: “Conto di installarvi entro l'estate 2018 la piscina e di adattare una nuova ala dell'edificio per 9 ospiti. Intanto a ottobre raccoglierò l'olio extravergine che quest'anno si preannuncia particolarmente gustoso. Neanche l'ombra della xylella dalle mie parti, grazie al cielo”.
Diplomato all'Alberghiero, Argenteri non ha mai smesso la sua formazione: frequenta continuativamente corsi attinenti alla sua attività di imprenditore agroalimentare, compreso quello che lo ha laureato assaggiatore di olio (“l'equivalente del sommelier per il vino, devi saper riconoscere l'olio imperfetto generato da olive non troppo sane o conservato male”).
Altrettanta attenzione Alberto continua a dedicarla allo studio delle esperienze turistiche nelle altre regioni (“in Umbria ho visto cosa significa rispetto del territorio, agricoltura a livelli elevatissimi e accoglienza dei visitatori da manuale”).
Girando per l'Italia il nostro ha maturato le convinzioni che più lo spingono a darsi da fare per il suo sud (“solo le visite guidate nel parco delle Cinque Terre in Liguria garantiscono un fatturato annuo di 13 milioni di euro. Con tutto il rispetto, la Puglia è molto più bella e meriterebbe di generare molta più ricchezza, se avesse un'industria turistica all'altezza”). Perché questo è il punto. Argenteri ne è convinto: “Il Meridione può ritrovare benessere e progresso solo se si concentra sulle sue vocazioni naturali, turismo e agricoltura. Inutile parlare d'altro. E invece tutto sembra congiurare perché questo scatto non avvenga. Mancano prima di tutto le università, in Puglia c'è solo l'ateneo di Bari: i giovani non possono studiare che legge, medicina, psicologia, conoscenze rispettabilissime, ci mancherebbe. Ma poi, il lavoro dov'è? Ed ecco l'esigenza di cercarselo fuori, al nord, in tanti ormai anche all'estero. Se si organizzassero corsi e progetti incentrati su turismo e agricoltura, se si facessero più gemellaggi in Italia e all'estero le cose comincerebbero a cambiare. Gli esempi visti sul campo avrebbero grande efficacia tra i ragazzi in formazione. A patto, naturalmente, che la burocrazia molli la presa sulle start up, su cui si fa tanta retorica: in Germania, per aprire un chiosco con i brezen, i tipici panini farciti, basta un giorno, da noi non ne parliamo. Per non dire delle tasse sempre alte e delle poche agevolazioni previste per chi vuole investire, modestissime rispetto agli altri paesi dove le imposte - a differenza che da noi - assicurano servizi efficaci, comprese strade senza buche e reti vastissime di piste ciclabili. La tentazione di mollare tutto e andar via ce l'ho avuta anch'io: ma so che non lo farò, il sud se si dà da fare ce la può fare”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Boeri: "Di Maio perde contatto con la crosta terrestre"

Boeri: "Di Maio perde contatto con la crosta terrestre"

(Agenzia Vista) Roma, 19 luglio 2018 Boeri Di Maio ha perso contatto con la crosta terrestre L'audizione alla Camera dei Deputati del presidente dell'Inps Tito Boeri. / fonte webtv Camera Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Palermo, minuto di silenzio in memoria di Borsellino e la scorta

Palermo, minuto di silenzio in memoria di Borsellino e la scorta

Palermo (askanews) - Alle 16.58 del 19 luglio 2018, orario della strage di Via D'Amelio a Palermo, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e i 5 agenti della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, è stato celebrato un minuto di silenzio, interrotto soltanto dalle note di un giovane trombettiere e lo scandire dei nomi delle ...

 
Tabacco, Philip Morris e Coldiretti: riduzione danno e tecnologia

Tabacco, Philip Morris e Coldiretti: riduzione danno e tecnologia

Perugia, (askanews) - Il fumo causa ogni anno nel mondo oltre 7 mln di vittime, tra le 70 e le 83mila in Italia, ma il numero totale di fumatori resta stabile. In Italia sono 12,2 milioni (il 23,3 % della popolazione) e l'Umbria risulta la regione con la percentuale più alta di fumatori adulti (31%). Alla luce di questo l'industria ha deciso di puntare con decisione alla riduzione del danno ...

 
Muccino lancia la sfida all'anoressia

Il fatto

Muccino lancia la sfida all'anoressia

 “Sono passati quindici anni dall’apertura di Palazzo Francisci. E sono passate da qui, per un periodo della loro vita, tante giovani vite a cui la malattia aveva tolto la ...

16.07.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018