michele cucuzza bianco e nero

Il desiderio di soccorrere

17.03.2017 - 11:45

0

E’ un italiano, Oronzo Passabì, coordinatore dell’unità cinofila dei vigili del fuoco di Lecce, 48 anni, 20 di servizio, il pompiere alla testa della migliore squadra del mondo. A Ulm, in Germania, ha ottenuto da una commissione internazionale di colleghi il premio world of firefighters per l’opera prestata nei soccorsi ad Amatrice, il comune simbolo del terremoto che dallo scorso agosto tormenta il centro Italia, con un succedersi di scosse che, oltre a distruggere comuni dalle origini secolari, ha causato, morti e migliaia di sfollati. Sono state 218, le persone estratte vive dalle macerie da Passabì e dai suoi colleghi vigili del fuoco che, per questo, sono stati premiati con il riconoscimento istituito in Germania alla memoria di Conrad Dietrich Magirus, il pompiere inventore 150 anni fa delle scale autoportanti. “E’ un impegno - racconta schivo Passabì - che corrisponde in pieno alla mia indole: dare una mano agli altri è essenziale per me”. Il pensiero corre ai ricordi di bambino, quando Passabì sentiva l’ululato delle sirene dei vigili del fuoco della caserma dietro casa e sognava. Con l’età giusta, l’ingresso in caserma è arrivato davvero, favorito dall’esperienza di Oronzo come sommozzatore dilettante. Da allora migliaia di missioni, vite strappate alle catastrofi, incidenti stradali, pozzi, cadute accidentali, tentati suicidi, salvataggi realizzati con la tecnica e l’esperienza maturata negli anni: “la mia squadra, dotata di cani, è specializzata nel soccorso e nell’estrazione di persone rimaste sepolte nei crolli di edifici”. Tantissimi i successi e le soddisfazioni, ma a Passabì viene più facile ricordare le volte in cui il suo intervento, malgrado il massimo impegno, non ha potuto dare i risultati sperati: “penso ai 27 bambini, alla maestra e al bidello morti nel crollo per il terremoto della scuola elementare di San Giuliano di Puglia, nel Molise. Era il 31 ottobre 2002: abbiamo scavato senza risparmio, ma la tragedia era stata fulminea. Un ricordo che custodisco indelebile, durante il terremoto dell’Aquila nel 2009: oltre a tante persone estratte vive dalle macerie, c’è stata anche l’inutile ricerca di una ragazza rimasta sepolta nel crollo della sua abitazione. Incredibilmente, durante i funerali delle oltre 300 vittime del sisma, con i miei fiori in mano mi sono istintivamente accostato a una bara tra le tante: era la sua, dopo ho riconosciuto il nome, Alice D’Ambrosio. Come se quella giovane mi avesse chiamato per suggerirmi di non cercarla più. Ancora adesso ho i brividi”. E i soccorsi più recenti, ad Amatrice e Norcia? “Tanto aiuto, tanti salvataggi ma anche distruzione e vittime: ogni volta che entri nelle case semidistrutte dove c’è stato il terremoto, la caffettiera ancora sul fornello, la colazione pronta in tavola, ti rendi conto di come la vita sia stata strappata senza il minimo preavviso. Come non riflettere sul senso del nostro esserci e poi sparire di colpo?”. Passabì ha comunque la forza di trasformare dubbi e ricordi in propositi: “penso sempre a fare meglio la prossima volta. Questo è il credo del soccorritore”. La sua umanità, oltre alla professionalità, ne hanno fatto il campione che è : “quando c’è da salvare qualcuno in pericolo, nulla può essere lasciato al caso. La vita umana meriterebbe la perfezione da noi soccorritori”.
mikcucuzza@gmail.com

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

Roma, (askanews) - Dal libro bestseller di Elmore Leonard, "Get shorty", nel 1995 era stato tratto il celebre film con John Travolta, ma oggi un enorme successo ha riscosso negli Stati Uniti l'omonima serie, che arriva in prima visione assoluta per l'Italia dal 22 febbraio su Timvision. La dark comedy per la tv "Get shorty", di cui vediamo una clip in esclusiva, è diretta da Davey Holmes, già ...

 
Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Damasco, (askanews) - Un massacro con quasi 200 morti fra i civili, di cui 60 bambini. È il bilancio di tre giorni di bombardamenti incessanti sulla roccaforte ribelle della Ghouta, a Est di Damasco, da parte del regime siriano di Bashar al-Assad. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, l'attacco ha provocato 17 morti domenica 18, 127 morti lunedì 19 e 50 ...

 
Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Copenaghen, (askanews) - Circa 60 ospiti si sono stretti attorno alla famiglia reale danese per salutare il principe consorte Henrik, marito della regina Margherita II di Danimarca. Nelle immagini si vede la regina, 77 anni, che scende dall'auto vestita a lutto ma in più di un'occasione la si vede sorridente e quasi allegra. Presenti al funerale i figli della coppia, il principe ereditario ...

 
La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

Milano (askanews) - Il grande balletto torna al Teatro Manzioni di Milano che ospita un grande classico Sagra della Primavera di Igor Stravinski il 27 febbraio. Andato in scena per la prima volta a Parigi nel 1913 con la coreografia di Nijinski, "Sagra della primavera" è stato ripreso poi da Massine nel 1920 e quindi da Marta Graham, Bejart, e molti altri. La forte timbrica innovativa dell'opera ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018