Carlo Bellugi

Carlo Bellugi (Foto Goliardi Senesi)

SIENA

Addio a Carlo Bellugi, scrittore e goliardo

13.07.2017 - 11:03

0

È morto d’improvviso nella sua casa di Follonica, dove era solito trascorrere le vacanze estive, Carlo Bellugi, classe 1936. Carlo è stato persona molto nota e vivacemente presente nella vita cittadina. Impiegato presso l’ispettorato della Banca Toscana, era molto appassionato di storia di Siena e non mancava mai alle manifestazioni che celebravano ricorrenze o date canoniche, a dibattiti o discussioni. Carlo ha vissuto il suo amore per la città e per la Contrada dell’Istrice con spirito goliardico e scanzonato anticonformismo fin dagli anni liceali al Piccolomini. Di lui vien da citare un libro, “La testa di Santa Caterina”, nel quale esprimeva più di un dubbio sull’autenticità della reliquia conservata a San Domenico. Le argomentazioni erano fragili e non ebbero ascolto. Ma non è questa la sede per riprendere discorso piuttosto difficile. Per lui dilettarsi di storia era soprattutto dare la caccia agli errori, trovare le smagliature e le pecche nei testi più affermati o nelle credenze più diffuse. Altro momento memorabile di questo suo bizzarro viaggio di ricerca fu la pubblicazione del volume “La battaglia di Pievasciata e lo scempio di Montaperti  (Edizioni Don Chisciotte, 2004). Con rilevazioni puntuali sul campo ed un vaglio scrupoloso della toponomastica si applicò a dimostrare che la battaglia tanto esaltata si era svolta – o era cominciata – non nella pianata di Montaperti, ma ben prima. Le grandi  battaglie hanno preso spesso il nome dal luogo più noto, dal toponimo più conosciuto e non era improbabile che sotto il castello non più esistente si sia svolto l’atto finale in un lago di  sangue. Chissà! Quante discussioni accanite! L’ultima volta che è comparso in pubblico è stata alla presentazione del libro di Duccio Balestracci appunto dedicato al famoso scontro. Ed era soddisfatto un mondo, perché sia pure in nota e con giustificata prudenza le sue osservazioni avevano trovato qualche spazio in un’opera   fondamentale. “Hai visto? Dai dai la verità viene a galla?”: mi torna in mente le fierezza delle sue parole di commiato. Non è questo il momento di riprendere scambi di vedute sempre polemici e animosi. All’Accademia degli Intronati Carlo aveva consegnato un volumone dove aveva trascritto una serie di sviste o manipolazioni da correggere in questo o quel titolo di un’affermata bibliografia: è stato un po’il suo testamento, tra il serioso e il divertito, tra erudizione e beffa. Carlo fu una persona che non le mandava a dire e chi l’ha conosciuto o l’ha avuto amico lo ricorderà come una presenza graffiante, affezionata a Siena e soggiogata dal suo fascino, sempre in agguato a rintuzzare chi a suo modo di vedere feriva o travisava la verità che egli credeva raggiungibile. Per il suo civismo disinteressato e scherzoso merita una riconoscenza affettuosa al di là della cerchia di amici che l’hanno apprezzato per la sua simpatica ribellione, ostinata, ironica e pungente.

Roberto Barzanti               

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Al Politecnico di Milano si misura l'intelligenza dei robot

Al Politecnico di Milano si misura l'intelligenza dei robot

Milano (askanews) - Il robot si avvicina all'obiettivo, lo osserva, acquisice ed elabora i dati di posizione e caratteristiche e poi, con una sola mossa sicura, allunga il suo braccio meccanico e afferra l'oggetto. Missione compiuta... Siamo al Politecnico di Milano, una delle sedi in cui, nell'ambito della settimana europea della robotica, dal 20 al 25 novembre 2017 si sono svolte alcune prove ...

 
Edilizia scuole, fondo da 2 mln ai Comuni: intesa Miur-Inarcassa

Edilizia scuole, fondo da 2 mln ai Comuni: intesa Miur-Inarcassa

Roma, (askanews) - Si chiama #fondAzioneScuola ed è un fondo di rotazione e garanzia per concedere agli enti locali prestiti per progetti destinati all'edilizia scolastica. Il progetto è stato lanciato da Inarcassa - la cassa di previdenza e assistenza per gli ingegneri e architetti liberi professionisti - e dalla sua Fondazione, con un protocollo d'intesa con il Ministero dell'Istruzione, ...

 
Il Papa in Myanmar con il nodo diplomatico dei Rohingya

Il Papa in Myanmar con il nodo diplomatico dei Rohingya

Roma, (askanews) - Tutto pronto in Myanmar per l'arrivo di Papa Francesco nel Paese domenica 26 novembre. Fervono i preparativi nelle piccole comunità cattoliche locali. A Yangon Bergoglio incontrerà il generale dell'esercito del Myanmar, paese a maggioranza buddista, e i rappresentanti delle altre religioni presenti nel paese. A "suggerire" al Papa questi due appuntamenti in un paese dove la ...

 
People are media, come digitale e smartphone cambiano il business

People are media, come digitale e smartphone cambiano il business

Milano (askanews) - La rivoluzione tecnologica ha cambiato e sta cambiando la nostra vita quotidiana a partire dallo smartphone, oggetto responsabile di nuovi comportamenti, gesti e stimoli: una rivoluzione anche culturale, dunque, una sfida in primo luogo per le aziende, chiamate ad un nuovo tipo di interazione con i clienti. Sono i temi al centro di "People are media" ovvero il business ...

 
Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

Gossip

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

La foto pubblicata dal periodico "Chi" è la prova provata che il rapporto fra Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sta sempre più saldando. Dopo che lei è andata a ...

14.11.2017

Frizzi è tornato a casa

Il fatto

Frizzi è tornato a casa

Fabrizio Frizzi ha lasciato l'ospedale. Lo stretto riserbo sulle condizioni di salute del conduttore colpito da malore il 24 ottobre continua, ma Carlo Conti, durante un ...

06.11.2017