Carlo Bellugi

Carlo Bellugi (Foto Goliardi Senesi)

SIENA

Addio a Carlo Bellugi, scrittore e goliardo

13.07.2017 - 11:03

0

È morto d’improvviso nella sua casa di Follonica, dove era solito trascorrere le vacanze estive, Carlo Bellugi, classe 1936. Carlo è stato persona molto nota e vivacemente presente nella vita cittadina. Impiegato presso l’ispettorato della Banca Toscana, era molto appassionato di storia di Siena e non mancava mai alle manifestazioni che celebravano ricorrenze o date canoniche, a dibattiti o discussioni. Carlo ha vissuto il suo amore per la città e per la Contrada dell’Istrice con spirito goliardico e scanzonato anticonformismo fin dagli anni liceali al Piccolomini. Di lui vien da citare un libro, “La testa di Santa Caterina”, nel quale esprimeva più di un dubbio sull’autenticità della reliquia conservata a San Domenico. Le argomentazioni erano fragili e non ebbero ascolto. Ma non è questa la sede per riprendere discorso piuttosto difficile. Per lui dilettarsi di storia era soprattutto dare la caccia agli errori, trovare le smagliature e le pecche nei testi più affermati o nelle credenze più diffuse. Altro momento memorabile di questo suo bizzarro viaggio di ricerca fu la pubblicazione del volume “La battaglia di Pievasciata e lo scempio di Montaperti  (Edizioni Don Chisciotte, 2004). Con rilevazioni puntuali sul campo ed un vaglio scrupoloso della toponomastica si applicò a dimostrare che la battaglia tanto esaltata si era svolta – o era cominciata – non nella pianata di Montaperti, ma ben prima. Le grandi  battaglie hanno preso spesso il nome dal luogo più noto, dal toponimo più conosciuto e non era improbabile che sotto il castello non più esistente si sia svolto l’atto finale in un lago di  sangue. Chissà! Quante discussioni accanite! L’ultima volta che è comparso in pubblico è stata alla presentazione del libro di Duccio Balestracci appunto dedicato al famoso scontro. Ed era soddisfatto un mondo, perché sia pure in nota e con giustificata prudenza le sue osservazioni avevano trovato qualche spazio in un’opera   fondamentale. “Hai visto? Dai dai la verità viene a galla?”: mi torna in mente le fierezza delle sue parole di commiato. Non è questo il momento di riprendere scambi di vedute sempre polemici e animosi. All’Accademia degli Intronati Carlo aveva consegnato un volumone dove aveva trascritto una serie di sviste o manipolazioni da correggere in questo o quel titolo di un’affermata bibliografia: è stato un po’il suo testamento, tra il serioso e il divertito, tra erudizione e beffa. Carlo fu una persona che non le mandava a dire e chi l’ha conosciuto o l’ha avuto amico lo ricorderà come una presenza graffiante, affezionata a Siena e soggiogata dal suo fascino, sempre in agguato a rintuzzare chi a suo modo di vedere feriva o travisava la verità che egli credeva raggiungibile. Per il suo civismo disinteressato e scherzoso merita una riconoscenza affettuosa al di là della cerchia di amici che l’hanno apprezzato per la sua simpatica ribellione, ostinata, ironica e pungente.

Roberto Barzanti               

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

Roma, (askanews) - Dal libro bestseller di Elmore Leonard, "Get shorty", nel 1995 era stato tratto il celebre film con John Travolta, ma oggi un enorme successo ha riscosso negli Stati Uniti l'omonima serie, che arriva in prima visione assoluta per l'Italia dal 22 febbraio su Timvision. La dark comedy per la tv "Get shorty", di cui vediamo una clip in esclusiva, è diretta da Davey Holmes, già ...

 
Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Damasco, (askanews) - Un massacro con quasi 200 morti fra i civili, di cui 60 bambini. È il bilancio di tre giorni di bombardamenti incessanti sulla roccaforte ribelle della Ghouta, a Est di Damasco, da parte del regime siriano di Bashar al-Assad. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, l'attacco ha provocato 17 morti domenica 18, 127 morti lunedì 19 e 50 ...

 
Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Copenaghen, (askanews) - Circa 60 ospiti si sono stretti attorno alla famiglia reale danese per salutare il principe consorte Henrik, marito della regina Margherita II di Danimarca. Nelle immagini si vede la regina, 77 anni, che scende dall'auto vestita a lutto ma in più di un'occasione la si vede sorridente e quasi allegra. Presenti al funerale i figli della coppia, il principe ereditario ...

 
La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

Milano (askanews) - Il grande balletto torna al Teatro Manzioni di Milano che ospita un grande classico Sagra della Primavera di Igor Stravinski il 27 febbraio. Andato in scena per la prima volta a Parigi nel 1913 con la coreografia di Nijinski, "Sagra della primavera" è stato ripreso poi da Massine nel 1920 e quindi da Marta Graham, Bejart, e molti altri. La forte timbrica innovativa dell'opera ...

 
Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018