Maxi operazione contro il caporalato. Operai sottopagati e costretti a vivere nel degrado

Per i lavoratori vita nel più totale degrado

Chianti

Maxi operazione contro il caporalato. Operai sottopagati e costretti a vivere nel degrado

17.03.2017 - 02:30

0

Maxi operazione dei Carabinieri contro il caporalato nel Chianti. All'alba del 16 marzo 2017 oltre cinquanta militari della Compagnia di Poggibonsi e di Radda in Chianti, insieme agli uomini dell'ispettorato del lavoro, hanno effettuato una serie di perquisizioni e di controlli nei confronti di una cooperativa del Grossetano, che come contoterzista impiegava decine di lavoratori agricoli presso aziende senesi, che al momento sembrano soltanto parte lesa.

I militari hanno perquisito la sede della cooperativa e l'abitazione del responsabile, ma anche i luoghi in provincia di Siena dove gli oltre cinquanta lavoratori stranieri mangiavano e dormivano dopo le interminabili giornate nei campi. I carabinieri hanno trovato situazioni di totale e assoluto degrado (guarda le foto). I lavoratori dormivano ammucchiati in anguste stanze di pochi metri, spesso per terra. Non avevano acqua calda, né riscaldamenti ed erano costretti a condizioni igieniche inaccettabili. Pochi oggetti personali, sudici materassi, sporche coperte, vecchi fornellini per preparare il cibo. Questo ed altro hanno trovato i militari nelle perquisizioni che hanno interessato Castellina in Chianti, Radda in Chianti e Castelnuovo Berardenga. Gli stranieri - in particolare senegalesi, curdi, nord africani - erano pagati una manciata di euro e tutte le mattine caricati su un furgone e condotti nei campi dove lavoravano per ore ed ore.

Il responsabile della cooperativa è stato denunciato (art. 603 bis cp) e decine di lavoratori sono stati identificati e controllati. Ma le indagini sono soltanto all'inizio. I militari vogliono andare fino in fondo e continuare a scavare. Sono probabili ulteriori provvedimenti e non è affatto escluso che le indagini riguardino anche altre realtà. Quella del caporalato è una vera e propria piaga che alla luce delle recenti normative, le forze dell'ordine possono combattere con maggiore vigore e strumenti più efficaci.

Già nei mesi scorsi dodici persone erano state indagate per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dei lavoratori stranieri, in quel caso irregolari. Era stata la procura di Prato a smascherare un giro simile, dove i lavoratori venivano pagati la miseria di 4 euro l'ora.

Ampio servizio nel Corriere di Siena del 17 marzo 2017

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Accuse di eresia al Papa, e il Vaticano "blocca" il sito

Accuse di eresia al Papa, e il Vaticano "blocca" il sito

Roma, (askanews) - Il Papa accusato di eresia apre un autunno di veleni, giochi di potere e perfino un Vatileaks tre nei Sacri Palazzi. L'accusa arriva da 68 conservatori - giornalisti, teologi, sacerdoti (il numero è in aumento) - che hanno sottoscritto un documento di critiche al Papa contenenti sette eresi contenuta nella Amoris Laetitia, l'esortazione apostolica di Bergoglio che paventa anche ...

 
Di Maio incontra le start up: vogliamo un'Italia Smart Nation

Di Maio incontra le start up: vogliamo un'Italia Smart Nation

Milano (askanews) - "La mia prima uscita dopo a mia elezione a candidato premier del Movimento 5 stelle vuole testimoniare una priorità di questo Paese: dare lavoro alle nuove generazioni, ma anche a quelle generazioni che perdono il lavoro per via delle nuove tecnologie e devono essere reinserite in occasioni lavorative e nuove forme di lavoro". Lo ha detto Luigi Di Maio, candidato premier del ...

 
Toti: alleanza tra moderati e destra unica strada possibile

Toti: alleanza tra moderati e destra unica strada possibile

Genova (askanews) - "La storia dell'alleanza tra i moderati e la destra in Italia è lunga 22 anni e io credo rappresenti anche il futuro. C'è bisogno di consolidare l'alleanza tradizionale di centrodestra con ricette chiare, con un programma chiaro di governo, con una classe dirigente che sappia interpretarlo al meglio e andare in quella direzione senza ondeggiare, senza cambiamenti di strada e ...

 
Da Vienna a Monaco, le Secessioni e l'irruzione del moderno

Da Vienna a Monaco, le Secessioni e l'irruzione del moderno

Rovigo (askanews) - Un diverso approccio all'arte nel suo insieme. Questo era l'obiettivo di molti movimenti che, alla fine dell'Ottocento, hanno lanciato i propri manifesti per il cambiamento. Celeberrima in questo senso la Secessione viennese, ma in Europa ne fiorirono anche altre, e ora una mostra a Palazzo Roverella a Rovigo indaga le Secessioni, al plurale, focalizzandosi anche su Monaco, ...

 
Colin Firth diventa italiano

Concessa la cittadinanza

Colin Firth diventa italiano

Colin Andrew Firth ha ottenuto la cittadinanza italiana. Lo rende noto il ministero dell'Interno. Il famoso attore, premio Oscar per il film "Il discorso del re", ha sposato ...

22.09.2017

Sanremo: presenta Claudio Baglioni

Non solo direttore artistico

Sanremo: presenta Claudio Baglioni

Ormai per tutti era già una certezza, ma ora è ufficiale: Claudio Baglioni non sarà soltanto il direttore artistico di Sanremo 2018, ma anche il conduttore del festival che ...

22.09.2017

Umbra tra i big dei giovani scrittori

La storia

Umbra tra i big dei giovani scrittori

Una passione per la scrittura, quella di Alessandra Squarta, che porta Nocera Umbra al top regionale. C’è anche la giovane scrittrice nocerina, infatti, fra i tre finalisti ...

22.09.2017