Maxi operazione contro il caporalato. Operai sottopagati e costretti a vivere nel degrado

Per i lavoratori vita nel più totale degrado

Chianti

Maxi operazione contro il caporalato. Operai sottopagati e costretti a vivere nel degrado

17.03.2017

0

Maxi operazione dei Carabinieri contro il caporalato nel Chianti. All'alba del 16 marzo 2017 oltre cinquanta militari della Compagnia di Poggibonsi e di Radda in Chianti, insieme agli uomini dell'ispettorato del lavoro, hanno effettuato una serie di perquisizioni e di controlli nei confronti di una cooperativa del Grossetano, che come contoterzista impiegava decine di lavoratori agricoli presso aziende senesi, che al momento sembrano soltanto parte lesa.

I militari hanno perquisito la sede della cooperativa e l'abitazione del responsabile, ma anche i luoghi in provincia di Siena dove gli oltre cinquanta lavoratori stranieri mangiavano e dormivano dopo le interminabili giornate nei campi. I carabinieri hanno trovato situazioni di totale e assoluto degrado (guarda le foto). I lavoratori dormivano ammucchiati in anguste stanze di pochi metri, spesso per terra. Non avevano acqua calda, né riscaldamenti ed erano costretti a condizioni igieniche inaccettabili. Pochi oggetti personali, sudici materassi, sporche coperte, vecchi fornellini per preparare il cibo. Questo ed altro hanno trovato i militari nelle perquisizioni che hanno interessato Castellina in Chianti, Radda in Chianti e Castelnuovo Berardenga. Gli stranieri - in particolare senegalesi, curdi, nord africani - erano pagati una manciata di euro e tutte le mattine caricati su un furgone e condotti nei campi dove lavoravano per ore ed ore.

Il responsabile della cooperativa è stato denunciato (art. 603 bis cp) e decine di lavoratori sono stati identificati e controllati. Ma le indagini sono soltanto all'inizio. I militari vogliono andare fino in fondo e continuare a scavare. Sono probabili ulteriori provvedimenti e non è affatto escluso che le indagini riguardino anche altre realtà. Quella del caporalato è una vera e propria piaga che alla luce delle recenti normative, le forze dell'ordine possono combattere con maggiore vigore e strumenti più efficaci.

Già nei mesi scorsi dodici persone erano state indagate per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dei lavoratori stranieri, in quel caso irregolari. Era stata la procura di Prato a smascherare un giro simile, dove i lavoratori venivano pagati la miseria di 4 euro l'ora.

Ampio servizio nel Corriere di Siena del 17 marzo 2017

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli

 
Con "Occidentali's Karma" il compito di spagnolo diventa un video

Con "Occidentali's Karma" il compito di spagnolo diventa un video

Tutto è nato da un normale compito in classe, magari un po’ più stuzzicante per i ragazzi: tradurre in spagnolo il testo di “Occidentali’s Karma”. Ma poi il risultato ha lasciato di stucco gli stessi insegnanti. Racconta Valentina Torrisi, docente di lingua spagnola all’istituto comprensivo San Luigi di Acireale in provincia di Catania: “I ragazzi hanno tradotto e adattato il testo in maniera ...

 
Pane al pane, il brindisi con Gianna Nannini

La presentazione del libro a Milano

Siena

Pane al pane, il brindisi con Gianna Nannini

E' in programma per il 28 marzo la presentazione a Siena del libro di Giovanni Soldati, Pane al pane, al ristorante Casato. Annunciata la presenza di Stefania Sandrelli e Oscar ...

Michelle Hunziker incinta

Gossip

Michelle Hunziker incinta

La notizia sta facendo in queste ore il giro di tutti i siti di gossip che hanno preso l'indiscrezione dalla rivista Diva: Michelle Hunziker è in attesa del quarto figlio con il ...

Massimo Lopez colto da infarto sul palco

Il fatto

Massimo Lopez colto da infarto sul palco

Dopo aver sentito la forte fitta al petto, è andato avanti per altri 20 minuti ma poi si è scusato con il pubblico che era al teatro di Trani e si è recato all’ospedale. Massimo ...