Cerca

Venerdì 20 Gennaio 2017 | 14:55

COLLE VAL D'ELSA

Incidente di caccia, muore davanti ai figli

Incidente di caccia, muore davanti ai figli

Hanno provato a rianimarlo per oltre quaranta minuti ma per Paolo Anichini, 70 anni, ferito durante una battuta di caccia al cinghiale non c'è stato niente da fare. Dramma stamattina alle 8 (31 dicembre) tra Pietrafitta e Melograno, nelle campagne tra Colle Val d'Elsa e San Gimigano. Il pensionato, molto conosciuto a Colle Val d'Elsa era uscito presto con tre dei suoi quattro figli per unirsi alla battuta di caccia in programma per stamattina. Secondo la ricostruzione fatta fino ad ora dai carabinieri di Colle Val d'Elsa, ancora sul posto per eseguire tutta una serie di rilievi, Anichini si trovava nascosto dietro ad alcuni cespugli quando è stato raggiunto al fianco da un colpo di fucile sparato da A.D., 37 anni. E' stato lui, che faceva parte di un'altra battuta di caccia, a spiegare ai militari dell'Arma di aver sparato da circa una trentina di metri dopo aver visto muovere proprio i cespugli dove il pensionato si era nascosto in attesa del passaggio del cinghiale. Immediata la richiesta di aiuto. Nonostante il tempestivo arrivo del 118 e dell'elisoccorso Pegaso Anichini è deceduto poco prima delle nove. Sotto shock i tre figli e la moglie dell'uomo arrivata sul posto. I carabinieri hanno sequestrato il porto d'armi di A. D., le cartucce, il fucile dal quale è partito il colpo fatale oltre a un altro fucile che il trentasettenne, residente a Castellina Scalo, deteneva in casa. L'uomo è stato denunciato per omicidio colposo. L'autopsia del pensionato sarà eseguita domani, primo gennaio.

Più letti oggi

il punto
del direttore