Precipita nella tromba dell'ascensore della scuola e muore

Il liceo transennato

CHIANCIANO

Precipita nella tromba dell'ascensore della scuola e muore

05.06.2014 - 14:29

0

La cabina dell'ascensore era tra il terzo e il quarto piano dell'edificio principale del liceo classico Buratti, quello dell'ex Gil a Viterbo, quando il gancio che sosteneva la struttura, ancora senza motore, ancorata ad un paranco, ha ceduto.
Massimiliano Fiorini, 46 anni, di Chianciano, operaio di una ditta della città termale che stava installando l'ascensore in uno degli edifici che ospita la scuola superiore viterbese, è precipitato nel vuoto, volando per diversi metri giù per la tromba dello stesso ascensore fino a schiantarsi al suolo. Un impatto violentissimo, che è costato al poveretto traumi e ferite che gli sono state fatali, malgrado il disperato tentativo di tenerlo in vita da parte dei soccorritori. E così gli studenti e il personale docente e non docente del Buratti sono stati anche loro in qualche modo testimoni indiretti di una vera e propria tragedia. Il dramma si è consumato poco dopo mezzogiorno, subito dopo il suono della campanella della seconda ricreazione, che al Buratti inizia proprio alle 12. I colleghi di lavoro dell'operaio nulla hanno potuto se non dare immediatamente l'allarme, una volta accortisi di quanto era avvenuto. Sul posto sono arrivati in pochi minuti i vigili del fuoco e un'ambulanza, oltre a carabinieri e agenti della Polizia locale. I pompieri hanno aiutato il personale del 118 a prendere in consegna Fiorini. L'uomo, appena soccorso, ancora respirava, anche se le sue condizioni apparivano disperate. L'ambulanza è sfrecciata a tutta velocità verso l'ospedale di Belcolle, ma il cuore dell'operaio di Chianciano, purtroppo, ha cessato di battere praticamente all'arrivo nel nosocomio viterbese. Nel frattempo al Buratti erano arrivati anche i tecnici dell'ufficio di polizia giudiziaria del Servizio di prevenzione igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro dell'Ausl di Viterbo. Sono stati loro a compiere tutti i rilievi del caso. Quella della rottura del gancio di sostegno, come detto, appare come l'ipotesi più accreditata, ma le conclusioni verranno tirate solo al termine dell'indagine, coordinata dal magistrato che sta seguendo il caso, Renzo Petroselli. Il cantiere è stato posto sotto sequestro.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La cometa 67P vista da vicino: le immagini della sonda Rosetta

La cometa 67P vista da vicino: le immagini della sonda Rosetta

Milano (askanews) - L'Agenzia spaziale italiana (Esa) ha rilasciato le immagini in alta risoluzione girate dagli strumenti della sonda Rosetta nel corso della sua missione sulla cometa 67P Churyumov-Gerasimenko dell'agosto 2014. Immagini mozzafiato, con un'accuratezza dei dettagli mai vista prima, che mostrano una cometa, distante dal Sole circa 640 milioni di chilometri, come prima non si era ...

 
L' omaggio di Perugia alla musica

La festa

L' omaggio di Perugia alla musica

Festa della musica giovedì 21 giugno nel centro storico di Perugia. Cinque postazioni in altrettante aree dell'acropoli hanno suonato e fatto ballare persone di ogni età ...

22.06.2018

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018