Tappeti orientali, cura e conservazione

Tappeti orientali, cura e conservazione

Un elemento d’arredo, in alcuni casi pregiato, è presente in molte case ma richiede attenzioni

27.01.2013 - 19:56

0

È un elemento d’arredo in molte abitazioni. Parliamo del tappeto orientale, le cui file di trama e ordito formano la struttura, mentre il vello gli dona estrema resistenza. Spesso il problema di questi tappeti sono la cura e la manutenzione. Affinché il tappeto possa avere una lunga vita, è importante che sia mantenuto pulito; ghiaia e sabbia logorano il tappeto e il consumo si nota il più delle volte innanzitutto a livello delle frange e dei bordi.
Non va inoltre dimenticato che, sebbene un tappeto annodato a mano sia spesso considerato un'opera d'arte, questo è innanzitutto fatto per essere usato e per camminarci sopra. Spesso i tappeti annodati a mano sono estremamente resistenti, dunque è possibile utilizzarli senza preoccupazione alcuna. In realtà, un tappeto esposto a un normale consumo può perfino diventare più bello col passare degli anni!
Consigli per la pulizia Naturalmente può capitare che venga versato o rovesciato qualcosa di appiccicoso sul tappeto. L'importante è rimuovere immediatamente la macchia o quanto è caduto sul tappeto. Se non si agisce al più presto, c'è il rischio che la macchia penetri nel tappeto e diventi quindi più difficile farla venir via. Se si vuole evitare ogni problema, il consiglio è di tenere a casa uno smacchiatore delicato e potente. Agendo in fretta si aumenta le possibilità di salvare il tappeto e rimuovere così completamente la macchia, senza dover portare il tappeto in una tintoria specializzata.
Conservazione Il tappeto va conservato arrotolandolo, meglio se in un posto fresco e asciutto evitando se possibile cantine e soffitte perché spesso in questi ambienti sono presenti insetti dannosi. Poiché i tappeti sono realizzati in materiali naturali e senza trattamenti di alcun tipo, aumenta il rischio di attacco da insetti nocivi. Evitare anche di esporre i tappeti alla luce diretta del sole, che potrebbe sbiadirli. Al tappeto arrotolato, è opportuno aggiungere palline di naftalina inserendolo poi in grandi sacchetti di plastica che vanno sigillati con nastri adesivi. Va tirato fuori almeno ogni tre mesi per srotolarlo per poi passare l'aspirapolvere. È importante ricordare che il tappeto non deve mai essere umido o bagnato prima di arrotolarlo per riporlo. E bisogna ricordarsi anche di conservare il tappeto in piedi altrimenti perde la forma.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018