Cerca

Venerdì 20 Gennaio 2017 | 14:50

Eugenio Neri: "Se Valentini non si dimette mi dimetto io"

Eugenio Neri:

“La situazione è sempre più preoccupante”. A parlare è Eugenio Neri, l’uomo che nella primavera del 2013 sfidò Bruno Valentini nel ballottaggio per poter diventare sindaco di Siena.

Neri, qual è il suo giudizio sulle ultime vicende che riguardano il sindaco Valentini?

“Io credo che il problema sia prima di tutto politico, più che giudiziario. Ceccuzzi fu mollato per un avviso di garanzia, mentre Valentini si presentò all’elettorato dicendo che lui poteva fare il sindaco perché lo aveva già fatto a Monteriggioni con ottimi risultati. Invece qui gli si contestano cose che riguardano proprio il periodo nel quale è stato primo cittadino di Monteriggioni. Già il meccanismo per passare da Monteriggioni a Siena fu una forzatura, oggi siamo di fronte ad un problema vero per il Pd e tutta la maggioranza. E invece vedo che il Pd blinda il sindaco Valentini, facendo perdere tempo alla città. Ma io dico di più”.

Cioè?

“Cioè dico che se non si dimette lui mi dimetto io. Ormai non è più possibile andare avanti così, in questo Paese non si dimette più nessuno. Lo ribadisco: se non si dimette Valentini mi dimetto io. E poi vediamo se anche gli altri consiglieri delle opposizioni mi seguiranno in questo gesto...”.

A suo avviso le forze di opposizione sono compatte in questo momento?

“Mah, a me sembra che tanti siano già in campagna elettorale. Ognuno segue la sua strada”.

Ma Eugenio Neri continuerà a fare politica e si candiderà anche nel caso di elezioni anticipate?

“Sicuramente io continuerò a parlare liberamente e ad esprimere le mie opinioni riguardo a tutto quello che succede a Siena. Poi per il resto non so cosa succederà”.

Più letti oggi

il punto
del direttore