Cerca

Venerdì 20 Gennaio 2017 | 14:50

SIENA

Gsk, sindaco e vice sindaco si confrontano con le categorie economiche

Gsk, sindaco e vice sindaco si confrontano con le categorie economiche

Dopo l’incontro della scorsa settimana con le associazioni sindacali, il Sindaco di Siena Bruno Valentini e il Vice Sindaco Fulvio Mancuso hanno incontrato le associazioni delle categorie economiche, oltre al rappresentante della Camera di Commercio. L’incontro, anche in questa occasione, ha avuto come oggetto la situazione di alcune tra le più importanti imprese che operano sul territorio senese. Inoltre si è discusso dei temi dell’attrattività economica, della strategia istituzionale per quanto riguarda le politiche economiche e della necessità di ragionare in un’ottica di area vasta, ovvero di un comprensorio allargato rispetto al solo Comune di Siena, oppure alla sola provincia di Siena. I rappresentanti delle categorie economiche ed imprenditoriali hanno apprezzato i processi di semplificazione procedurale che il Comune sta portando avanti, auspicando di procedere verso una semplificazione istituzionale ancora più avanzata, in relazione alla prospettiva dell’accorpamento di Comuni e di maggiori sinergie fra le province di Siena, Arezzo e Grosseto.Il Sindaco, inoltre, ha espresso soddisfazione per l’accordo raggiunto tra GSK ed i Sindacati di categoria: “É certo una buona notizia- ha sottolineato Valentini- l'accordo raggiunto, in pochi giorni, tra la direzione della multinazionale Gsk ed i sindacati di categoria, con soluzioni che hanno ottenuto l'assenso dei lavoratori. É stata definita positivamente una delle partite aperte fra Siena e Rosia relativamente al consolidamento della nuova proprietà a pochi mesi dal passaggio da Novartis di insediamenti produttivi strategici per il futuro economico, e non solo, del territorio. Giustamente- continua Valentini- le rappresentanze dei lavoratori avevano invitato ad evitare ogni strumentalizzazione politica di vicende così delicate che invece avevano visto il solito arrembaggio polemico. Fra le altre partite aperte, sulle quali le istituzioni locali cercheranno di contribuire in ogni modo anche chiamando in causa Regione e Governo, ci sono il futuro del settore Ricerca e Sviluppo e la programmazione dei nuovi investimenti annunciati da Gsk. Il nostro compito é di creare e mantenere le condizioni ambientali favorevoli per il consolidamento degli investimenti ma anche di vigilare ed incalzare le parti interessate affinché ci siano ricadute positive sul sistema economico ed occupazionale locale, nonché intrecci positivi con altre aziende del settore delle "scienze della vita" e con le eccellenze scientifiche ed universitarie del territorio. Il distretto senese composto da industria farmaceutica, dei vaccini e delle biotecnologie sta crescendo ed è una grande opportunità anche per la Toscana e per l'Italia”.

 

Più letti oggi

il punto
del direttore