Cerca

Lunedì 20 Febbraio 2017 | 11:46

SIENA

"Vandali, spaccio, escrementi. Siamo nel Bronx senese"

"Vandali, spaccio, escrementi. Siamo nel Bronx senese"

Potrebbe essere un gioiello del centro storico, da mostrare con orgoglio. E invece va nascosto agli occhi dei turisti, perché è il ricettacolo del degrado cittadino, quello che sfugge agli occhi dei più, ma che rende la vita impossibile a un buon numero di senesi che abitano nel cuore del rione del Drago, nel vicolo della Palla a corda. Un luogo incantevole se non fosse per il fatto che per la sua ubicazione, molto defilata, ha favorito una mostruosa metamorfosi: scritte sui muri (prontamente rimosse dai residenti a loro spese e altrettanto prontamente riproposte dai soliti writers) , rifiuti, fiumi di urina e non di rado escrementi umane, come se quell'angolo di Siena fosse una bagno pubblico a cielo aperto. E poi gronde, tubi, cassette della posta piegate a calci e pugni. Porte e finestre danneggiate, senza contare che molto spesso il vicolo diventa il luogo prediletto dello spaccio: "Non di rado si vedono persone che cedono dosi di droga e dopo le nostre segnalazioni qualcuno è stato anche pizzicato", riferiscono i residenti. Non sono bastati i due esposti al questore e al prefetto e neppure la lettera al sindaco per contenere il fenomeno. Soprattutto di notte, "ma anche di giorno" sottolineano gli abitanti del vicolo, non è raccomandabile avventurarsi da soli, è rischioso. Gli abitanti lanciano un appello sulle pagine del Corriere di Siena.

Gaia Tancredi

Più letti oggi

il punto
del direttore