"La mia rinascita la devo alle Scotte e ai medici senesi"

"La mia rinascita la devo alle Scotte e ai medici senesi"

La storia di un trapiantato di cuore salvato dall'equipe del policlinico

22.12.2012 - 10:26

0

Il mio grazie al policlinico le Scotte di Siena e a quanti trovandosi nella mia stessa situazione possano trarre qualche pur piccolo suggerimento dalla mia straordinaria esperienza. Probabilmente perché condizionato dagli organi d'informazione che hanno sempre offerto un'immagine devastante della sanità pubblica che io ho sempre cercato di tenermi lontano dal mondo della donazione. Penso che la gente non sia tanto predisposta a sentir parlare di sofferenze. Poi la mattina del 4 gennaio 2009 è capitato anche a me l’arresto cardiaco. Voglio raccontare la mia straordinaria esperienza a quanti come me si sono trovati davanti al baratro senza sapere a chi rivolgersi per cercare una soluzione al proprio problema e perché convinto che il mondo dei trapianti è come un crocevia dove si incontrano persone straordinarie. Io ho avuto comunque la possibilità di consultare vari centri ospedalieri cardiologici di varie città dove mi sono state proposte soluzioni da me considerate inaccettabili perché convinto che un uomo prima di essere accettato dalla società in cui è inserito deve accettarsi lui stesso e perché convinto che non sia poi necessario vivere "per forza". Poi, finalmente, ho deciso di rivolgermi all'Azienda ospedaliera universitaria senese e qui il 12 settembre 2012 sono stato sottoposto al trapianto di cuore. Qui ho conosciuto medici privi di quell'odiosa spocchia tipica di tanti "signori del potere". Tutti si sono dimostrati professionali, affabili, sensibili a volte tesi e nervosi per non poter fare tutto quello che avrebbero voluto. Sono stato testimone diretto di carichi di lavoro massacranti dell'equipe cardiologica e cardiochirurgica sostenuti solo dalla propria etica professionale e umanità. Forse non ci rendiamo conto di quanti danni arrechiamo all'immagine della sanità pubblica alimentando scenari catastrofici e falsi che ci allontanano ad esempio dal mondo delle donazioni ancora troppo piccolo e lontano dalla coscienza civile. Io credo che così come avviene per i casi di mala-sanità sia giusto raccontare anche i successi che la stessa Sanità raggiunge quotidianamente. Conosco bene il rischio di apparire "schierato" per gratitudine perché a me è "andata bene". 

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 19 dicembre

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello
La giostra più difficile che mai

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello

Eccoli i signori dell'Anello! Ecco i cavalieri di Foligno alla Quintana del giugno 2018. Ecco il campione della regolarità, il cavaliere Pertinace che porta il Cassero al trionfo beffando Croce Bianca all'ultima manche. Ma ecco soprattutto la magia dello zoom al rallentatore nelle immagini girati dal Corriere dell'Umbria mentre i cavalieri infilzano e infilzano e infilzano (nove volte alla fine) ...

 
Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018