Uffici postali periferici a rischio: Provincia e Comuni si scagliano contro la Regione

Uffici postali periferici a rischio: Provincia e Comuni si scagliano contro la Regione

L'assessore Macchietti e il sindaco Boscagli strigliano la Toscana dopo l'accordo con Poste Italiane: "Non ci soddisfa e non ci tutela. Mercoledì 12 dicembre manifestazione in piazza Matteotti, a Siena"

06.12.2012 - 16:39

0

Dici ufficili postali e succede di tutto. Polemiche comprese. Eccone un esempio. Primo: "Il confronto fra la Regione e Poste Italiane per definire la riorganizzazione degli uffici postali ha escluso un coinvolgimento diretto dei Comuni e della Provincia di Siena".  Secondo: "Il risultato raggiunto ci soddisfa solo parzialmente". Parola di Marco Macchietti, assessore provinciale alla pianificazione territoriale e Michele Boscagli, sindaco di San Giovanni d’Asso e coordinatore dei sindaci impegnati nella difesa degli uffici postali periferici.
Giù in piazza La musica è appena cominciata. Ancora Macchietti e Boscagli a condurre: "Rimangono ancora forti incertezze sui termini e sulla durata dell'accordo, che continua a penalizzare alcuni territori, privati di un servizio essenziale da scelte basate su criteri a noi sconosciuti. Chiediamo maggiore chiarezza e più concertazione. Mercoledì 12 dicembre alle 10 organizzeremo una manifestazione in piazza Matteotti, a Siena, davanti alla sede centrale provinciale di Poste Italiane, a cui invitiamo a partecipare tutti i sindaci della provincia e tutti coloro che vorranno unirsi per far sentire la voce coesa del nostro territorio a tutela dei cittadini". Ma non è finita qui.
Ascoltati e messi di parte "La Regione - continuano Macchietti e Boscagli - è stata sensibilizzata sul tema dalla Provincia e dai Comuni interessati, che, poi, sono stati esclusi da ogni ulteriore coinvolgimento. Le istituzioni locali non sono state coinvolte neppure dalle organizzazioni sindacali di categoria che hanno sottoscritto l’accordo. In un primo incontro, la Regione e Poste Italiane aveva ipotizzato una sospensione della riorganizzazione fino a giugno 2013".
Conclusione: "Oggi abbiamo appreso di una nuova decisione che salva gran parte degli uffici, ma continua a penalizzare altri territori. Un risultato che ci tranquillizza relativamente, perché non è chiara la durata dell’accordo raggiunto e il rischio della chiusura potrebbe paventarsi nuovamente nei prossimi mesi. Inoltre, non comprendiamo i criteri adottati per la riorganizzazione, che continuano a danneggiare territori e comunità, anche abbastanza popolose, che vivono in zone periferiche". 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Proteste contro Trump a New Delhi, bandiere bruciate e proteste

Proteste contro Trump a New Delhi, bandiere bruciate e proteste

Roma, (askanews) - Manifestanti indiani bruciano la bandiera del presidente americano Donald Trump per protestare contro la decisione di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. Si tratta del quinto giorno consecutivo di proteste contro il riconoscimento americano che ha suscitato numerose polemiche.

 
Trasportavano droga in Sardegna con elicottero: 3 arresti

Trasportavano droga in Sardegna con elicottero: 3 arresti

Roma, (askanews) - Trasportavano droga in Sardegna con un elicottero. Il nucleo di polizia tributaria di Cagliari ha sequestrato 11,5 kg di cocaina, arrestato in flagranza di reato tre soggetti, e sequestrato un elicottero "Alouette" che serviva ai trafficanti per trasportare dalla penisola i9n Sardegna lo stupefacente. L'impiego del mezzo aereo doveva servire per evitare i controlli operati ...

 
De Lucchi: sì riapertura Navigli, rende Milano più bella e umana

De Lucchi: sì riapertura Navigli, rende Milano più bella e umana

Milano, (askanews) - Michele De Lucchi dice sì alla riapertura dei Navigli di Milano. A differenza di Gillo Dorfles, che aveva bocciato il progetto domenica sulla pagine del Corriere della sera, l'architetto, milanese d'adozione, la vede come una operazione positiva. "Il tema è che cosa tenere e cosa buttare, cosa deve essere temporaneo e cosa permanente - ha detto ad askanews De Lucchi a margine ...

 
App avvisa che c'è una donna incinta per liberare posto in metro

App avvisa che c'è una donna incinta per liberare posto in metro

Roma, (askanews) - Il posto sui mezzi di trasporto dovrebbe essere assicurato per le donne incinte. Ma non sempre i passeggeri, intenti a guardare i propri smartphone, si accorgono della presenza di una donna in gravidanza. E così, in Giappone, è nata una App che avvisa i passeggeri che devono alzarsi e cedere il posto. L'applicazione cerca di superare la grande disattenzione dei giapponesi: i ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

Fabrizio Frizzi torna in tv

Il fatto

Fabrizio Frizzi torna in tv

"Tornerò a condurre L'Eredità il 15 dicembre, prima insieme a Carlo Conti, poi continuerò da solo". E' stato lo stesso Fabrizio Frizzi a confermarlo, durante la puntata di ...

06.12.2017

Gisele Bündchen da capogiro a New York

Gossip

Gisele Bündchen da capogiro a New York

Impossibile non notarla durante questo photoshoot a Brooklyn. Scollo esagerato, mini-abito e stivali altissimi, Gisele Bundchen è mozzafiato con questo look newyorkese. ...

05.12.2017