Regali di Natale dai nostri artigiani per il rilancio dei prodotti locali e delle botteghe senesi

La proposta per incrementare gli acquisti all’insegna della filiera corta. E' questa l'idea che sta avanzando su facebook negli ultimi giorni contro la crisi economica

12.11.2012 - 10:24

0

Il Natale si sta lentamente avvicinando. Quest’anno l’idea di dover spendere per fare regali a parenti e amici può complicare ulteriormente il bilancio familiare. E Siena purtroppo non ne è esclusa. Ecco che allora una semplice idea in circolo da qualche giorno sui social network può trasformarsi in una vera e propria campagna mediatica anti-crisi con lo scopo di aiutare allo stesso tempo la tipicità e il portafoglio. Stiamo parlando dei piccoli commercianti e gli artigiani senesi che ogni giorno con grande fatica e dedizione portano avanti il loro lavoro con la speranza che non passi inosservato agli occhi della gente. Di botteghe artigiane in centro ce ne sono sempre meno, per ovvi motivi.
Perché dunque non prendere spunto dalle prossime feste natalizie e acquistare regali proprio da loro, anziché nelle grandi catene? Il testo “copia e incolla” in molti profili facebook recita più o meno così: “Proponiamoci di comprare i regali di Natale da piccoli imprenditori, piccoli artigiani, piccole librerie indipendenti, oppure dall'amica che realizza gioielli con materiali riciclati, dall'amico che ha un agriturismo che produce marmellate e conserve. Facciamo in modo che i nostri soldi arrivino a gente comune, che lavora seriamente e che ha bisogno di essere sostenuta. Non regaliamo i nostri denari alle solite facce, alle solite marche, abbandoniamo i Forum, i Poseidon, le Conche d'oro. Così facendo smettiamo di elemosinare la soluzione dall'alto (che tanto non arriverà) e saremo noi stessi artefici della nostra ripresa”.
Il Corriere di Siena decide allora di appoggiare questa iniziativa e attraverso un giro delle botteghe artigiane del centro storico senese cercherà di presentare ai suoi lettori i manufatti più interessanti e curiosi che potrebbero arricchire, anche per una buona causa, il Natale del 2012. Ceramiche, gioielli, candele, oggetti legati al Palio e alla nostra tradizione, e chi più ne ha più ne metta.

A cura di Sara Corti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

Roma, (askanews) - Dalla comunità internazionale ancora una volta non è arrivato ciò che serviva davvero per garantire un futuro al popolo siriano. È la denuncia di Oxfam, all'indomani della sesta conferenza di Bruxelles sulla crisi. "Nonostante le preoccupazioni espresse dai diversi governi a Bruxelles per la crescente ondata di violenze in Siria, le dichiarazioni d'intenti non si tradurranno in ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Premio Chigiana sbarca a New York

Siena

Premio Chigiana sbarca a New York

Il Premio Chigiana sbarca a New York, dove tiene la prima sessione di audizioni internazionali dell’edizione 2018, dedicata alla nuova generazione di cantanti lirici, in ...

17.02.2018

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Siena

Blitz a Cacio e Pere: arrivano dieci agenti

Stava per iniziare l'esibizione di un gruppo senese quando, sabato sera, dieci agenti si sono presentati nel bar Cacio e Pere, hanno passato al setaccio la documentazione ed ...

11.02.2018