Regali di Natale dai nostri artigiani per il rilancio dei prodotti locali e delle botteghe senesi

La proposta per incrementare gli acquisti all’insegna della filiera corta. E' questa l'idea che sta avanzando su facebook negli ultimi giorni contro la crisi economica

12.11.2012 - 10:24

0

Il Natale si sta lentamente avvicinando. Quest’anno l’idea di dover spendere per fare regali a parenti e amici può complicare ulteriormente il bilancio familiare. E Siena purtroppo non ne è esclusa. Ecco che allora una semplice idea in circolo da qualche giorno sui social network può trasformarsi in una vera e propria campagna mediatica anti-crisi con lo scopo di aiutare allo stesso tempo la tipicità e il portafoglio. Stiamo parlando dei piccoli commercianti e gli artigiani senesi che ogni giorno con grande fatica e dedizione portano avanti il loro lavoro con la speranza che non passi inosservato agli occhi della gente. Di botteghe artigiane in centro ce ne sono sempre meno, per ovvi motivi.
Perché dunque non prendere spunto dalle prossime feste natalizie e acquistare regali proprio da loro, anziché nelle grandi catene? Il testo “copia e incolla” in molti profili facebook recita più o meno così: “Proponiamoci di comprare i regali di Natale da piccoli imprenditori, piccoli artigiani, piccole librerie indipendenti, oppure dall'amica che realizza gioielli con materiali riciclati, dall'amico che ha un agriturismo che produce marmellate e conserve. Facciamo in modo che i nostri soldi arrivino a gente comune, che lavora seriamente e che ha bisogno di essere sostenuta. Non regaliamo i nostri denari alle solite facce, alle solite marche, abbandoniamo i Forum, i Poseidon, le Conche d'oro. Così facendo smettiamo di elemosinare la soluzione dall'alto (che tanto non arriverà) e saremo noi stessi artefici della nostra ripresa”.
Il Corriere di Siena decide allora di appoggiare questa iniziativa e attraverso un giro delle botteghe artigiane del centro storico senese cercherà di presentare ai suoi lettori i manufatti più interessanti e curiosi che potrebbero arricchire, anche per una buona causa, il Natale del 2012. Ceramiche, gioielli, candele, oggetti legati al Palio e alla nostra tradizione, e chi più ne ha più ne metta.

A cura di Sara Corti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Anna Frank con la maglia della Roma, tifosi laziali accusati di antisemitismo
Il caso

Anna Frank con la maglia della Roma, tifosi laziali accusati di antisemitismo

Adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma e scritte contro gli ebrei in curva sud all'Olimpico. La procura della Federcalcio ha aperto un'inchiesta sul comportamento antisemita di alcuni tifosi della Lazio che durante la sfida contro il Cagliari avevano riempito il settore dello stadio normalmente occupato dagli ultrà romanisti dopo la squalifica della Nord. Gli adesivi sono stati rimossi in ...

 
Pd, Orlando: con Mdp partiamo dal bicchiere mezzo pieno

Pd, Orlando: con Mdp partiamo dal bicchiere mezzo pieno

Genova, (askanews) - "So che non si cancellano facilmente mesi di polemiche e vedo anche elementi di strumentalità e contraddittorietà nella posizione di Mdp, però se si vogliono fare dei passi avanti bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno. Il bicchiere mezzo pieno ieri è stata l'apertura di Speranza e il fatto che Renzi ha detto 'discutiamo'. Partiamo da questo bicchiere mezzo pieno". Lo ha ...

 
Sex scandal e Hollywood nella bufera: ora tocca a James Toback

Sex scandal e Hollywood nella bufera: ora tocca a James Toback

Los Angeles (askanews) - Hollywood sempre più nella bufera. Dopo lo scandalo che ha coinvolto l'ormai ex produttore Harvey Weinstein a seguito dei racconti di molte attrici sulle molestie sessuali e i presunti stupri compiuti dal mogul cinematografico, ora tocca al 72enne sceneggiatore e regista statunitense James Toback. Trentotto donne lo hanno accusato, secondo quanto riferisce il "Los Angeles ...

 
Le immagini inedite del Wwf: a rischio il leopardo delle nevi

Le immagini inedite del Wwf: a rischio il leopardo delle nevi

Roma, (askanews) - Il cambiamento climatico rappresenta un grave rischio per il leopardo delle nevi, ma altre minacce arrivano dal degrado dell'habitat, dai conflitti con le popolazioni locali e dal bracconaggio che alimenta il traffico illegale. Ricerche recenti indicano che circa un quarto dell'habitat di questi animali potrebbe scomparire entro il 2070 se non verrà posto un freno al ...

 
"Anche io ho subito delle avances"

La rivelazione dell'attrice Isabelle Adriani

"Anche io ho subito delle avances"

Nel Corriere dell'Umbria di oggi, 19 ottobre, riportiamo le rivelazioni  di Isabelle Adriani, nome d’arte di Federica Federici, attrice, scrittrice, giornalista perugina di ...

19.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017