"Spazio alla chirurgia d'urgenza con 40 letti nel palazzo del Dea"

Il direttore generale del policlinico delle Scotte Pierluigi Tosi illustra i suoi progetti: "Un accordo ad ampio raggio per la robotica"

16.11.2012 - 10:16

0

Se avesse un contapassi, sarebbe già in tilt. Pierluigi Tosi, dal 26 luglio direttore generale del policlinico Santa Maria alle Scotte, non ama stare dietro la scrivania. E così ogni giorno si presenta nei reparti, spostandosi in lungo e in largo nei cinque lotti, con il preciso intento di verificare lo stato ambientale di corsie, ambulatori, sale operatorie. Parla con i pazienti e prende appunti. Incontra gli operatori ascolta i loro bisogni e le loro proposte. Portando le sue idee con l'intenzione di condividerle e favorire la partecipazione. E' tempo di stilare un primo bilancio del suo mandato senese e di questa verifica itinerante.
Direttore il lavoro di esplorazione a che punto è? E quali criticità ha riscontrato girando?
"E' un ospedale con tante buone cose e con alcune situazioni da correggere. Per esempio dal punto di vista edilizio e logistico c'è un po' di disordine. L'ospedale è un dedalo che va riordinato e stiamo definendo una mappa che nell’arco di cinque anni porti a spostamenti mirati che rendano più facile accedere ai servizi. Ho trovato un personale motivato, composto da gente magnifica, molto dedita al lavoro, con una gran voglia di partecipare alle iniziative proposte. Credo molto in un approccio di natura partecipativa e non impositiva, è per questo che incontro la gente, parlo con tutti, solo così è possibile cambiare, possibilmente in meglio".

Servizio integrale sul Corriere di Siena del 31 ottobre 2012
A cura di Gaia Tancredi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Roma, (askanews) - Lamberto Frescobaldi, è vice presidente vicario dell' Unione Italiana Vini, e rappresenta anche l' azienda, che porta il suo nome, e che si trova in Toscana. Askanews lo ha incontrato, nelle giornate in cui si è svolto il Vinitaly a Verona. Frescobaldi ha spiegato che gli stanno a cuore tutte le cose che sono del mondo del vino. Quello del 2017 per Frescobaldi è stato un bel ...

 
La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

Roma, (askanews) - Il centrista Emmanuel Macron, che ha superato il primo turno delle elezioni francesi e si confronterà con Marine Le Pen al ballottaggio il 7 maggio, ha reso omaggio alle vittime del genocidio armeno, a Parigi. Prima uscita pubblica del candidato vittorioso alle elezioni di domenica 23 aprile. Macron - che ha insistito per avere una cerimonia separata da quella del presidente ...

 
Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Roma (askanews) - Un viaggio nei colori, nelle atmosfere, nei profumi e nelle sonorità mediterranee. Tutto questo in Kapi, il nuovo progetto discografico che nasce dall'amicizia e dalle affinità tra i due musicisti romani, Marcello Allulli, al sassofono, ed Emanuele de Raymondi alla chitarra elettrica, e Selen Gulun, artista di Istanbul, al piano e alla voce. Un incontro, il loro, che risale a ...

 
Casa Bianca chiama ISS: Trump e l'astronauta Peggy Whitson

Casa Bianca chiama ISS: Trump e l'astronauta Peggy Whitson

Roma, (askanews) - Così ci piace: la grande tecnologia americana che funziona. Casa Bianca chiama Stazione Spaziale internazionale: il presidente degli Stati uniti Donald Trump ha telefonato allo spazio per congratularsi con l'astronauta Peggy Whitson che ha battuto il record di permanenza americana nello spazio. Trump aveva a fianco l'immancabile figlia Ivanka e a sinistra l'astronauta Kate ...

 
Il "figlio" di Benigni (La Vita è Bella) è tornato

AREZZO

Il "figlio" di Benigni torna in Toscana

Il "figlio" di Roberto Benigni nel film degli oscar La Vita è Bella (1997) è tornato ad Arezzo. Una visita di piacere per l'attore Giorgio Cantarini (Orvieto, 1992) che è stato ...