Cerca

Domenica 19 Febbraio 2017 | 15:43

Atletica

Matteo Baldi vola a 2.07

L'atleta di salto in alto della Uisp Siena stabilisce il primato personale e quello societario

Matteo Baldi vola a 2.07

Matteo Baldi, ventiquattrenne saltatore in alto della Montepaschi Uisp Atletica Siena, segna a Lucca una pagina importante per l’atletica leggera senese portando il proprio personale e record sociale a 2.07m. Nello spettacolare High Jump Show (vittoria con record regionale del livornese Lemmi, 2.26; Baldi quinto) dell’impianto indoor della Virtus CR Lucca, l’allievo di Stefano Giardi aggiunge con caparbietà un centimetro al suo precedente limite, siglato proprio un anno fa su questa pedana, andando anche a eguagliare la miglior prestazione di un atleta senese in questa specialità, detenuta dagli anni ottanta da Fabrizio Finetti. Il record provinciale assoluto rimane invece ancora, con 2.12m nel 1993, al lombardo Pierangelo Maroni, tesserato negli anni novanta per la Libertas Atletica Siena. Notevole la progressione di Baldi nella gara record, con ben tredici salti prima di raggiungere il primato, i primi di rodaggio a 1.85, 1.90 (secondo tentativo), 1.94, 1.98 (secondo tentativo) e l’incredibile serie successiva: 2.01 al primo, 2.04 al terzo, 2.07 al terzo. La sua prova si è poi chiusa con tre tentativi (tutt’altro che velleitari) a 2.10, per un risultato finale che sancisce un eccellente stato di forma e ottime prospettive per il prosieguo della stagione indoor, ambiente nel quale sembra trovarsi a proprio agio.
A Lucca si è disputata anche la prima prova regionale dei Campionati invernali di lanci, dove hanno ben figurato lo junior Matteo Bocci, terzo nel martello (6kg) con un miglior lancio a 45.90 (minimo per gli italiani di categoria), e l’allievo Matteo Sbandelli, il più giovane in gara (classe 1999), alle prese con l'attrezzo da 6kg (anziché quello da 5kg della sua categoria): 33.62m. Dopo aver raggiunto il minimo la settimana precedente a Firenze, Filippo Giannetti è stato impegnato a Padova nei Campionati italiani indoor di prove multiple, specialità pentathlon per lui che è un allievo. Confermando quanto fatto vedere nella prova che gli era valsa l’argento regionale, Giannetti (accompagnato dal tecnico Giulio De Michele) ha chiuso con 2.840 punti al ventitreesimo posto il suo esordio in un campionato nazionale indoor con i seguenti parziali: 9.64 nei 60hs; 1.68 alto; 5.61 lungo; 10.05 peso; 2.55"62.
Ottimi risultati sono giunti anche dalla pista dell’impianto indoor del Ridolfi di Firenze, dove, nel meeting “Caccia al minimo”, l’allieva Federica Renzi ha vinto i 60hs con il personale di 9”33 (9”48 in batteria); Alessandro Carrozza ha ritoccato con 7”16 il proprio miglior crono di sempre nei 60m; Filippo Baiano ha migliorato lo stagionale con 7”26; Gabriele Isernia nei 60hs juniores ha chiuso in 9”14; gli allievi Tommaso Bruni e Simone DalPrato, e la cadetta Ginevra Semplici, hanno corso i 60m rispettivamente in 7”75, 8”00 e 8”77.

il punto
del direttore